Braglia: “Rivalità con Antognoni? Macché, l’ho sempre ammirato. Quel cazzotto in viola…”

“Cos’è per me un derby? Quello con la Juve! Sia con la Fiorentina che con il Catanzaro era la partita più sentita”

di Redazione VN

Piero Braglia, allenatore del Cosenza ed ex calciatore della Fiorentina, ha parlato a La Gazzetta dello Sport: «Rivalità con Antognoni? Macché… L’ho sempre ammirato, era più forte di me. Se un giocatore è più forte bisogna solo stargli accanto, imparare e aiutarlo. L’avevo visto arrivare dall’Asti Macobi, era un fuoriclasse, mentre io ero normale e con un caratteraccio. Il cazzotto che avrei voluto dare? Una volta sola, e l’ho dato. Ma non lo farò più. Giocavo nella Fiorentina, era morto il mio babbo, un compagno più grande scherzava troppo, mi sono girato e non si è più rialzato».

Violanews consiglia

Veretout-Napoli: ecco a quanto potrebbe aggirarsi l’affare

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy