Puggioni: “Quel Fiorentina-Benevento per Astori. Mi sentivo in colpa quando paravo”

Puggioni ricorda Fiorentina-Benevento, la prima partita senza Astori

di Redazione VN
Puggioni

Il portiere della Vis Pesaro Christian Puggioni ha ricordato su Lady Radio quel Fiorentina-Benevento, prima partita dopo la morte di Davide Astori in cui lui era in porta per i sanniti:

La partita contro la Fiorentina era una di quelle partite che non vorresti mai giocare, anche se era in memoria di un grande uomo come Davide. C’era un clima surreale, si percepiva che era qualcosa di diverso. La Fiorentina voleva segnare, mi sentivo quasi in colpa per le parate che facevo. Ci fu un momento pazzesco, alle una iniziò a piovere, sembrava che piangesse. Poi mi fece gol Vitor Hugo, vidi la palla partire e fui quasi paralizzato. Feci una parata molto simile qualche mese prima su Kalinic, nella stessa porta, e il colpo di testa di Hugo era simile, solo che in quel momento non riuscii a spingere con le gambe. Descrivere ciò che successe è quasi impossibile.
La partita di domenica? Il Benevento è ferito, avrà un livello di attenzione alto e cercherà di colpire la Fiorentina nel momento giusto. Dall’altra parte c’è stato un cambio di allenatore, quindi tutti si sentiranno rimessi in gioco e vorranno dare qualcosa in più. Io ho avuto Pradè come dirigente e Vigorito come presidente, auguro il meglio a entrambi e alle loro squadre.
Dragowski? Mi piace, ha la fortuna di lavorare con un gran preparatore – Alejandro Rosalen – e la unisce ad una struttura fisica importante e ad un’interpretazione del ruolo molto europea. Spero di vedere una sua crescita costante.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy