Seconde squadre, Fiorentina tagliata fuori. Il sogno di Corvino è rimandato?

Con i criteri annunciati ieri dalla Figc, la Fiorentina viene dopo 5-6 club di Serie A

di Simone Bargellini, @SimBarg

Pantaleo Corvino (e la Fiorentina) sono da anni dei grandi fautori del progetto “seconde squadre”. Eppure, adesso che la riforma sta finalmente per partire, è quasi certo che non ci sarà posto per i viola nel campionato 2018/19. I posti a disposizione per la prima, sperimentale, stagione saranno verosimilmente molto pochi e dipenderanno dal numero di caselle lasciate vacanti dai club di terza serie che non potranno iscriversi. Uno ogni tre (il primo, il quarto, il settimo e così via) sarà destinato, appunto, alle seconde squadre dei club di Serie A interessati e alla luce dei criteri che sono stati comunicati ieri la Fiorentina si dovrebbe collocare indicativamente dietro a: Juventus, Roma, Napoli, Inter, Milan e (forse) anche Atalanta. La graduatoria esatta non è stata comunicata, ma si può intuire visto che si basa sulla media spettatori allo stadio nelle scorse tre stagioni (la Fiorentina è quinta/sesta), sulla classifica di Serie A di questa stagione (Fiorentina ottava) e sul numero di giovani calciatori prestati alle nazionali Under nelle ultime tre annate. Considerando il fatto che i posti disponibili per le “seconde squadre” saranno verosimilmente 2/3 risulta quindi evidente che per la Fiorentina non ci sarà spazio e bisognerà attendere la stagione 2019/2020.

 

vnconsiglia1-e1510555251366

Seconde squadre, i criteri: difficile una candidatura immediata della Fiorentina

Pescare dalle retrocesse, perché no? Sei nomi che potrebbero tornare utili alla Fiorentina

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. STEFANO - 3 anni fa

    Perché secondo voi la Fiorentina è una realtà che ha bisogno di avere una seconda squadra? Di Fiorentina né è sufficiente una, i giovami validi vamno valorizzsti in prima squadra con allenatori capaci di valorizzarli, e non creare una squadra che fa la serie C. Basta tirarli fuori dall’oblio una volta ogni tanto ed avere le palle ed il coraggio di farli giocare in campionato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Enrico_tv - 3 anni fa

    Ci può stare, a parte chi pensa come folder che la fiorentina sia la prima e unica squadra importante in Italia e che se non va così è colpa solo della proprietà perché brutta e cattiva, sa che la fiorentina lavora molto bene con i giovani ma visti gli elementi presi in considerazione non poteva essere la prima..
    Visto che stiamo parlando di un progetto piuttosto sperimentale partire un anno dopo con qualche certezza in più non sarebbe così negativo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 3 anni fa

      Io non penso che la Fiorentina debba essere la prima ed unica squadra importante in Italia ma
      credo fermamente che debba rientrare nel novero delle 5 prime compagini del campionato
      come la storia ci insegna.Poi si può arrivare sempre quinti o a volte quarti oppure terzi e magari,
      come successo a volte,vincere una CI o….un campionato ( io ,e mi dispiace per chi non ha mai gioito
      per questo,l’ho visto vincere 2 volte perché sono nato nel 1952).Certo,per gli acquisti che fa Corvino
      dove su 10 calciatori acquistati ne sono veramente buoni 3, pare impossibile tanto che gli ottavi e i noni
      posti vengono considerati ottimi piazzamenti, ma anche con la mentalità del “fatturato” o quella
      della “dimensione” si fa poca strada.Questo è quello che penso e da VERO tifoso mi dispiace veder
      appassire piano piano questa Società,che per me vale moltissimo,in mano alla peggiore proprietà
      e ai peggiori dirigenti(tranne qualche eccezione) che la storia viola ricordi.Ah: per chi crede ancora nel
      “Rilancio” nominato da ADV dopo Sassuolo……….ci risentiamo alla fine del mercato .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Chianti - 3 anni fa

    E quindi il sogno del Corvo è vincere la serie c?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 3 anni fa

      Aveva detto che voleva vincere qualcosa, tornando a Firenze, non cosa…ma il problema secondo me non si pone: se in C non gli fanno mettere la seconda squadra, ci porterà la prima….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ghibellino viola - 3 anni fa

    E poi… scommettiamo che il Napoli ci sta dietro? Ma avete fatto delle verifiche prima di scrivere l’articolo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ghibellino viola - 3 anni fa

    Ma li avete letti i criteri? Ne prenderanno una o massimo due

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. violaebasta - 3 anni fa

    E ti pareva che qui Italia non adottassero criteri che favorissero sempre le solite note!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. diego_7_392 - 3 anni fa

    Ragazzi posso dire una cosa? Ma chissenefrega!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. folder - 3 anni fa

    Arrivano 6sti anche li!Ahahahahhhahhhahhahhhahahahhahhahahhahahhahahhhahahhhaha
    ahahahhahhahahahahhahahahahhhhahahhhhahhahhahhahahhahahhahahahahhahahahhhahhhhh
    hahahahahhahahhhahahhahahahahha……………

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gianluca - 3 anni fa

      Hai detto bene, arrivano, perché se fosti un tifoso Viola avresti detto “arriviamo”. E complimenti per la miriade di pollici versi che ti becchi ogni volta, dai che fra poco batti il record !!!ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. folder - 3 anni fa

        No: ho detto arrivano perchè mi riferivo ai braccini.I tifosi sono un’altra cosa.Quelli veri arrivano sempre primi; quelli prezzolati come te 6sti come i TUOI PADRONCINI!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Sblinda - 3 anni fa

    Non ho capito per quale ragione i criteri debbano dipendere dale prime squadre. Dovrebbero influire i risultati delle giovanili e il numero di giovani prestati alle nazionali giovanili. Ameno si valorizza il patrimonio di chi ha investito sui giovani e non sulle solite 4-5 squadre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ilRegistrato - 3 anni fa

      Quel criterio c’e’ e li siamo messi ancora peggio. Corvino non fa scuola calcio e non valorizza i giovani italiani. Il settore giovanile della Fiorentina e’ solo un banco prova per i vari giovanotti provenienti da varie parti del mondo ma sopratutto da Belgrado e sopratutto sponda Parizan. Chiesa e’ un’eccezione che comunque ha potuto crescere negli anni in cui Corvino era via dalla Fiorentina.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy