Stadio Franchi, incontro tra Commisso e istituzioni. Il Pres: “Serve molto lavoro, datemi tempo”

Stadio Franchi, incontro tra Commisso e istituzioni. Il Pres: “Serve molto lavoro, datemi tempo”

Il Presidente si è visto con il Sindaco e il Soprintendente nella sede di Palazzo Pitti

di Simone Torricini, @TorriciniSimone

Continua a tenere banco la vicenda stadio in questi giorni fiorentini di Rocco Commisso. Come anticipato ieri, questa mattina il Presidente aveva in programma un appuntamento alla sede della Soprintendenza con le istituzioni coinvolte nel progetto di restyling del Franchi. Accompagnato dalla moglie Catherine, dal figlio Joseph e da Barone, Commisso si è recato a Palazzo Pitti intorno alle 8 ed è stato dentro per poco più di due ore.

«Siamo abbastanza fiduciosi, ma non voglio fare nessun tipo di commento o previsione», ha detto Nardella alla fine dell’incontro ai media presenti, tra cui Violanews. «Ora bisogna lasciar lavorare la Soprintendenza». Dopo l’incontro interlocutorio dello scorso 28 agosto la Fiorentina ha infatti presentato per il tramite dell’architetto Casamonti il progetto di ristrutturazione.

Molto cauto anche lo stesso Commisso: «Ci vuole molto lavoro, non si può fare tutto in un giorno. Da Pontello a Cecchi Gori ai Della Valle, in venticinque anni lo stadio si è fatto? No. E allora datemi un po’ di tempo», ha detto uscendo da Palazzo Pitti. «Sia i Pitti sia i Medici sono andati in fallimento: io non voglio fallire», ha concluso sorridendo. La strada per lo Stadio, nel frattempo, sembra ancora lunga.

Non è la “prima volta”: nel 1950 il sindaco di Firenze annunciò lo stadio con 120.000 posti!

 

Ghezzal jolly di primo piano, Terzic e Zurkowski le possibili sorprese

25 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. filippo999 - 2 settimane fa

    e cmq a questo punto resta una domanda : ma perchè questo signore
    è entrato nel calcio ? Se sapeva che investimenti non ne avrebbe
    fatti , niente stadio nuovo , come pensa di far crescere la Fiorentina ?
    Con le magliette di Ribery ? Cambiando la gestione dei diritti tv ?
    Figurati , è più facile che ti diano il permesso di buttare giù
    il Franchi . E se più di tanto la Fiorentina non può crescere , a maggior
    ragione non si capisce perchè prendersi tale gatta da pelare .
    Non sarebbe stato meglio attendere l’esito del ricorso al Consiglio
    di stato sulla pista di Peretola per poi eventualmente riprendere il progetto
    dei 50 ettari dei DV ? Tanto , non crediate che sia veloce ristruttare
    il Franchi con tutti quei vincoli , meno di 5 anni nemmeno a parlarne .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. filippo999 - 2 settimane fa

    sono ormai abituato all’idea che nei dibattiti pubblici , non si
    dice quel che si pensa…Commisso non vuole lo stadio nuovo perchè
    costa molto di più . Semplice , chiaro e definitivo . A Novoli c’è
    tutto , terreno disponibile e progetto , non ci vuole meno tempo
    rispetto alla ristrutturazione che anzi , probabilmente sarà molto
    più complicata e lunga . Il combinato disposto dato da questa notizia
    unita agli zero investimenti in sede di mercato dà un indizio molto
    forte sulle intenzioni di Commisso . E siccome non mi va di illudermi a scatola chiusa , per poi rimanere molto più deluso dopo , preferisco cominciare ad essere molto deluso adesso .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Staffa - 2 settimane fa

      ma non era stato detto che la ristrutturazione costerebbe 150mil? e gli architetti interpellati hanno detto che con la stessa cifra si fa uno stadio nuovo da 40000 posti super tecnologico?

      se non li vuol spendere è un altro conto…ma che costi di piu, a quello che è stato detto fino ad oggi, non è vero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Pepito4ever - 2 settimane fa

    Credo che Rocco si riferisse ai Bardi, ai Peruzzi e Acciaoli, i banchieri più famosi prima dei Medici che prestarono miliardi di euro attuali all’Inghilterra per la guerra e divenne insolvibile e alla crisi della bancarotta fiorentina del 1345……I Medici hanno iniziato a splendere nel 1395 quando i figliolo di Bicci (Averardo dè Medici), Giovanni, aprì il Banco dei Medici e fece una montagna di quattrini. Suo figlio Cosimo il Vecchio, riuscirà ad espandere in tutta Europa il banco dei Medici, diventando di fatto uno degli uomini più ricchi non soltanto di Firenze, ma di tutto il mondo: soltanto con lui inizia il vero e proprio dominio dei Medici sulla città di Firenze…..Anche se solo il grande Cosimo fu nominato pater patriae lo furono tutti i Medici per Firenze. I Signori di Firenze……sono stato sintetico ma i Medici non sono mai falliti solo che quando morì Gian Gastone un ciaveva figlioli sicchè Firenze alla sua morte portò il Granducato nella mani di Francesco I di Lorena, marito dell’imperatrice Maria Teresa d’Austria, rimanendo ai loro discendenti fino all’Unità d’Italia…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ilRegistrato - 2 settimane fa

      La Banca Medici e’ fallita si’. Riguardati un po’ la storia, anche su wikipedia. Lorenzo il Magnifico era un grande politico ma aveva trascurato gli affari e dunque la banca falli’.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ilRegistrato - 2 settimane fa

      Guarda siccome io odio le fake news e tutti coloro che poco informati mettono in giro notizie non veritiere voglio facilitarti il compito https://it.wikipedia.org/wiki/Banco_dei_Medici

      Riporto l’ultima frase di questo articolo su wiki: “I beni vennero distribuiti ai creditori e tutte le filiali vennero dichiarate fallite.”

      Poi c’e’ da dire che i Medici che furono granduchi appartenevano al ramo cadetto della famiglia visto che Lorenzo il Magnifico mori’ senza eredi maschi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Staffa - 2 settimane fa

    nessuno nessuno…redazione compresa,che mi spiega quanto chiesto sotto? non era ne polemico ne ironico…vorrei proprio capire…grazie…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ilRegistrato - 2 settimane fa

      Dal punto di vista di Commisso l’unica motivazione che riesco a vedere e’ che il Franchi e’ un edificio storico di un certo valore architettonico. Allora mettendo i soldi per un restyling Commisso (o la Fiorentina) potrebbe riuscire ad avere dei diritti sullo sfruttamento dell’impianto a fini turistici e promozionali che forse Commisso e soci considerano di maggior valore di cio’ che potrebbero tirare fuori da un impianto nuovo. Altrimenti la vicenda per me rimane un non senso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Staffa - 2 settimane fa

        boh…ma mi pare strano.. quali fini turistici? turismo sportivo all’r
        artemio franchi a campo di marte…mmm…un americano poi..dove buttano giu e ricostruiscono ogni 3 mesi..

        no, ci deve essere altro…ovviamente economico/burocratico, almenoche ristrutturando un opera architettonica non gli facciano risparmiare un botto di tasse…vedi colosseo/DV…

        sennò vuol dire che la realtà dei fatti è che a novoli non si può costruire..punto. e allora di che sè parlato da anni fino a oggi?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. tifoso - 2 settimane fa

    Qualsiasi cosa venga fatta per migliorare è la benvenuta, non c’è bisogno di pretendere che tutto sia fatto subito.
    Che poi sta parlando di tutte cose attinenti alla Fiorentina, e non di fare la cittadella e altre cose per il busuness personale/estraneo alla Fiorentina.
    Quindi.. grazie Rocco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Barsineee - 2 settimane fa

    I Medici non sono mai falliti! Come detto da Folder hanno consegnato il granducato di Toscana ai Lorena per motivi politici non certo economici. Se oggi esiste la Banca d’Italia si deve al Banco Medici (detto anche il Banco). Ti sei mai chiesto perché la città che per secoli è stata il fulcro dell’economia mondiale (garantiti anche in estremo oriente, quando la Cina all’epoca era distante due anni di viaggio) non ha una Banca? Perché ha creato la banca nazionale dello stato dove sei nato! Prima di parlare di storia, aprire un libro please!!! Non toccare la storia di Firenze okkei? Okkei?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ilbabonazionale - 2 settimane fa

      Si’, ma tranquillo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Lilloneviola - 2 settimane fa

        m’hai piegato :)))))))))))))

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. folder - 2 settimane fa

    Per la precisione:i Medici non sono andati in fallimento ma tramite l'”ortaggio”
    GianGastone hanno consegnato ai Lorena(poi Asburgo-Lorena) uno Stato in piena prosperità sia economica che culturale!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Xela - 2 settimane fa

    l’abbozzassero di ragionare di restyling… dare in mano ad un americano che non capisce una mazza di architettura e beni culturali il franchi è da ricovero. per lui è un ammasso di cemento. lì non hanno una cultura storica perchè le cose più antiche che hanno c’hanno quanto il franchi e le buttan giù perchè non hanno alcun valore artistico. lo paragona a wembley quando non c’entra nulla.

    buttar giù le curve è pazzia, se lo decidessero contatterò italia nostra, sgarbi, i pronipoti di nervi e quant’altro per evitare lo scempio.

    stadio nuovo e basta!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Burlamacchi - 2 settimane fa

    Un progetto del genere non si fa in pochi giorni. Ha ragione Commisso a chiedere tempo.

    Ma tanto oggi nel mondo va di moda il “Tutto e subito”. Si pensa che basti schioccare le dita per tirar su un palazzo, fare una strada, un ponte…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gamba - 2 settimane fa

      Oddio sullo stadio va detto che sembra la novella dello stento..non averlo subito ma almeno finalmente avere qualche certezza..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Burlamacchi - 2 settimane fa

        Concordo, ma è un discorso che si poteva fare per i Della Valle.
        Commisso è qua da tre mesi e mi sembra abbia già un’altra marcia. Una settimana fa era in Comune ed oggi in Sovrintendenza. Prima passavano mesi fra due riunioni del genere.

        Visto che ha raccontato come abbia trovato una situazione peggiore di quanto pensasse, credo si sia dovuti ripartire se non da zero quasi. Quindi ci vuole del tempo, visto che risiamo al punto di partenza.

        Inutile sperare che certi pareri o passaggi possano essere saltati.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Staffa - 2 settimane fa

    c’è qualcuno che mi spiega il perche è meglio fare una ristrutturazione del franchi anzichè costruire il nuovo?

    se non ho capito male lo spazio accanto alla mecafir sarebbe sufficiente e per di piu farlo nuovo costerebbe anche meno…

    cos’è che mi sfugge? cosa mi sono perso?

    mi spiegate?

    grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. tramvia=idiozia - 2 settimane fa

      Che costi meno fare lo stadio nuovo che non sistemare il Franchi, lo spara qualche giornalista che tifa per la prima ipotesi, tra l’altro citando cose diverse negli articoli che ho letto (tutto il progetto VS solo lo stadio nuovo, e non i 30 milioni per coprire lo stadio e 70 milioni di mangiatoia politica che già stanno progettando contro tutto il progetto dello stadio a Novoli mentre si cita solo il costo materiale dello stadio).
      Cito le cifre sui giornali, non ho fonti interne ovviamente!
      Ti pare che se costasse meno lo stadio nuovo, Commisso non lo preferirebbe?
      Chi ci mette i soldi (i propri) sa far di conto e tiene conto di tutto (pure della demografia, per dire, dove nella provincia di Firenze i locali spariscono a ritmi medi di 400 al mese, nati-morti dove i nati non è detto che siano “viola”, in parte coperti da gente che viene da fuori , che siano stranieri o italiani ma a parte un sindaco ruffiano, difficilmente un napoletano tiferà Fiorentina).
      A meno che i fiorentini non ci si mettano d’impegno a fare figli o che la Fiorentina non diventi una squadra da far sognare ed innamorare molta gente che fiorentina non è, tra 4 o 5 anni gli abbonamenti faranno fatica a superare la soglia dei 20 mila anche con tutto l’entusiasmo possibile, e non avrà effetto solo abbonamenti ma tutto il comparto economico collegato.
      So benissimo che il tifoso sfegatato sogna più di fare come la Juventus che non l’Atalanta, ma chi ci mette i soldi vuole vederli tornare (so anche bene cosa succederà dopo questo messaggio, ma poco importa dato qualcuno che spieghi come va il mondo reale serve, poi non dipende da me che tutti gli altri lo capiscano).
      Quindi intanto a quali cifre ti riferisci delle centomila uscite sui costi dei due progetti? Partendo da lì, uno può tentare di spiegare se sono vere o propaganda a favore di una tesi oppure immaginare che Commisso sia un fes.o!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. filippo999 - 2 settimane fa

        se tutto questo è vero , ma allora non serve a nulla nemmeno
        ristrutturare il Franchi ! Se il Comune vuole evitare che
        cada a pezzi , che se lo paghi lui , non capisco perchè
        ce li deve mettere la Fiorentina…se non vuoi pagare 200 mln
        per lo stadio nuovo , puoi anche evitare di buttarne 50 o quelli che
        saranno…cmq , credo che non se ne farà di nulla , adesso
        fanno finta di essere accordo , ma quando si andrà nel concreto
        del progetto , voglio vedere…perchè ancora non c’è nulla…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. tramvia=idiozia - 2 settimane fa

          Credi che quando i Della Valle e Commisso si sono accordati sul prezzo non abbiano discusso dello “scorporare” i vari costi potenziali?
          I Della Valle puntavano ad un’enorme speculazione immobiliare come frutto maggiore per rientrare dell’investimento, poi il settore immobiliare è crollato (altra cosa legata alla demografia ed al fatto che comunque si sta continuando a costruire come negli anni ’70)sia come residenziale che come commerciale (qui il discorso è il commercio online), cosa che ha fatto “cappottare” i progetti ed i sogni nati 20 anni fa.
          Devi calcolare che il Comune vuole sempre una grossa fetta su queste operazioni (le chiamano “opere di compensazione” ma di fatto non è molto diverso da una tassa o dal pizzo, dato che le chiedono anche se l’opera è utile al pubblico) che nessun imprenditore paga di tasca sua ma le rigira sui costi finali del costruito. Il giochino funziona se spendi 1 di base, paghi 2 con questo pizzo, e vendi a 5… oggi a costruire vai in pari o quasi.
          Provate a far valutare casa vostra (se non in pieno Centro, e rimarreste delusi).
          Addirittura se costruisci ancora fai calare il valore dell’esistente, quindi ormai è praticamente a rimessa e se non vendi tutto, è rimessa certa!
          Non recuperi certo milioni di investimento vendendo magliette.

          Se non si ha un quadro d’insieme non si capiscono le motivazioni.

          Ora fatta questa doverosa premessa della fase economica attuale, Commisso ha comprato voglioso di entrare nel mondo del calcio, ma dubito voglia farlo a rimessa.
          Avrà calcolato che spendendo tot per il Franchi, e gestendo la squadra in modo oculato (sia economico che sportivo) i conti gli tornino, non lo so…non sono nella testa del patron, ma i dati che citavo nell’altro commento la mettono dura recuperare investimenti massicci “extra”.
          Bisogna essere realisti, e vedere com’è Firenze vista dal piazzale!
          Di certo per togliere la Fiorentina dalla metà bassa della classifica, serve più calciatori boni che stadi, per ora..e pure quelli costano.
          Resta il fatto che ancora non hai citato i dati a cui ti riferivi nel primo tuo commento per cui dicevi che lo stadio nuovo sarebbe costato meno di una ristrutturazione del Franchi. Non è un’accusa, solo chiedere dove l’hai letto perché pare piuttosto inverosimile (ma so di alcuni giornalisti fantasiosi o che creano illusioni o polemiche ad arte)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. tramvia=idiozia - 2 settimane fa

          Oops, visto ora il nome, quando appare la replica, lascia perdere l’ultima riga

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Enzo2 - 2 settimane fa

    C.V.D. Si continua a prendere l’acqua! Avanti Violaaaaa!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. ziomario - 2 settimane fa

    Storia già sentita da parte dei politici e adesso ci mettiamo anche le belle arti…… SFV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy