“Alla salute pubblica preferita la salute di alcuni conti. I tifosi possono fidarsi di questo calcio?”

“Alla salute pubblica preferita la salute di alcuni conti. I tifosi possono fidarsi di questo calcio?”

Amarezza

di Redazione VN

Ancora una stilettata da parte di Paolo Chirichigno de La Nazione al sistema Calcio: nella settimana più isterica, la decisione di non permettere le porte chiuse stona. Certo, è un controsenso, perché il calcio lo fanno i tifosi, ma la salute dovrebbe passare avanti a tutto. Invece è stata favorita quella di alcuni conti in banca… Nessuno può andarne fiero, e la Fiorentina, pur nel silenzio, è sicuramente furiosa per aver preparato una partita fantasma.

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. kk53 - 3 mesi fa

    Ragionando a bocce ferme mi dite che senso per la salute pubblica,ora che la sventolano,ha avuto far giocare Fiorentina Milan con tutto quello che ne può ancora scaturire e non giocare Juve Inter delle due l’una,se la salute deve andare davanti a tutto si ferma il campionato,se invece una squadra deve affron
    tare una trasferta e poi venire rimandata indietro gli sembra giusto e logico
    continuino così tanto il calcio in questo paese è da tempo che è finito,basta ve
    dere le magre che facciamo in Europa da anni!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 3 mesi fa

    I peggio scrivani non sono quelli che ti offendono, fa parte del gioco. Quelli miserabili, Da ultima categoria sono quelli che LE COSE LE INVENTANO. PERCHÉ NON SONO MALEDUCATI SONO BUGIARDI NEI POST COME LO SONO NELLA VITA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Burlamacchi - 3 mesi fa

      Ma la pianti con sto piagnisteo da vittima?

      Sei il primo ad inventarti le cose, a dire tutto ed il contrario di tutto, ad insultare ed infamare e poi frigni di continuo come se il mondo ce l’avesse con te?

      Sei il tipico leoncino da tastiera: appena vieni messo di fronte alle cose scritte, ritratta tutto e anzi si lamenta di essere attaccato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Burlamacchi - 3 mesi fa

      Cosa mi sarei inventato?

      Non è vero che hai scritto quelle cose per il mercato di gennaio?

      Due giorni fa non hai ripetuto che Pradè è un fallimento ed un disastro? Cos’è ora lo neghi?

      Ogni volta cambi versione a seconda dei come hai bisogno di difenderti. Non è una strategia molto credibile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dallapadella - 3 mesi fa

    E’ oggettivo che la situazione legata al Coronavirus è sempre caotica, si vive di giornata in giornata, con numeri epidemiologici che cambiano di continuo, massimi esperti con teorie contrastanti, il governo che deve coordinare regioni ed enti vari.
    Governo che ha agito bene/male dipende ma che sicuramente ha comunicato male.
    In tutto questo la Lega, già divisa al suo interno, non fa eccezione e annaspa pure lei.
    Siamo tra quelli che si sono ritrovati in una posizione da presa in giro ok ma ce ne sono altri, il campionato se si vuole si falsa in altro modo. E non chiederei il rimborso del viaggio come qualcuno scriveva ieri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Burlamacchi - 3 mesi fa

    A me fa ridere che per “un certo tifoso” il ritardo nel mercato di gennaio fosse un disastro, una tragedia immane, un fallimento totale, una disgrazia, roba da dimissioni immediate e ripristino dell’ex ds, una catastrofe ed un dramma… poi però quando ci rimandano (senza motivo, visto che in Friuli la situazione è buona, tant’è che da domani riaprono scuole ed uffici e comunque si sarebbe giocata a porte chiuse, quindi senza eventuale contagio) due partite di fila, falsando il campionato, allora scrive “Ma si dai, che sarà mai? Finiamola di vedere complotti, la vita continua! Non si gioca? Pazienza? Non si gioca neanche le prossime? Pazienza!”.

    Da una parte il disastro era il ritardo sul mercato, dall’altra va tutto bene così.
    Mah, vabbè…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. 29agosto1926 - 3 mesi fa

    Ecco perché siamo Italiani. Ecco perché abbiamo i politici che abbiamo ef ecco perché in tutto il mondo ci scherniscono a più non posso. Fino a quando giornalisti, dirigenti e gente comune vedrà sempre e comunque la dietrologia in ogni azione che, presumibilmente possa danneggiarli senza far caso a quelli che sono gli interessi di tutti allora è inutile blaterale che l’Italia è questa. Ma cosa sarà mai! Che danno possiamo aver subito. Cosa vuole Marotta o Liberano o tutti quelli che parlano di calcio falsato. Come e quanto sarà il danno per due calcio ad un pallone. Ma facciamola finita di essere come siamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tagliagobbi - 3 mesi fa

      Quando gioco mi piace che le regole siano uguali per tutti. Nel calcio evidentemente c’è qualcuno che è più uguale degli altri e questo non mi sta bene. Ti sembra normale che rimandino una partita 6 ore prima? Che aspettino l’ultimo momento per annullare 5 o 6 partite? Cosa pensavano? Che il virus sarebbe stato debellato sabato a mezzogiorno? No. Questo è un palese indice di come vanno le cose nel calcio. È una vergogna. Se annulli annulli tutte le partite. Chiudi gli stadi e i teatri e lasci aperti i centri commerciali (non parlo dei supermercati…)… Il virus può scegliere? Siamo uno stato ridicolo e il calcio è l’espressione più ridicola di un paese ridicolo che mentre gli altri affrontano la cosa nel giusto modo lui crea allarmismi e caos.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 3 mesi fa

        Guarda se leggi quello che ho scritto in altri post ho sempre detto che hanno deciso troppo tardi ma che era giusto non giocare. È sempre un gioco ed invece mi sembra che sua diventata una ragione di vita. Calmiamoci un po’ fa bene a tutti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Sussi&Biribissi - 3 mesi fa

      Temo che tu faccia confusione fra quali sono e chi tutela gli interessi generali e chi quelli particolari. La decisione del governo era stata di giocare, nelle aree a rischio, a porte chiuse. Quella era la decisione presa, nell’interesse generale, per la tutela della salute pubblica, da chi ne aveva titolo. Rispettare il superiore interesse generale consisteva, semplicemente e incontestabilmente, nell’adeguarsi a tale decisione. La lega di serie A ha scelto di non adeguarsi e ha deciso, nella sola persona del proprio presidente visto che non è stato convocato nessun consiglio direttivo, per il rinvio di alcune partite e non di altre. Così facendo ha scelto di tutelare gli interessi particolari di alcuni, fra l’altro i soliti, a danno di quelli di altri. Trovo ovvie quindi, e doverose, le contestazioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tagliagobbi - 3 mesi fa

        Appunto. Ti sembra una cosa seria? Rileggi bene il mio commento…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. 29agosto1926 - 3 mesi fa

        I peggio scrivani non sono quelli che ti offendono, fa parte del gioco. Quelli miserabili, Da ultima categoria sono quelli che LE COSE LE INVENTANO. PERCHÉ NON SONO MALEDUCATI SONO BUGIARDI NEI POST COME LO SONO NELLA VITA.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 3 mesi fa

          Sussi scusa il post sopra non era per te, ci mancherebbe. Mi è partito nel posto sbagliato

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. 29agosto1926 - 3 mesi fa

        Se hai seguito la discussione di ieri, credo di no, non ti sarà sfuggito che so o stato l’unico a fare un post chiedendo le dimissioni di Del Pino. Figurati se non si quello che sostieni. Il mio discorso et un altro e verte sul fatto che tutti fanno a gara a dire che sono stati danneggiati mentre dovremmo aver presente che gli interessi da salvaguardare sono altri. Solo questo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Antonino - 3 mesi fa

      qualche volta prova a leggere prima di sparare …”I politici” di cui parli avevano dato indicazioni che si poteva giocare , a porte chiuse nelle regioni a rischio, normalmente nelle altre il tuttosotto l’egida della LEGA CALCIO…. Cosa hanno pensato bene di fare i responsabili della FIGC nella figura del presidente? con la scusa che sarebbe stato brutto , far vedere al mondo un’Italia con stadi chiusi , specialmente Juve-Inter, hanno bloccato tutto poche ore prima dell’inizio e rimandato al 13/5 . Questo perchè la strisciata di Torino ci avrebbe rimesso 5 milioni di euro d’incasssi e quell’altri strisciati di Udine ( che non rientravano nel decreto governativo) perchè la partita era troppo importante ai fini della salvezza… della salute degl’Italiani non frega un c..”razzo” a nessuno..Gli Agnelli e i Pozzo hanno costretto il minchione a fare quello che volevano…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 3 mesi fa

        Credo che sia inutile risponderti perché purtroppo hai capito poco di quello che volevo dire. Buona Domenica

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy