Tedesco: “Facevo l’ingegnere, ho scelto il calcio. Fiorentina? Ammiravo quella di Terim”

Tedesco: “Facevo l’ingegnere, ho scelto il calcio. Fiorentina? Ammiravo quella di Terim”

Tedesco racconta la sua storia e la stima per Terim fin da quando allenava la Fiorentina

di Redazione VN

Domenico Tedesco è uno degli allenatori più interessanti della scena internazionale. Ha solo 34 anni, una laurea in ingegneria ed ha già allenato in Champions League. E’ nato in Calabria ma è cresciuto in Germania con la sua famiglia. Da ottobre allena lo Spartak Mosca, in Russia. A Tuttomercatowebc.om ha raccontato la sua storia, citando anche la Fiorentina:

Ho iniziato prestissimo dalle giovanili: 9 anni a Stoccarda, 2 a Hoffenheim e posso assicurare che in Germania si presta molta attenzione al tuo lavoro nel vivaio: se fai buoni risultati nell’Under 17 o nell’Under 19 hai la possibilità già di fare il salto in Bundesliga. Io tifoso viola? No, chiariamo. È una squadra che mi è sempre piaciuta. Ma tutto parte da un Galatasaray-Schalke nel quale mi è stata fatta una domanda in conferenza stampa su Fatih Terim. Risposi che ero affascinato dalla sua Fiorentina, da come la faceva giocare. Lui poi è un grande personaggio. Per cui seguivo la Fiorentina, ma questo non vuol dire che sia tifoso. Secondo me è bello vivere il momento, ammetto che anche io pianifico e tanto. Il calcio però va troppo veloce e a volte dimentichiamo di goderci il momento. E ora penso a godermi il fatto di allenare una grande squadra e che siamo in semifinale di coppa. E soprattutto l’importante è lasciare bei ricordi.

Serie A, se non si gioca a maggio il campionato salta: tutti gli scenari possibili

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy