Pedullà: “Quando i club busseranno per Chiesa, la Fiorentina avrà un punto di forza”

Pedullà: “Quando i club busseranno per Chiesa, la Fiorentina avrà un punto di forza”

L’opinione di Alfredo Pedullà sul calciomercato della Fiorentina

di Redazione VN

L’esperto di mercato Alfredo Pedullà ha parlato ai microfoni di Radio Bruno del mercato della Fiorentina:

Il fatto che Federico Chiesa non abbia la clausola rescissoria pone la Fiorentina in una situazione di vantaggio nei confronti di un’altra società per una possibile cessione. Aver superato il mercato in questo modo, per i viola è una medaglia alla serenità, specialmente guardando come la squadra ha risposto sul campo. Non ci sono state situazioni come quella di Allan a Napoli

Violanews consiglia

Da Muriel e Ansaldi a Gori e Thereau: tutte le operazioni invernali della Fiorentina

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. vecchio briga - 6 mesi fa

    Da tifoso vorrei che la Fiorentina decidesse per una volta di fare di un giocatore costruito in casa il simbolo, la bandiera, il capitano della squadra nel nuovo stadio. Ci vuole passione e ambizione. Chiesa sarebbe perfetto e penso che di fronte a una proposta seria ci penserebbe bene. Invece si da per scontato che sarà ceduto. I trobettieri sono già pronti coi titoloni sulla grande plusvalenza. E il tifoso dovrà ingoiare il boccone amaro di vederlo probabilmente con una maglia strisciata addosso. Chiesa e anche altri già mandati via. La Fiorentina era stata brava a costruirsi in casa il futuro di mezza Nazionale Italiana e invece. Sarebbe stato un orgoglio per i tifosi. Non capiranno mai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rudy - 6 mesi fa

      Sei te che ancora ti ostini a non voler capire che in questo modello di calcio il destino di un giocatore lo decide sempre e comunque il giocatore stesso, di qualsiasi squadra, a qualsiasi latitudine. Si potrebbe fare un elenco infinito. E’ di questi giorni che perfino il modesto Benatia ha voluto fare le valigie e le ha fatte, e si parla di Juventus. E le motivazioni possono essere molteplici. Per guadagnare di più, per vincere di più, per giocare di più, perché la famiglia non si trova bene in un posto, ecc.. Alle Società, quando va bene, non resta che rifarsi con una ricca plusvalenza.
      Poi Federico è attaccato alla maglia gigliata, è ricco di famiglia, Firenze è la sua città e deciderà, magari, di legarsi a vita alla Viola, ma sarà comunque lui a deciderlo e non ci saranno proposte di Corvino e dei Della Valle che tengano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy