Casarin: “Rigore per la Lazio facile da leggere per il Var, ma…”

Casarin: “Rigore per la Lazio facile da leggere per il Var, ma…”

L’analisi dell’ex arbitro Paolo Casarin sul rigore concesso da Fabbri a Caicedo

di Redazione VN
Caicedo

Nella sua rubrica “Fischio finale” per il Corriere della Sera, l’ex arbitro Paolo Casarin analizza anche il rigore concesso da Fabbri alla Lazio:

Il rigore di Caicedo è difficile da leggere alle spalle dei due giocatori, ma facile per il Var e per tutti i telespettatori. Ovviamente Fabbri insiste sulla sua decisione, il Var non può imporgli la rivisitazione.

Sabatini non ha dubbi: “Caicedo trascina la gamba per 3 metri, è simulazione”

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tato - 1 settimana fa

    Visto che c’è il Var, andiamo a”leggerlo”, se lo hai e non lo usi, o sei cretino o sei disonesto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Barsineee - 1 settimana fa

    l’errore grave dell’arbitro è stato quello di non andare al VAR ma il rigore per come si è sviluppato è assolutamente fischiabile. Il portiere frana sul giocatore senza prendere la palla. Il contatto tra Drago e Caceido c’è ed è palese, la palla non viene toccata, se Caceido non avesse anticipato la caduta di una frazione di secondo nessuno direbbe nulla. A parti invertite tutti noi saremmo a dire che è rigore. L’errore gravissimo è stata la mancata espulsione di Parolo ma anche qui … un bel capannello intorno all’arbitro per chiedere il giallo? Nulla i nostri belli tranquilli come se non fosse successo nulla!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Violaceo - 1 settimana fa

      Te di calcio tu’ ci capisci come io di ippica

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Tato - 1 settimana fa

      Ma Cossa hai visto? Se prima di toccarsi con il portiere, ha già la punta del piede sinistro piegata sul terreno e inizia a cadere. Il tocco successivo è ininfluente, perché sarebbe caduto ugualmente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Axel - 1 settimana fa

      Il sole gira intorno alla terra che, ricordiamolo, è piatta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. claudiog197_3585294 - 1 settimana fa

    Il rigore era sacrosanto . Ogni arbitro l’avrebbe fischiato perché senza quel rigore il campionato che sono riusciti a far ripartire contro il volere di tutti dopo 2 turni sarebbe già finito. Il fatto che non c’era assolutamente fallo e che caicedo si è tuffato che neanche la Cagnotto non conta niente , era comunque rigore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Dany66 - 1 settimana fa

    Ma che cavolo dice? Acosa serve il var?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. DeepPurple - 1 settimana fa

    Ovviamente ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. andrea333 - 1 settimana fa

    Se non va a controllare al Var significa che non è in buona fede. Ci volevano due minuti per farlo, poi le mancate espulsioni dei due Laziali confermano la non buona fede dell’arbitro o la sua totale incompetenza.Io propendo per la prima ipotesi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy