Pradè: “Siamo nella storia, gioia indescrivibile. Adesso la svolta”

Le parole del dirigente gigliato dopo l’impresa della squadra a Torino

di Redazione VN
Pradè

Daniele Pradè ha parlato ai canali ufficiali gigliati nel movimentato post-partita di Juventus-Fiorentina. Queste le sue dichiarazioni:

“Questa vittoria è dedicata ai tifosi, speriamo di far passare un bel Natale a tutti. Arrivavamo da un periodo duro, speriamo che questa sia la svolta psicologica, le qualità ci sono. Ambizioni? Le ambizioni sono vincere le partite, siamo un gruppo unito. Dobbiamo lavorare tutti insieme e dare il 110%. Sono contentissimo, ma parlo di presidente e tifosi perché erano le due figure che più soffrivano la situazione. Emozioni a al fischio finale? Una gioia indescrivibile. La Juve in casa aveva perso 3-0 solo col Real Madrid, è una di quelle gare che entrano nella storia di un club. Sarà un Natale diverso, bello, venivamo da buone prestazioni ma mancava la vittoria che dà all’ambiente una scossa diversa.”

Biraghi: “Abbiamo fatto la partita perfetta. Ora dobbiamo assolutamente vincere con il Bologna” 

TURIN, ITALY – DECEMBER 22: Martin Caceres of Fiorentina celebrates with teammates after scoring their team’s third goal during the Serie A match between Juventus and ACF Fiorentina at Allianz Stadium on December 22, 2020 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

 

 

62 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Colosseo viola - 4 settimane fa

    Ora che siamo entrati nella storia, tu entra nella geografia e prendi definitivamente la strada per Roma

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 4 settimane fa

    BURLAMACCHI ZITTO PER TRE SETTIMANE, RIAPPARE ADESSO. SARA’ PIOVUTO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Burlamacchi - 4 settimane fa

      Conti le settimane? Che caruccio.

      Comunque si, ti informo che se metti il becco fuori casa ti accorgerai che è un periodo un po’ complicato.

      Oltre a questo, le prestazioni orribili della Fiorentina non invogliano neanche a venire qua a commentare.

      Comunque oggi son tornato per godere di una vittoria. Ti disturba? Ti ha dato noi il fatto che si sia vinto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Horsenoname - 4 settimane fa

    Possiamo dire tutto quello che vogliamo su Pradè , che non sia capace , che spenda male i soldi della società , che non sia un vero DT , però dobbiamo dire anche che con lui al comando tecnico la vecchiaccia è stata battuta 2 volte , nel 2013 per 4 a 2 in casa e ieri sera 0 a 3 nel loro tempio e scusate se è pocooooooooooooooooooooooooooo
    Mai una gioiaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa ????
    Forza Viola Sempre alla faccia di chi ci vuole male

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 4 settimane fa

      Hai scritto bene è poco! Preferivo avere i 12/13 pitni che abbiamo perso ai 3 di ieri sera, altrimenti hanno ragione a chiamarci provinciali!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Burlamacchi - 4 settimane fa

    Che tenerezza le vedovalle che oggi non riescono a godere perchè devono passare la giornata a controbattere qualunque festeggiamento per la vittoria.

    E sarebbero tifosi?

    Nessuno dice che i problemi della Fiorentina siano finiti. La stagione non è certo diventata trionfale, siamo comunque a fondo classifica.

    Ma che per questi pseudotifosi non sia possibile godere di una vittoria a Torino contro la Juve dopo 12 anni, la dice lunga sui loro reali interessi.

    Dev’essergli andata la cena di traverso quando han visto alcuni degli acquisti di Pradè giocare bene.

    Per loro una sconfitta con la Juve era come un regalo di Natale: vuoi mettere poter stare a casa per giorni a scrivere che Caceres è un brocco, che Amrabat è un bidone, che Ribery è vecchio, ecc…

    Care vedovalle, godete anche voi per una volta. Provate a fare i tifosi, per una volta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Johan Ingvarson - 4 settimane fa

      Il tuo commento è di una pochezza disarmante. Non è che siccome considero Pradé un pessimo Ds, ho nostalgia dei Della Valle. Questa divisione tra bianco e nero è tipico di gente poco intelligente, ti consiglio di smetterla con queste semplificazioni avvilenti e degne di un bambino di 13 anni.
      Una vittoria a Torino vale comunque 3 punti, per quanto goduriosa sia. Se la prossima contro il Bologna si ricomincia a fare schifo, non sarà servito a nulla vincere ieri sera. Pradé dovrebbe tenere la bocca chiusa, e pensare al mercato di gennaio per cercare di rimediare ai suoi errori, invece di gongolare dicendo “Siamo nella storia”.
      P.S: visto che ti piacciono tanto i commenti alla “noi contro loro”, ti ricordo che ieri in campo c’erano 4 giocatori comprati negli ultimi 2 anni e mezzo da Pradé. Non certo una buona media per un Ds che lavora a Firenze da così tanto tempo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. jackfi1 - 4 settimane fa

        Purtroppo per il tifoso medio si riconduce sempre ad uno scontro. Che sia Della Valle-Commisso o Corvino-Pradè.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. jackfi1 - 4 settimane fa

      A me pare di leggere troppa esaltazione invece. Non riguardo la partita singolarmente, per la quale si deve godere, ma per la squadra in generale. E lo vedi dai like ai commenti. Chi dice che serve un regista prende più pollici in giù che su, di conseguenza vien da pensare che ai tifosi vada bene così. Stesso destino per chi lamenta la mancanza di esterni d’attacco. Allo stesso modo si legge commenti deliranti che esaltano gli acquisti di Pradè, da gente che magari due giorni fa li infamava

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Barsineee - 4 settimane fa

      caro burlamacchi … sta storia delle vedovelle è veramente triste e stantia. Il fatto che tu debba sempre avere un nemico contro cui sparare è abbastanza normale ma se vai a vedere il live della partita di ieri ci sono ad esempio i miei commenti su ogni goal quasi in real time e uno dei primi commenti sulla pagella! Tifoso viola non è colui che dice sempre di sì al padrone, è quello che vuole il bene alla fiorentina!

      Io ieri ho visto giocare bene una squadra e ho goduto perché abbiamo vinto con una autorete, negando due rigori alla juve e con l’espulsione di Pavvellone loro! Tu invece godi perchè vedi giocare i giocatori di Pradè … pensa un po’ che differenza!

      Prova tu a fare il tifoso qualche volta e ricordati che la Fiorentina era la stessa anche tre anni fa ma qualcuno esultava al pareggio del Carpi! Tu forse te ne sei dimenticato ma io no !!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Burlamacchi - 4 settimane fa

      Ragazzi, vedo che ho toccato il tasto dolente! 🙂

      Vi vedo più scarichi del solito. Mi sa che, al di là dei vostri bei discorsi da moralizzatori da bar, ho centrato il problema.

      Io sto godendo per una vittoria contro la Juve, poi si tornerà anche a perdere, ma per una volta godiamoci una vittoria. Dov’è il problema? Se per voi una vittoria è una tragedia, perchè venite qua a rompere le scatole ai veri tifosi? Che problemi vi affliggono?

      E mi dispiace che il finto frequentatore di Soprintendenze lo consideri un discorso da 13enne. Forse è troppo complicato. Forse dovevo scrivere un commento comprensibile anche da un bamboretto di 5 anni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. jackfi1 - 4 settimane fa

    É sempre bello osservare come si passi dalla depressione all’esaltazione nel giro di 2 giorni. Godiamoci la vittoria, esultiamo e sfottiamo i gobbi ma rimaniamo consapevoli delle lacune di questa squadra. Non erano brocchi due giorni fa e non sono fenomeni oggi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Barsineee - 4 settimane fa

    riprendo il commento che ho fatto stamani, perchè vedo che molte persone la pensano come me, per dire che quest’anno il campionato è assolutamente anomalo. Un anno come questo lo scudetto lo potrebbe vincere qualsiasi squadra. Il Milan è lassù solo per le magie di Ibra e un po’ di sano autoconvincimento. Non c’è una squadra leader e grandi realtà stanno fallendo clamorosamente. Con un mercato degno di questo nome, non di nomi ma di sostanza, con un bel regista giovane ma capace, con un paio di esterni e con una punta esperta si potrebbe tranquillamente trovarci in zone inattese tra meno di un mese e mezzo. Buttare nel water occasioni come queste è veramente da inetti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jackfi1 - 4 settimane fa

      Eh ma oggi hai scelto il giorno sbagliato per scriverlo. Oggi son diventati tutti fenomeni, quasi quasi non serve nemmeno un rinforzo. Speriamo Pradè abbia preparato una campagna acquisti degan di questo nome

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ghigo67 - 4 settimane fa

    Cari tifosi viola facciamoci un regalo godiamo di questa vittoria e per un può lasciamo la depressione e le polemiche..ci farà bene.. buon Natale e addio 2020 FORZA VIOLA SEMPRE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Burlamacchi - 4 settimane fa

      Bravo, concordo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. rumbaviola - 4 settimane fa

    E come direbbe Suarez “il bambino porta cocumella” ale’ oh oh oh cocumella ohoh 3 belle cocumella ale’ 3 belle cocumella ale’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. DeepPurple - 4 settimane fa

    Non credo che Prade’ pensi che con una partita si possano essere risolti i problemi e si azzeri tutto come spengere e riaccendere un Pc. Il suo intento credo sia quello di dare un poco di autostima ed entusiasmo. Le prove più difficili per questa squadra sono quelle in cui lei deve fare la partite, anche perché se si guarda bene in questi tristi anni qualche soddisfazione in trasferta con le grandi anche con Montella o Iachini ce le siamo prese con ripartenze e difesa ma poi siamo ricaduti nella triste routine. Da tempo, credo dal ciclo purtroppo post Astori con Pioli, con non vinciamo tre o quattro partite di seguito contro squadre piccole o medie che ti aspettano. Sarà la vera dura prova anche se e come questa squadra sarà stata ritoccata a Gennaio. Per me urge un regista sano e e con fiato e un altro esterno un po’ più di ruolo di Caceres che contro le piccole chiuse (sempre se vogliamo giocare a 5). Dovremo tagliare se possibile alcuni rami secchi ed osare anche spendendo su uno due ritocchi, considerando cq che a memoria un centravanti ventenne o poco più, dai tempi forse di Gilardino al Parma non segna oltre 15/18 gol.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Johan Ingvarson - 4 settimane fa

    Pradé non sederti sugli allori.
    Capisco che, siccome sei simpatico ai tifosi, a Firenze ti si perdona tutto, ma sono 2 anni che devi fare solo una cosa: dare le dimissioni.
    Hai fatto più danni della grandine, tra bidoni pagati a peso d’oro e vecchie glorie usurate riportate a Firenze con filippiche da libro Cuore. Una vittoria contro i gobbi non cancella gli errori del passato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. bati - 4 settimane fa

    Leggo commenti pieni di vuota e banale retorica. Ecco cosa provoca una inaspettata come non mai vittoria sui gobbi. per qualcuno le critiche a Pradè sarebbero ingiuste perchè si è vinto a Torino dopo che per 51 partite di campionato “Commisso” si è fatto cacare, sia in termini di gioco che di risultati. Tre mercati sballati come raramente succede. Panchina affollata di costosi non titolari ( Cutrone, Duncan, Kouamè, Pulgar, Lirola, Callejon) e ruoli fondamentali ancora scoperti come la prima punta e il regista di centrocampo. Purtroppo come ho già scritto la partita di ieri sera può essere la classica polpetta avvelenata che inebria una tifoseria dalla memoria cortissima e evita alla società di correre a quei ripari che fino alle 20,30 di ieri sera sarebbero apparsi necessari a tutti. Un diesse che non si rende conto che i ruoli fondamentali su cui costruire da zero una squadra sono punta vera, regista vero e portiere oltre a non conoscere la storia del calcio dimostra reiteratamente ( già 3 mercati) di non essere all’altezza. Il portiere glielo ha lasciato il suo predecessore. Nel frattempo ringraziamo il cielo che almeno sia arrivato Prandelli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jackfi1 - 4 settimane fa

      Parole sante. Il problema è sempre l’umoralità dei tifosi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ilRegistrato - 4 settimane fa

      Volevo fare io questo post, condivido al 2000%. Pradé deve rabberciare la Fiorentina titolare a gennaio, liberare monte ingaggi e allenatore da calciatori zavorra (Cutrone, Duncan, Eisseric, Kouamé), e poi a febbraio deve sgombrare la scrivania e lasciare l’incarico a un altro professionista.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. alesquart_3563070 - 4 settimane fa

    Cerchiamo di essere coerenti e obiettivi.
    Questa squadra i suoi difetti li ha e anche grossi.
    Non ha un regista ha due esterni per il centrocampo a 5 che vanno a fasi alterne (Biraghi ieri molto bene, ma altre sinceramente no) o non vanno (Ricordatemi una cosa positiva fatta da Venuti) e una punta che aiuti Vlahovic, che sta crescendo ma è sempre là da solo come un barchino in mezzo al mare. In più alcuni giocatori che hanno bisogno di un cambio (Ribery), senza contare che Chiesa non è stato di fatto sostituito, visto che di Callejon non si hanno notizie.
    C’è da dire che comunque ieri si è vista una squadra più reattiva che correva meglio (anche senza palla) e che attaccava meglio la porta (l’azione che ha portato Castrovilli al tiro è stata splendida). Se la condizione continua a crescere ci togliamo dalle secche. Ma un paio di innesti a gennaio servono eccome

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. jackfi1 - 4 settimane fa

    La partita di ieri caro Daniele dovrebbe averti mostrato come a questa squadra manca il regista. Borja non ha il fiato per farlo per 90 minuti e non è nemmeno il suo ruolo naturale ma in squadra è quello che si avvicina di più a quel ruolo. Con il regista, Amrabat diventa quello di Verona se non ancor più devastante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. 66ULTRAS - 4 settimane fa

    Cerca di rimediare a gennaio invece di dire cazz.te

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. dallapadella - 4 settimane fa

    Danielone ti voglio bene, anzi ti vuole bene Babbo Natale che ti farà passare una settimana di serenità dopo mesi di graticola.
    Però lasciamo stare la storia: anche se a livello psicologico siamo migliorati (vedi i Ribery e Caceres di ieri sera) questo non significa che non bisogna puntellare la classifica e in parallelo pensare alla viola del futuro. Buttare giù un progetto con un allenatore e comprargli giocatori graditi (non i Callejon last minute, non gli esperimenti Pedro, non i mezzi registi).
    Non ti chiedo di comprare per forza a gennaio ma almeno ti prego, arriva a giugno con le idee chiare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 4 settimane fa

      Anch’io voglio bene a Danielone, a differenza di tanti detrattori. Sono dell’idea che ci darà ancora belle soddisfazioni. A parte questo, buon Natale a tutti, questa vittoria ci voleva eccome. Ragazzi, abbiamo vinto, con quella di ieri, solo 7 volte a Torino in campionato, in tutta la nostra storia. Vediamo di migliorare questo score, negli ultimi dieci anni siamo riusciti a tirare su la statistica a Milano con il Milan che era un’altra di quelle che ci bastonava sempre. Forza viola, avanti tutta, avanti Rocco!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. dallapadella - 4 settimane fa

        Io voglio bene a tutti quelli che lavorano per la viola, mi sento libero di criticarli ma senza denigrarli e purtroppo ho letto “gotine rosse” “infame romanista” ma pure “mezzadro del salento” o “panzone” su Corvino.
        Umanamente vanno rispettati e continuo a dire che questa rosa non è minimamente da serie B. Ma è un dato di fatto che i giocatori su cui Pradè ha investito i soldi di Commisso non giocano o non rendono. ieri sera Ribery e Caceres hanno cambiato volto ma non è su di loro che possiamo basare il progetto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Giglioviola - 4 settimane fa

        Anche da parte mia un grande plauso per Pradè, per Rocco, per tutta la dirigenza e per i nostri calciatori che ci faranno trascorrere un Natale molto più sereno del previsto (almeno calcisticamente parlando). Ma soprattutto un forte ringraziamento e un grande abbraccio a Cesare che da vero tifoso, oltre che abile tecnico, si è preso il carico di questa difficile situazione e sta raddrizzando una barca che stava velocemente affondando. Con lui al timone sono certo che ne usciremo e arriveranno altre soddisfazioni come quella di oggi, per noi tifosi e per Rocco che spero non perda mai la voglia di investire in questa squadra !!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Dellone68 - 4 settimane fa

    Le critiche a Pradè nella giornata di oggi mi paiono a dir poco ingiuste. Io sono del parere che solo chi non fa non sbaglia. Si può sbagliare, ma bisogna anche essere onesti nel giudicare l’operato anche sulla base delle condizioni. Pradè è onesto e ci ha sempre messo la faccia, a differenza di qualcun’altro che evidentemente è ancora rimpianto da molti. Io spero che Pradè possa rimanere a lungo a guidare l’area tecnica viola. Questa vittoria è anche merito suo. Forza viola!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Masai - 4 settimane fa

      Non sono d’accordo e le critiche hanno anche il senso di evitare di sentirci dire che a gennaio non occorre nulla perchè la punta c’è, il regita anche etc etc… La partita di ieri sera a livello gestionale della rosa e del mercato fatto da pradé non vuol dire nulla! Poi scusa eh…a me del fatto di avere uno che fa le minch…e poi ci mette la faccia me ne frega il giusto! Vediamo di trovare uno che sappia costruire una rosa, un progetto….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. 29agosto1926 - 4 settimane fa

      Una partita non cancella due anni di fallimenti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. jackfi1 - 4 settimane fa

      Io penso si debba valutare sul totale della sua gestione e purtroppo ad oggi questo suo ritorno è fallimentare per i soldi spesi, il monte ingaggi creato e i risultati ottenuti e questo rimane anche con la vittoria con la juve. Quest’anno ha costruito una squadra senza logica e purtroppo i risultati si vedono e spero che aggiusti la formazione accontentando Prandelli. Sul metterci la faccia è vero. Ha più propensione a spiegare le cose ai giornalisti ma se deve farlo come sta facendo da settembre farebbe meglio a stare zitto. Ad inizio stagione ha praticamente detto che Milenkovic e Pezzella li avrebbe anche venduti con l’offerta giusta estraniandoli dal progetto, un mesetto fa disse d’aver sbagliato su Vlahovic che non era all’altezza rischiando di affossarlo del tutto e per fortuna che Prandelli gli ha dato fiducia, ieri prima della partita ha nuovamente confermato che tutti gli attaccanti che lui a settembre definiva il top non sono da Fiorentina. Il paragone con Corvino andrà avanti per una vita. Purtroppo sono entrambi due DS mediocri e quello che non capisco è questa gara che alcuni tifosi fanno nello stabilire chi è meno mediocre tra i due piuttosto che pretendere un DS serio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dellone68 - 4 settimane fa

        Allora Jack, rispondo a te ma anche agli amici qua sopra. A me piace Pradè perchè lo trovo professionale, è garbato, ma soprattutto perchè ha una carriera lunga di trenta anni e, a parte in questo intermezzo di poco più di un anno, non ha fallito altrove. A Roma ha vinto due coppe con risultati importanti (anni di Spalletti ed anche dopo), a Firenze con il primo Montella ha fatto benissimo, a Genova, come a Udine c’è stato poco e credo che sia difficile valutare il lavoro di un DS in poco più di un anno. Nei periodi in cui ha potuto lavorare a lungo le sue squadre hanno portato risultati. Poi, se si parla di vincere è molto difficile perchè ormai vince solo la Juve e poi ogni tanto fanno capolino Inter e Milan. Al resto solo briciole che a noi piacerebbero (non sto a ricordare la Lazio che ha vinto una decina di trofei in questi venti anni che noi ci sognamo la notte, ma ora esulo dal discorso). Pradè mi piace anche per un’altra ragione: è un DS che ha lavorato con società medio alte ed è abituato a trattare giocatori di quella fascia. Oggi a Firenze ha fatto dei mercati che non sono stati un gran che; quest’anno l’inizio è stato fallimentare, ne convengo, ma ancora non è finita. Noi siamo troppo propensi a distruggere tutto e a non lasciare il tempo di lavorare a nessuno, questo è il nostro principale difetto. Cambiare il direttore sportivo tanto per cambiare e perchè, a detta di tanti, è “romano” (ma i fiorentini di Firenze che fanno? Dove sono? Sono spariti da decenni, vuol dire che a parte le chiacchiere risultati zero assoluto, dico tanto per dire che sono vent’anni che non abbiamo una proprietà di qua, ma di che si ragiona? Questi commenti non li prendo neanche in considerazione. Siamo in una società globalizzata, i giocatori vengono e vanno dai più disparati continenti, abbiamo avuto DS che venivano da paesi europei, vedi il portoghese Freitas e il buon Macia, stiamo ancora a guardare se sono fiorentini o no, trovo ridicolo tutto questo) può essere dannoso, soprattutto cambiarlo ora, come sparano in tanti. Non sono critiche, sono modi per dare aria ai denti. Secondo questi DS ora, a metà stagione, si troverebbero altri professionisti e staff da inserire in una società come la Fiorentina? I professionisti sono occupati, hanno contratti da rispettare, volete forse inserire l’amico dell’amico che sta a spasso? Troviamo professionale tutto questo? La Fiorentina è LA FIORENTINA e deve tornare ad essere un modello di società ed una squadra che torna nelle prime posizioni come la nostra storia insegna. Ci sono poi delle dinamiche interne alla proprietà. Se si lavora con una proprietà che decide, ed in tutte le società è cosi, non prendiamoci in giro, bisogna anche accettare che su alcune decisioni non ci sia accordo e che si faccia quanto richiesto da chi paga. Mi riferisco a Iachini/Juric. Prandelli è la conseguenza di quello che è accaduto, ma va accettato e fa parte delle logiche della società. Su alcuni giocatori, mi riferisco alle dichiarazioni che citi, Milenkovic e Pezzella, sono un pò sorpreso anch’io, spero che sappia quello che fa e che dice. Io sono stufo di sentire critiche tutti i giorni. In alcuni casi si tratta di insulti veri e propri, a Rocco, a Jobbarone, a Pradè, a Dainelli eccetera eccetera, insomma, non si salva nessuno. Tutti scrivono quello che gli pare senza alcun filtro ma si fanno danni. Ma non è tutta colpa dei tifosi che hanno anche il diritto di criticare. La verità è che noi siamo eterodiretti da un gruppuscolo di giornalisti che ha interesse a cavalcare il dissenso ed il caos intorno alla società. Loro sono i principali colpevoli. Chiudo dicendo che Pradè non è Dio. Se alla fine dell’anno il fallimento di questo progetto sportivo dovesse rimanere conclamato, sono del parere che la proprietà potrà prendere tutti i provvedimenti del caso e scegliere un altro DS ed un altro staff tecnico. Ma ha ragione anche Sconcerti: noi qua contestiamo tutto e tutti ma per noi non ci sono conseguenze. Ce ne sono invece per l’ambiente. La Fiorentina è il nostro giochino e non è bello distruggerla solo perchè ci va. Per cui ogni tanto, è bene non esagerare con le critiche. Ricordati il motto si SOUSA: “i risultati arrivano quando tutto gira in un certo modo: unità di intenti fra proprietà, staff tecnico, squadra, tifosi e soprattutto giornalisti, stampa e critica”. Saluti e sempre Forza Viola.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. jackfi1 - 4 settimane fa

          Allora, ti rispondo riguardo la carriera di Pradè. A Roma fece bene ma ricordiamoci che eravamo in era post calciopoli dove esistevano praticamente solo Roma e Inter praticamente. Qui a Firenze gran parte degli acquisti portano la firma di Macia esaminando i campionati da cui sono arrivati. Udinese e Sampdoria sono come giustamente detto da te ingiudicabili come esperienze. Quello che però emerge adesso e che era emerso pure nella sua prima esperienza qui, che gran parte dei tifosi attribuisce non giustamente a trucchetti fatti dai Della Valle, sono le scarse doti di gestione della rosa. Pradè non è in grado di gestire le rose dal punto di vista degli ingaggi perchè non è normale far lievitare lo stipendio di una squadra come la nostra in meno di un anno non ottenendo uno straccio di risultato. Nella prima esperienza ci vollero un paio di anni ma anche in quel caso si arrivò a stipendi oltremodo gonfiati e ad acquisti di facciata come Anderson,Sissoko,Marin, Micha Richards che arrivarono quasi a zero ma con stipendi monstre. Io resto dell’idea che il futuro di Pradè sia ormai già scritto e verrà licenziato dopo questo mercato perchè gli errori sono troppi per essere dimenticati in questo mercato.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Dellone68 - 4 settimane fa

            Può darsi, in ogni caso la proprietà saprà cosa fare. Ma credo che non sia producente contestarlo ogni domenica. In ogni caso, non andrà certo via a metà mercato. Solo i Dalle Balle ebbero l’idea di affiancargli Corvino nel mercato di gennaio, una cosa orribile, ma ormai i tempi erano quelli. Se, alla fine, il risultato sarà deficitario, è assai probabile che cambierà squadra. Staremo a vedere. Godiamoci comunque questa vittoria senza stare a contestare sempre, non credi? Comunque saluti e sempre forza viola.

            Mi piace Non mi piace
  17. Lallero - 4 settimane fa

    Ieri si è visto quanto conta avere un regista in una squadra così. Borja non lo può fare sempre. Torriera per Saponara, e una punta capace di far salire la squadra (Milik? Pavoletti?) e un esterno che salta l’uomo (ci vorrebbe un Boga, come il pane). Tu Prade non avendo acauistato questi profili in estate hai dimostrato di essere bollito vero, lo dicevamo tutti ed era ovvio….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. rudy - 4 settimane fa

    Sostituire Callejon, Cutrone e Lirola che, per ragioni tecniche o tattiche, non rientrano nei piani di Prandelli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 4 settimane fa

      Cutrone tranquillo che ha già la valigia in mano.
      Callejon è un equivoco tattico e di condizione fisica che finchè non torniamo a metà classifica non possiamo permetterci.
      Lirola a me piaceva ma quando la squadra non esprime organizzazione è tra i primi a smarrirsi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Cosimo de' Medici - 4 settimane fa

    La vera svolta sarebbe un DS che sappia fare il DS, quindi non Pradè.
    Ciao Daniele, a mai più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. ema - 4 settimane fa

    Spero che Pradé non voglia sedersi sul carro dei vincitori e che freghi tutti così, autogiustificandosi per ripresentarsi al mercato senza la punta (che prima della partita diceva di “voler essere il primo a prenderla se mi aiutate a trovarla”) e il regista (tanto abbiamo Borja o Pulgar)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Barsineee - 4 settimane fa

    sinceramente caro Pradé lo trovo abbastanza sconcertante che usciate tutti a parlare dopo una vittoria mentre siete sempre stati zitti e nascosti tutte le volte che si perdeva. Le dichiarazioni si fanno sia quando si vince che quando si perde. Ieri sera si è dimostrato che un regista in mezzo al campo serve come il pane, e pensare che ti avevano offerto Rongier che oggi fa sfracelli nel OM. Oggi sarebbe da bussare alle porte del Newcastle e prendersi Sean Longstaff, giovane, forte, un prezzo ancora abbordabile, scadenza nel 22. Un bel regista che fa girare la squadra e muove palla con personalità. Ecco se tu ci stupissi con un giocatore del genere allora potresti tornare a parlare di SVOLTA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. bati - 4 settimane fa

    Pradè non prenderci per i fondelli. Noi tutti sappiamo quello che abbiamo visto per tredici giornate. Purtroppo molti riuscirai a fregarli perchè in questa città per una vittoria contro la Juventus si sarebbe disposti anche alla serie B ma seriamente, questa squadra è profondamente incompleta da almeno un paio di anni (i tuoi tre mercati). Ieri sera c’è stata la congiunzione astrale perfetta con un arbitraggio ostile ( e non di favore ) alla Juve. In più i gobbi sono rimasti in dieci e ci hanno lasciato spazi incredibili e mai visti nelle precedenti 13 partite. Se dovessi scommettere sulla vera natura della Fiorentina propenderei senza dubbi su quella vista nelle prime tredici giornate. Quindi caro Pradè invece di chiedere ironicamente (assurdo) se qualcuno potrebbe aiutarti a trovare un attaccante, fai il tuo lavoro e riempi i buchi che da anni affliggono questa rosa. Due sono le voragini di questa squadra : attaccante affidabile in qualsiasi condizione di gioco ( con gli spazi di ieri sera sono bravi in tanti) e mezzala risolutiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. TintaUnita - 4 settimane fa

    Chi critica anche oggi si merita una maglia a righe!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 4 settimane fa

      Qualcuno potrebbe essere scontento e chiedere uno 0-4

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TintaUnita - 4 settimane fa

        In effetti se solo l’arbitro avesse concesso qualche minuto di recupero …
        Buon Natale Saverio, a Te e a tutta la redazione.
        Voglio esagerare: Buon Natale anche a Calamai, Bucchioni ecc. sperando che Babbo Natale porti loro saggezza e coerenza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Saverio Pestuggia - 4 settimane fa

          Grazie mille da parte di tutti noi. Un bel regalo dopo un anno veramente disgraziato

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Barsineee - 4 settimane fa

      caro TintaUnita la critica è quella che serve per imparare dagli errori. Troppe volte si pensa ad un errore come l’occasione per cercare il colpevole mentre si dovrebbe pensare bene alla causa e alla soluzione. La partita di ieri è stata una casualità e sebbene il trend sia migliorativo, non possiamo pensare certo che la svolta arrivi banalmente dopo una vittoria come quella di ieri sera. La squadra presenta lacune importanti e un Direttore Sportivo quello adesso dovrebbe sistemare. Un regista che permetta al centrocampo di giocare al meglio, un esterno che possa far giocare a FR le partite dove lui può fare la differenza e probabilmente un’altro esterno se Callejon non è in grado di riprendersi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TintaUnita - 4 settimane fa

        Tutto vero, anche se alle casualità non credo molto (questa squadra con tutti i suoi difetti ha anche molte potenzialità inespresse), però credo che a volte bisogna anche sapersi fermare un attimo e godere di quello che abbiamo, altrimenti si vive proprio male, e quello che abbiamo oggi mi sembra un bellissimo regalo di Natale: ricordi altri O-3 con la strisciata, anche con squadre molto più forti di quella attuale? Io no.
        La critica costruttiva e mirata è sempre ben accetta ed indispensabile, purtroppo però mi capita di leggere spesso critiche improvvisate e contraddittorie, sia da parte di tifosi che di giornalisti, ecco allora che ci vuole anche un po’ di sano equilibrio per non fare solamente della critica fine a se stessa. Prima di ieri sera, ad esempio, ho sentito chi chiedeva il ritorno di Iachini, ed erano le stesse persona che poche settimane prima ne invocavano a furor di popolo la cacciata. Così si va poco lontano.
        Cesare non sarà il Top ma non credo nemmeno sia “bollito” come ho letto ultimamente, se non diamo il tempo alle piante di crescere difficilemte avremo legna.
        Buon Natale a tutti gli Uomini di Buona Volontà.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. jackfi1 - 4 settimane fa

      Il problema è che in questa città si passa dallo sconforto all’eccitazione generale nel giro di 3 giorni. Festeggiamo la vittoria ma non dimentichiamoci di come è stata costruita questa squadra. Ieri hai vinto anche perchè ti sei appoggiato su una squadra che fa gioco come la juve e sul piano tattico li hai sovrastati ma contro il Bologna come farai senza un regista vero e proprio? Il Bologna non ci penserà minimamente ad attaccare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Violaviola - 4 settimane fa

    E quindi cosa vuol dire? A gennaio non si fa mercato? Siamo a posto così?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. simuan - 4 settimane fa

    …te caro Prade’ prima esci dalla storia della Fiorentina e meglio e’. E’ stata una vittoria bellissima ma non cancella i danni che hai fatto. Godiamo, tanto ma non dimentichiamo o cancelliamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tagliagobbi - 4 settimane fa

      Guarda che buona parte di questi giocatori li ha portati lui, quindi chetati. Se loro continuano a giocare così Pradè per me può restare a vita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. simuan - 4 settimane fa

        …un vro intenditore. Chiudo velocemente la polemica ricordandoti che l’esercito pradelliano titolare in campo era composto da: Caceres, Igor, Borja e Ribery. Quattro undicesimi. Amrabat non e’ da includere e tutti sappiamo il motivo. Quattro undicesimi non sono neanche la meta’. Comunque buone feste.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. antonio capo d'orlando - 4 settimane fa

          …….praticamente 4 fra i migliori in campo! FV

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Masai - 4 settimane fa

            si però dei 4 solo igor lo possiamo considerare un’idea del ds….gli altri dai….per riportare borja o prendere ribery coi soldi bastavo pure io no?

            Mi piace Non mi piace
        2. Tagliagobbi - 4 settimane fa

          Io sarò un vero intenditore ma te sei uno che critica a prescindere solo per la presunzione di voler avere ragione a tutti i costi. Buone feste a nome a te.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. jackfi1 - 4 settimane fa

        Ok i festeggiamenti ma la frase “buona parte di questi giocatori li ha portati Pradè” la pensi veramente o stavi trollando l’utente prima? Fino a ieri pomeriggio il problema erano i giocatori portati da Pradè, oggi Pradè ha comprato fenomeni. Cerchiamo di essere meno umorali

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-2073653 - 4 settimane fa

      Dopo una gara del genere, fare un discorso del genere sarebbe proprio da cancellare o da dimenticare…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. federic_3552710 - 4 settimane fa

      Scusa, diciamo che per qualche giorno potremmo evitare le solite polemiche. Godiamoci e addoloriamoci questo trionfo, vediamo se scatta la molla nella testa dei nostri ragazzi, poi solo poi ripartiamo ad infamate, ma oggi no!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. paolohendri_11578369 - 4 settimane fa

      Sono gli stessi giocatori che hai osannato ieri…fenomeno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. ursusminimus - 4 settimane fa

      e godi un pochino e non rompere i coglioni

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy