Vlahovic: “Non dimenticherò mai il primo gol. Chiesa? Con lui tutto è più facile”

Vlahovic: “Non dimenticherò mai il primo gol. Chiesa? Con lui tutto è più facile”

Dichiarazioni del post partita

di Redazione VN

“Non dimenticherò mai il primo gol ufficiale. Grazie a Mr, staff e tifosi. Montella mi ha detto segna e io ho segnato, anche grazie a Montiel… Sono contento. Noi ci siamo, come giovani vogliamo mettere il Mister in difficoltà. Io titolare? Decide l’allenatore. Chiesa è importantissimo, prima di tutto è una bravissima persona e ci dà molti consigli, con lui tutto è più facile”. Queste le parole di un emozionatissimo Dusan Vlahovic al fischio finale ai microfoni di Rai Sport.

LEGGI LE NOSTRE PAGELLE

FINALE – Fiorentina-Monza 3-1 s.t. Vlahovic entra e domina, Chiesa la Chiude dopo la paura. Ma Lirola va k.o.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. The Count of Tuscany - 1 mese fa

    In una squadra che ha un gioco e crea azioni il centravanti può essere anche il vecchio caracciolo ex Brescia. Il problema è un centrocampo lento senza cambio di passo, e poi manca ancora un’ala. Montiel e Vlahovic hanno bisogno di maturare, anche se non li giudico così più indietro di un de Paul, tanto per fare un nome milionario. Farei un tentativo per Grifo o Verdi, e a centrocampo il sogno sarebbe Rongier (più forte di barella), ma ho letto va a Marsiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mario - 1 mese fa

      È Verdi quello di cui abbiamo bisogno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Etrusco - 1 mese fa

    Ci siamo ragazzi, finalmente stiamo ritrovando dopo secoli dei bei campioncini tirati su in casa, è tornata la bellezza calcistica a Firenze finalmente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. sempreforzaviola - 1 mese fa

    abbiamo ritrovato rui costa e batistuta?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sempreforzaviola - 1 mese fa

      Mettete quanti dislike vi pare, a me Montiel ricorda tanto il primo Rui Costa, per i movimenti, la visione di gioco, il grande piede e soprattutto per alcuni movimenti palla con la palla, le sterzate improvvise, le veroniche e tanto altro, Dusan invece è un giocatora diverso da Gabriel, ma ci rivedo la stessa cattiveria agonistica, la voglia di mangiare la porta che aveva lui, poi fate voi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Staffa - 1 mese fa

    Grandissimo killer sotto porta..potenza e finalmente uno con gli occhi della tigre e il sangue alla bocca..

    Ma un piacere Dusan..meno versi alla Ibrahimovic..per favoreeeee

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy