Sky, Pioli non rischia l’esonero immediato

Le ultime sul caso-Pioli, scatenato dal comunicato della Fiorentina che ha annunciato un incontro nelle prossime 48 ore

di Redazione VN
Stefano Pioli Fiorentina

Il comunicato diramato dalla Fiorentina attraverso i suoi canali ufficiali ha (ri)acceso il dibattito sul futuro prossimo di Stefano Pioli. Secondo quanto riportato da Sky Sport, tuttavia, l’attuale allenatore della Fiorentina non rischia un esonero immediato. La sua strada si separerà da quella del club a fine stagione, si specifica, ma non nei prossimi giorni. Separazione che sarà comunque consensuale, dal momento che lo stesso Pioli – si legge sul sito di Gianluca Di Marzio – non è intenzionato a continuare la sua carriera sulla panchina della Fiorentina. Più probabile dell’esonero è al momento l’ipotesi ritiro.

Violanews consiglia

Nota ACF: “Grave sconfitta, incontro proprietà-dirigenza nelle prossime 48 ore”

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Up The Violets - 2 anni fa

    Oggettivamente, è giusto così.

    1) Esonerare il pur colpevolissimo Pioli (per sostituirlo poi con chi, con Reja?!?) farebbe diventare questa vergogna per il genere umano una “squadra di calcio” solo nella testolina di quegli ormai ultimi e sparuti giapponesi leccavalle che si buttano sull’allenatore perché non gli è rimasto altro da attaccare, dato che puntare l’indice contro Gerson, Norgaard, Simeone, Vitor Hugo, Pjaca, Edimilson, Biraghi o Laurini sarebbe troppo perfino per loro. E ho citato solo quelli veramente scarsi, eh. Anche tra i presunti “big” c’è ben poco che valga davvero la zona medio-alta della classifica, visto il rendimento di certa gente. Chiesa, forse (FORSE) Muriel e ben poco altro.
    2) Ormai mettere due allenatori a libro paga sarebbe davvero uno spreco di soldi. Se tu avessi voluto farlo, avresti dovuto farlo quando ancora si era in corsa per qualcosa, nella speranza perlomeno di una scintilla. Adesso invece è chiaro a tutti, forse perfino alla stessa manciata di leccavalle rimasti nelle trincee a Okinawa in attesa della riscossa del loro imperatore, che l’unica cosa da fare a Bergamo sarà quella di evitare sconfitte pesanti o peggio ancora disastrose, data la differenza abissale in tutto e per tutto tra le due squadre e le due società. Il che già da solo dovrebbe bastare a far vergognare per i prossimi cinquant’anni chi ci ha ridotti così.
    Tra l’altro, faccio notare che ormai arrivare in finale di Coppa Italia non basta più per partecipare all’Europa League anche in caso di sconfitta all’Olimpico. Serve vincere, altrimenti si qualifica la settima del campionato. Posizione che te non raggiungerai MAI, con questa vergogna di “squadra”. E vincere significa che dopo aver eliminato l’Atalanta dovresti avere la meglio in partita secca sul Milan di Piątek o sulla Lazio di Immobile (in casa sua), avendo una difesa che dall’inizio del girone di ritorno ha subito VENTIQUATTRO GOL IN QUATTORDICI PARTITE (contando anche quelle di coppa). E non parliamo dell’attacco, con il capocannoniere in campionato che è ancora una mezz’ala come Benassi, nonostante anche lui non segni più da un po’.

    Resta l’assai fastidiosa sensazione dell’ennesima mossa più di facciata che d’altro. Tesa a non cambiare realmente nulla perché questo tipo di disastro, se non proprio cercato, era stato quantomeno messo in conto dai mediocrissimi programmi estivi, quelli del “settimo posto che fa qualificare in Europa League”, dichiarazione che si commenta da sola. Un elefante che partorirà la solita formichina del solito ritirino, del quale gioverà soltanto l’albergatore prescelto.

    In una società seria, a quest’ora Corvino dovrebbe essere sul primo treno/aereo per il Salento e Cognigni (chiarissime le parole di Pezzella sul suo scontro a mezzo stampa con Pioli, l’ennesima conferma di come questo sia un dirigente di tutto meno che di calcio) dovrebbe essere stato delegato ad altra mansione all’interno del gruppo. E invece entrambi sono ancora saldamente al loro posto, e c’è da credere che al vertice di domani parteciperanno come accusatori, più che come accusati. Nel frattempo sono riusciti a far volare gli stracci perfino con il più aziendalista degli aziendalisti, segno che evidentemente Prandelli, Montella e Sousa non erano dei pericolosi fomentatori e che più di qualche colpettina (eufemismo) i nostri Eroi della Plusvalenza ce l’hanno.

    Ma mi sono risposto da solo: tutto ciò avverrebbe in una società seria. Appunto. Buonanotte Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Il Viola di Gallipoli - 2 anni fa

    Se ne andrà anche dovessimo vincere la coppa Italia.

    Ormai la cosa è chiara da tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Etrusco - 2 anni fa

    Nonostante le scarse qualità non è soprattutto l’allenatore che dovrebbe essere rimosso bensì l’intera dirigenza che dovrebbe autorimuoversi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Horsenoname - 2 anni fa

    Non serve a niente sollevarlo perchè siamo fuori da tutto , la classifica è da retrocessione , la finmale di coppa italia è l’ultimo flebile file che lega la viola a ottenere un posto in europa (difficilissimo per come sta giocando) ma la colpa di Pioli è minima di questo disastro , i responsabiloi veri sono la proprietà e la coppia Corvino – Cognigni , fino a che a gesteri la squadra ci saranno queste persone , potresti assumere anche Mourinho , Conte , Sarri , Pochettino oppure Guardiola o Klopp che il riusultato non cambierebbe perchè il pesce puzza sempre dalla testa non c’è niente da fare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. emilio - 2 anni fa

    …. E DOVE LO TROVANO UN PARAFULMINE COSI’ DOCILE I CIABATTINI MARCHIGIANI…QUALSIASI COSA SUCCEDA GLI SCIVOLA ADDOSSO COME L’OLIO !!! IMPERTURBABILE… SECONDO ME ASPETTA L’ESONERO PER TIRARE A CASA LE ULTIME MENSILTTA’ !!! AMEN

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13664476 - 2 anni fa

    PIOLI DOVREBBE DIMETTERSI MA NON NE AVRÀ IL CORAGGIO ED ALLORA ALMENO LA SMETTA DI FAR GIOCARE GERSON MIRALLAS E EDIMILSON E VALORIZZI I GIOVANI
    FORZA VIOLA SEMPRE E AD MAIORA!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. 29agosto1926 - 2 anni fa

    Ma…… Come. Violanews è di Firenze e quelli di Sky, da Milano, sanno cose che in casa nostra non riuscìamo a sapere?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Kewell - 2 anni fa

    Non avevo alcun dubbio… BARACCONI

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy