Atalanta, la crisi corre su What’s App: ma è vera? Dea avanti in Champions e ora la Fiorentina

Circolano messaggi vocali su una crisi di spogliatoio nell’Atalanta. E’ così? Non sembrerebbe, almeno guardando i risultati: la squadra ha passato il turno in Champions e ora punta la Fiorentina

di Stefano Rossi, @StefanoRossi_

Domenica pomeriggio la Fiorentina affronterà l’Atalanta in campionato. La squadra di Bergamo è davvero in crisi come si vocifera? Quei vocali What’s App che girano sono veri? Gasperini si dimette e il Papu Gomez se ne va? Domande che, nel concreto, non hanno una risposta. E allora è bene lasciarle da una parte perché si corre il rischio di fare come nel gioco del telefono senza fili in cui, all’ultimo sciagurato, non arriva mai il messaggio originale. Crisi o no, l’Atalanta continua ad andare forte. Soprattutto in Champions dove, per il secondo anno consecutivo, ha superato il girone ad eliminazione. Significa crescita, soldi, prestigio e soddisfazione. Più che da un presunto spogliatoio polveriera, la Fiorentina dovrà guardarsi dalla qualità di una squadra che in realtà grandi crisi non le ha mai sofferte.

Per la Fiorentina e Prandelli sarà un po’ come guardarsi davanti allo specchio del passato. Ciò che fanno oggi i giocatori di Gasperini è all’incirca ciò che facevano i gruppi di Cesare nella prima avventura a Firenze. Lassù, infiltrati fra le grandi al tavolo del grande calcio. Certo, imbucarsi è possibile ma rimanerci senza essere scacciati non è per tutti. E oggi l’Atalanta sta riuscendo bene in questa impresa. Puntando su giocatori che non hanno un passato all’altezza di questo presente. C’è anche una piccola colonia viola: Ilicic, Muriel e adesso anche su Piccini. Domenica occhio a tutti ma soprattutto a loro, se dovessero giocare. Il gol di Pjaca col Genoa spiega sufficientemente bene perché.

GERMOGLI PH: 7 DICEMBRE 2020
8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Eldiablo63 - 2 mesi fa

    Non si puo’ andare in campo con giocatori fuori forma o demotivati anche se dal passato glorioso,Ribery mettiamolo nel secondo tempo,sono piu’ le palle che perde con relativi contropiedi avversari che le occasioni create x la squadra.Callejon ? Caceres? Pezzella? Pulgar? Io non li farei giocare! A Vlahovic va affiancato un altro attaccante di ruolo, mettere Lirola e fargli fare la fascia destra al posto di Caceres.Se non arrivano palloni in area e si fa una fatica bestia a creare superiorita’ numerica xchè non si riesce a dribblare o a fare passaggi filtranti non si segnera’ mai nemmeno con Messi,Mbappe’,Ronaldo…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marcoviola - 2 mesi fa

    Ma un raffreddorino a ILicic no è

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ilRegistrato - 2 mesi fa

    Comunque a me piacerebbe che la Fiorentina fosse in crisi come l’Atalanta. Sono in crisi e vanno a vincere fuori casa con l’Ajax. Domenica servirà una partita aggressiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Staffa - 2 mesi fa

    Domenica ci fanno i c##o anche se gli leghi insieme i lacci delle scarpe…altro che crisi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ilRegistrato - 2 mesi fa

    Bisogna che la Fiorentina comincia ad assestare dei calci ben tirati a Ilicic e compagni. Ribery i difensori avversari lo servono subito a inizio partita perché noi non dovremmo fare lo stesso?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. underdog - 2 mesi fa

      Perché noi restiamo in 10 dopo un quarto d’ora.
      Garantito.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Sblinda - 2 mesi fa

      Il vero senso dello sport

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. dallapadella - 2 mesi fa

      Visto che corrono il doppio manco i calci riesci a tirargli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy