Astori, il caso si ingigantisce: indagato un altro medico

Astori, il caso si ingigantisce: indagato un altro medico

Indagato anche anche Pietro Modesti, direttore della Medicina Sportiva di Careggi. A novembre ha preso il posto di Galanti

di Redazione VN

Si ingigantisce il caso sulle visite mediche e sugli esami effettuati dal centro di medicina sportiva a Careggi a Davide Astori. Come scrive, infatti, La Nazione c’è un altro medico indagato: si tratta di Pietro Amedeo Modesti, direttore proprio della Medicina Sportiva. Ecco quanto si legge nell’articolo:

 Nel fascicolo bis, nel mirino della procura, è finito il referto di un esame, lo «strain» che serve per accertare la contrattilità e la distensività del muscolo cardiaco che fra le carte non c’era e che, secondo l’ipotesi dell’accusa, sarebbe stato «fabbricato» per attestare un esame che non sarebbe stato effettuato o che, al tempo, non venne refertato. Un certificato che è stato presentato in procura, «apparentemente redatto» il 10 luglio 2017, in realtà prodotto «in una data anteriore o prossima al 10 aprile 2019». Proprio in questa inchiesta, che vede già indagati il prof Galanti per falso materiale in atto pubblico e una sua stretta collaboratrice, Loira Toncelli, che lo avrebbe assecondato come «concorrente morale», si aggiunge il terzo indagato, il prof Modesti, succeduto a Galanti alla guida della Medicina sportiva di Careggi nel novembre scorso.

Ma cosa avrebbe fatto il nuovo responsabile?  Secondo La Nazione Modesti, pur essendo del tutto estraneo agli eventi accaduti nel luglio 2017 avrebbe tentato di distruggere il documento che però è arrivato lo stesso in procura.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy