Il caso Franchi fa notizia anche in Inghilterra: “La burocrazia ostacola Commisso”

La denuncia del giornalista inglese

di Redazione VN

Vi riportiamo il video tweet di James Horncastle, collega inglese di BT Sports che ha avuto modo di documentare le condizioni dello Stadio Franchi dopo la pioggia che ha colpito Firenze nella giornata di ieri:

“Diluvio a Firenze che evidenzia fragilità strutturali all’Artemio Franchi. La nuova proprietà ha i soldi e la forza di volontà per fare di questa città un gran posto per godersi di nuovo il calcio. Ma la burocrazia si mette di traverso”.

40 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Xela - 1 mese fa

    Allora, premesso che sono indignato per le condizioni di manutenzione del Franchi e dal fatto che non capisco come spendano i 600mila euro annui per la sua manutenzione (e qui ci si dovrebbe indignare a prescindere dal parere qualitativo che si abbia sul Franchi) bisogna anche dire che quella è una crepa di praticamente nessun valore dato che ci troviamo sulla giunzione tra il primo lotto di tribuna e il successivo da cui poi inizia la curva a formare la famosa D. Probabilmente assestamenti vari hanno prodotto un distaccamento non essendoci un adeguato giunto sismico o termico. Quindi non c’è alcun rischio di nulla per l’incolumità della persone.

    Ribadisco, vedere il franchi così fa schifo, aver lasciato oltre un anno i ferri a nudo con la resina celeste sopra senza rifare il copriferro è assolutamente incomprensibile ma utilizzare qualunque elemento di degrado di una struttura male manutenuta solo per veicolare il messaggio a favore della sua demolizione (invece che manutenzione) è cattiva informazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tato - 1 mese fa

    Ho letto un post di Pierguidi, sembra estrapolato dal suo profilo Facebook. Ho avvertito una certa retromarcia sul pensiero finora, espresso, inerente il Franchi. Forse iniziano a, rendersi conto che Commisso non metterà soldi e il Comune non investirà, per il restauro profondo dello stadio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Paolo - 1 mese fa

    Anche uno sciocco si accorgerebbe che, in pochissimo tempo, sono usciti nomi di persone di organismi vari (politica in primis) per cercare di mettersi di traverso a Commisso sulla questione “stadio”.

    Qui, secondo me, i casi sono due: o tutti questi soggetti non gradiscono che un imprenditore importante come Commisso sia venuto dagli U.S.A. qui in Italia e, in particolare, a Firenze con l’intento di costruire qualcosa di importante per la città e per i tifosi oppure (e questo, se fosse vero, mi inquieterebbe ancora di più) questi (compreso anche alcuni pseudo-tifosi) in realtà non gradiscono affatto che la Fiorentina possa gradualmente salire di livello fino ad arrivare ad impensierire le strisciate, le romane e il Napoli, bensì preferiscono che la squadra viola rimanga, nel tempo, una semplice “provinciale” che si arrabatta sempre per stare nelle posizione di medio-bassa classifica e questo (se fosse vero) significherebbe, purtroppo, che anche fra quelli che si definiscono “tifosi viola”, in realtà (sotto sotto) preferirebbero veder trionfare sempre le solite squadre blasonate.

    Francamente, non so che altro pensare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ziomario - 1 mese fa

    Nervi aveva pensato lo stadio Franchi come un’opera pubblica non come un’opera d’arte e come tale
    va trattata. SFV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. N_q - 1 mese fa

    Lo stadio Artemio Franchi, pur nella sua rilevanza storica, affettiva ed architettonica non è più in grado di garantire gli standard minimi che sarebbe lecito aspettarsi dal principale impianto sportivo di una città di caratura mondiale.
    Che fare?
    Chi si spertica a difenderlo nella sua intoccabilità, quasi equiparandolo al Battistero, si copre di ridicolo ma viene preso tremendamente sul serio. Nella mia ignoranza dubito fortemente che il Nervi abbia pensato allo stadio come un ‘monumento’ intoccabile come fosse il David, ma magari mi sbaglio.
    Se dovessero esserci elementi e/o stili da rispettare, Commisso può permettersi fior di architetti che possono rendere il giusto omaggio all’impianto come lo abbiamo conosciuto fino ad oggi senza pregiudicare la costruzione di un impianto moderno (anche ex novo).
    Ma qui mi da l’idea che ognuno voglia difendere il proprio orticello senza rendersi minimamente conto come questo significhi galleggiare nella mediocrità.
    Spero qualcuno si dia una svegliata, per il bene della Fiorentina, ma soprattutto di Firenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Claudio50 - 1 mese fa

    Se sono caduti pure i ponti e la politica non ha ancora capito niente….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. fox - 1 mese fa

    Io vado a campi forza Viola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Tagliagobbi - 1 mese fa

    Ora viene un team di archistar e con un po’ di stucco sistemano tutto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Eziogolgobbo - 1 mese fa

    Eh sì!!! A breve mi aspetto Renzella con striscione: “ io sto con James “. Dopo quelli con io sto con Rocco, io sto con nervi, io sto con franchi, io sto con i tifosi, io sto con l’aeroporto, io stavo con la Mercafir, io che ci sto a fare, …. praticamente sta un po’ con tutti!!!…. come le ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Daniele C. - 1 mese fa

    Pd Pd Pd Pd Pd Pd Pd Pd Pd Pd Pd Pd Pd Pd Pd Pd ECCO IL PROBLEMA…..PER CHI ANCORA NON L’AVESSE CAPITO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jackfi1 - 1 mese fa

      Ti vorrei far presente he il precedente ministro dei beni culturali non era del PD ma del governo lega 5stelle e non mi pare che due anni fa il Franchi brillasse di salute. Qualsiasi governo ci metti i soldi mancano comunque quindi almeno tu non sia in grado di trasformare l’acqua in oro mi pare un commento buttato abbastanza a caso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele C. - 1 mese fa

        Non hai capito a cosa alludevo. Non mi riferivo al Ministero ma all’amministrazione di Firenze che si oppone all’idea dello stadio fuori comune e vorrebbe la ristrutturazione del Franchi alle sue irrimovibili condizioni, ovviamente senza cacciare un euro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. jackfi1 - 1 mese fa

          Ok, vista così posso essere parzialmente d’accordo ma rimane sempre il punto focale. Il sindaco di una città lavora per le esigenze dei fiorentini e non di quelle dei tifosi della fiorentina e purtroppo in questa vicenda in alcuni aspetti non combaciano. In un mondo ipotetico Nardella sarebbe il primo a dire andiamo da un’altra parte, ma purtroppo le ragioni economiche al giorno d’oggi prevalgono. Se poi Commisso decidesse di cambiare e optare su Campi dalle ultime interviste di Uva e da quelle di qualche mese fa non trapela ostruzionismo da parte di Nardella. Poi bisogna vedere cosa succederà al momento della verità. Le condizioni irremovibili non le detta Nardella ma è stata la società giustamente a dettarle e Nardella si è schierato dalla parte di Commisso perchè sa benissimo che senza la fiorentina quello stadio muore. Di conseguenza al momento sta facendo gli interessi dei fiorentini perchè senza la Fiorentina c’è la possibilità di una tassazione ai cittadini(a mio avviso ipotesi remota) e a quel punto sarebbero sicuramente tutti a lamentarsi, oppure di lasciare lo stadio abbandonato e in tal caso a lamentarsi saranno solo gli abitanti della zona che vedranno il valore delle loro case scendere non per colpa loro. Ci fossero i soldi sarebbe tutto più semplice ma in un paese come questo dove i soldi non ci sono l’unico iter possibile è questo. Se comunque vai a ricercare le interviste agli altri partiti politici della toscana e di Firenze vedrai che tutti hanno linee ben più dure di quelle del PD e si schierano solamente a favore di un restyling del Franchi anche leggero che non porterebbe sicuramente vantaggi e sono assolutamente contrari allo stadio a Campi. Quindi anche con altri politici non penso la cosa sarebbe migliore

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Bob - 1 mese fa

    Il vero problema non è ristrutturarlo perché se anche lo fosse non andrebbe bene lo stesso. Ha degli standard oggi inconcepibili

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Gasgas - 1 mese fa

    Tranquilli, partono la Grifoni e gli eredi Nervi con gli Archistar e la sistemano loro la crepa… Con le loro chiacchiere lo rimettono in sesto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Aristarco - 1 mese fa

    No no, niente di grave dai. Piccoli difettucci che non incidono più di tanto. Fate i complimenti al sindaco Nardella quando lo intervistate (succede quasi tutti i giorni tra radio e siti internet) e evitate di ricordargli quella brutta storia della Mercafir, una cosa che nelle ultime due campagne elettorali elettorali qualche nemico gli aveva inserito a tradimento nel suo programma! meno male che lui è un sindaco dalla schiena dritta e dalle idee chiare e porterà avanti lo stadio franchi in ogni modo: in piedi o crollato! Grazie Dario

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. loris82 - 1 mese fa

    Dato che in questo momento lo stadio è un bene pubblico, perché non chiedere tramite una sorta di “referendum comunale” direttamente ai cittadini di Firenze se vogliono uno stadio nuovo o no? Invece di sentire opinioni di architetti e archistar che nello stadio ci saranno stati una volta nella vita e non lo vivono tutte le domeniche come I tifosi? È paradossale che come sempre mettono voce persone che non vivono questa realtà, lo stadio Franchi è parte della storia ok ma ha evidenti problemi strutturali ed è obsoleto, non siamo più negli anni ‘30 mi sembra assurda questa situazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Superviola - 1 mese fa

      La tua richiesta è giustissima, tieni conto che alcuni anni fa per la Tramvia il Comune di Firenze lo fece un referendum, in effetti non si capisce perché per lo stadio, su un tema molto sentito dalla cittadinanza, non si debba fare.
      Mi viene un sospetto, lo sai perche non lo fanno il referendum? Perche’ qualsiasi decisione vincesse, rifacimento del Franchi in chiave moderna o stadio nuovo, metterebbe il Comune con le spalle al muro, lo costringerebbe ad agire e fare, mentre io ho l’impressione che, al di la’ dei soliti discorsi di circostanza, Nardella non voglia fare proprio nulla..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Calabriaviola - 1 mese fa

    Commisso o non Commisso, è bene che si interessi la Procura della Repubblica di Firenze. I tifosi della Fiorentina, quando si potrà tornare ad assistere alle partite di calcio, non possono correre rischi, NON SCHERZIAMO CON QUESTE COSE! Ovviamente, ai difensori dello stadio monumento-storico l’incolumità dei tifosi non importa nulla… non una parola sul decadimento dello stadio… sono una persona moderata e, quindi, ribadisco solo che sono dei cialtroni che probabilmente non mettono piede nel Franchi forse da decenni. Per lo stadio da rifare oramai la strada è segnata, si dovrà fare in altro luogo.
    FORZA VIOLA Sempre e comunque!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. alex9000 - 1 mese fa

    La stampa scritta, parlata le radio le tv che si occupano di FIORENTINA potrebbero fare una grande campagna pro COMMISSO.

    Invece avete pure voi giornalisti un “Comitato per la salvaguardia del Franchi”, che si oppone allo stadio nuovo a Campi (o da altre parti).

    A voi che importa, tanto l’acqua non la prendete, i bagni di tribuna sono più o meno decenti, l’importante che la Fiorentina giochi a due passi da casa vostra ….Campi è così scomodo …

    Siete tati i primi a scendere in campo quando ancora si parlava di Mercafir …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Marcoviola - 1 mese fa

    Levate L agibilità a questa struttura prima che accada una tragedia,fate firmare chi si oppone e poi almeno fischia in carcere.. metteteci la faccia almeno sarete voi i responsabili!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Superviola - 1 mese fa

    Per tutti quelli che dicono che l’attuale situazione del Franchi e il progetto di Commisso non sono da mettere in relazione, perché per il Franchi sarebbe solo necessario fare un restauro conservativo, che comunque non costerebbe meno di 6-7 milioni, ovviamente a carico della cittadinanza, io rispondo in maniera molto semplice….spiegateci allora perché finora non è stato fatto questo restauro conservativo! Ve lo dico al rallentatore così capite meglio N O N C I S O N O
    I S O L D I!
    Ma scusate, ci prendete per imbecilli? Il Ministero delle Belle Arti non ha i soldi per mantenere in modo degno il più importante sito archeologico d’Italia, Pompei, che spesso cade a pezzi come ricorderete, e voi volete farmi credere che lo Stato d’ora in poi curerà il Franchi come il gioiellino di famiglia?
    La verità è che un conto sono le argomentazioni e le idee più o meno condivisibili, un conto è metterle in pratica, quando i soldi non ci sono!
    Non puoi aumentare le tasse alla cittadinanza per la manutenzione ordinaria e straordinaria del Franchi!
    Aggiungo inoltre che se la Fiorentina decidesse di giocare altrove e quindi smettesse di pagare al Comune i canoni di affitto , cosa che io spero vivamente che accada perché ad ogni azione deve corrispondere una reazione, se diranno di no al suo progetto, il Franchi sarà inesorabilmente indirizzato verso un deterioramento inarrestabile, ci vorranno 10 anni o 20 anni, ma questo sarà il suo destino, perché non ci sarà nulla , oltre la Fiorentina, che può mantenerlo in vita, non nascondiamoci dietro un dito, lo sappiamo tutti…altro che negozi, rugby, concerti, o altro.
    Marcira’ tutto è diventerà un rudere.
    Ecco perché sarebbe importante che il Ministero accogliesse il progetto della Fiorentina, perché questo non determinerebbe la demolizione totale dell’impianto, come è stato detto per pura propaganda, ma consentirebbe al Franchi nelle sue parti veramente caratteristiche che sarebbero tutte preservate, di vivere ancora per i prossimi 100 anni!
    FORZA COMMISSO E FORZA VIOLA!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jackfi1 - 1 mese fa

      Parole sante. A fare progetti siamo tutti bravi. Per fare un progetto bisogna solo spendere i soldi della carta su cui stamparlo. Quando si arriva a reperire i fondi come si dice a casa mia casca l’asino. Basta fare un giro su internet e i luoghi storici abbandonati ne trovi a decine:le mura d’alessandria, le rovine di Anzio, l’anfiteatro romano a Libarna. Stiamo parlando di luoghi che hanno le potenzialità di attrarre migliaia di turisti e sono lasciati in stato di abbandono. Non capisco con quale logica queste persone pensano che il ministero che non spende per queste opere possa spendere per il Franchi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ginox - 1 mese fa

      Analisi perfetta. Sottolineo l’avversione da parte del comune di Firenze alla costruzione di un nuovo impianto in comune limitrofo…. Chiaramente ci sono in gioco gli oneri (tasse) e gli onori (poltrone)…gli fosse andato a boccino la mezza fuffa della mercafir sai quanto gliene importava a tutta questa bella gente della ristrutturazione del Franchi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Enzo2 - 1 mese fa

      Analisi lucida la tua. Non condivido la parte finale però. Io vorrei uno stadio NUOVO, magari a CAMPI‼️

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Bob - 1 mese fa

      Non hai capito niente. Il tema della ristrutturazione è secondario. Questo stadio non è più adeguato così com’è. Punto e basta. Anche se lo ristrutturassero sarebbe uno stadio di 80 anni fa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Tato - 1 mese fa

    Questo degrado ci fa capire che finché c’è da parlare e basta tutti son buoni. Dove sono stati finora la, Soprintendenza e il Ministero dei Beni Culturali?. Anche se lo stadio è Comunale, un controllo per monitorare la, situazione del nostro patrimonio artistico, potrebbero farla o no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. ginox - 1 mese fa

    Ma l’avete mai visto in faccia Nardella? Uno democristiano che deve ringraziare il cielo non ci sia più la Democrazia Cristiana. Non lo avrebbero certo voluto, mica erano fessi loro….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Marco pennaviola - 1 mese fa

    Come per il sordo del proverbio, non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Angel - 1 mese fa

    Ecco, Chiamate la maleducatissima signora che ha rilasciato l’intervista 2 gg fa, la ex soprintendente, e ditele di iniziare a trovare i soldi, non pubblici, per rimetterlo a posto, perché Commisso è bene che acceleri per Campi B.zo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Hatuey - 1 mese fa

    Conciliare la conservazione del “monumento” Franchi con la realizzazione di uno stadio di calcio dive si vedano le partite in maniera decente è impossibile. Il franchi così com’è, restaurato o meno, non è uno stadio di claclio moderno. Se vogliono tenerlo come monumento, che lascino costruire a Rocco un nuovo stadio in altra zona e paghino la restaurazione con i soldi del Ministero. Non c’è altra alternativa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Naz1960 - 1 mese fa

    Qui finisce come il ponte Morandi, finchè uno un si fa male, ma male veramente, questi idioti non alzano un dito. E tutto perchè c’è un vincolo architettonico……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Lore97 - 1 mese fa

    In questo paese fino a quando non accadono le tragedie la politica non si smuove. Verrebbe quasi da sperare che questo impianto fatiscente crolli in questi mesi senza pubblico prima che si possa ritornare allo stadio per evitare una catastrofe (ammesso che ci facciano tornare visto la dubbia agibilità). Io di sicuro non ci metterò piede

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. LoreBBB - 1 mese fa

    eh che vuoi che sia. quando sei dentro al franchi ti pare di guardare la gioconda, cadere dalla scalinata perchè crolla è un costo che tutti sono disposti a pagare per ammirare cotanta bellezza (cit. soprintendenza)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Tato - 1 mese fa

    Video da far vedere ai prof Franchi, compreso quello postato su Twitter da Sara Meini. Basterà una Restaurazione light?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Tato - 1 mese fa

    Fate vedere questi video a Pier Guidi, Grifoni, Calatrava, Foster, l’abate tutto il comitato pro Franchi. Ieri mattina abbiamo avuto una lieve scossa di terremoto (magnitudo 3.1) a Castellina in Chianti, che non dista anni luce da Firenze. Provate a immaginarlo più forte mentre al Franchi ci sono 30000 persone….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. jackfi1 - 1 mese fa

    Mi pare una crepa strutturale grande quanto una casa. Ma i nipotini di Nervi e tutte le associazioni questi video li guardano??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. jackfi1 - 1 mese fa

    Ora.. Vorrei una risposta sincera da tutti quelli che si oppongono alla demolizione. Io non metto in dubbio che questo sia un edificio che dal punto di vista architettonico ha tratti unici e precursori di quella che è stata l’architettura dei decenni successivi, ma lo scempio riportato sia da Sara Meini che da questo giornalista inglese vi sembra anche solo vagamente paragonabile al significato di sicurezza? Che ci sia o meno la Fiorentina a giocarci dentro. Ieri leggevo delle ipotesi di riconvertire le aree per farci negozi o altro. Ideaa bellissima, ma se voi foste proprietari di un negozio ci andreste sotto alle gradinate ridotte in quella maniera?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Marcoviola - 1 mese fa

    Le condizioni del Franchi sono veramente pessime: se la vedano il comune e tutti i sostenitori del no a tutto. Campi è l’unica soluzione praticabile alla faccia dei burocrati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Enzo2 - 1 mese fa

    … è nova! Dai dai… avanti Rocco! Avanti a Campi ‼️

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy