Pioli: “Sprechiamo troppo, dobbiamo fare più gol. Ma anche oggi c’è stata la prestazione”

Le parole dell’allenatore della Fiorentina dopo la sconfitta contro la Lazio

di Redazione VN

Dopo la gara tra Lazio e Fiorentina, su Dazn arrivano le parole del tecnico della Fiorentina Stefano Pioli:

Noi le prestazioni le abbiamo sempre fatte, è un peccato uscire ancora una volta battuti. Dovevamo fare gol perché abbiamo avuto le occasioni. Da allenatore devo essere soddisfatto di come interpretiamo le partite e di come siamo pericolosi, ma dobbiamo iniziare a portare a casa risultati. Abbiamo subito poco e creato molto di più. Ci manca quel pizzico di concretezza per segnare almeno un gol contro una squadra forte come la Lazio. Tanti punti in casa e uno solo fuori? Bisogna tenere presente il valore degli avversari, è anche vero che in casa l’aiuto dei tifosi ci dà qualcosa in più. La prestazione c’è stata e su questo dobbiamo lavorare, ma se non concretizziamo le occasioni che creiamo è difficile fare risultati. Pjaca? Oggi ha fatto meglio di domenica scorsa. Ha provato la giocata, ha fatto un passo avanti anche se da lui mi aspetto qualcosa in più. La condizione fisica è buona, deve trovare le chiavi giuste per sbloccarsi mentalmente. Chiesa ha lottato, ha preso calci anche oggi e ha tenuto botta. Ha fatto corsa e ha dato qualità, è stata una settimana non facile per lui. L’ha affrontata con serenità ed è un segnale importante.

Violanews consiglia

PAGELLE VN: Veretout e Chiesa predicano nel deserto. Esame di maturità fallito

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ciroviola - 2 anni fa

    Il problema non è tanto la prestazione, ma i punti che fuori dal Franchi non arrivano. Avrei preferito avessero giocato male come con l”Atalanta e vincere, piuttosto che ritornare da Roma con zero punti, contro una Lazio inguardabile. Il problema grande, a parte la giovane età dei calciatori, è il calo di concentrazione nei momenti topici delle partite che puntualmente viene sfruttato dagli avversari, soprattutto se scaltri come Immobile. L’ho visto giocare spesso e, sui calci piazzati, fa sempre lo stesso movimento, è possibile che il mister non l’abbia raccomandato ai difensori? Anche l’anno scorso abbiamo preso gol identici, non si copre il secondo palo o non si segue l’avversario più pericoloso (qui purtroppo la colpa è di Pioli, sono errori di didattica ). Altro problema è il centrocampo che non riesce a fare né la fase di contenimento, né quella di costruzione e questo si ripercuote soprattutto sull’attacco, dove Simeone non riceve quasi mai una palla giocabile. Quando poi gliene arriva una, è talmente stanco, a furia di correre come un cavallo pazzo, che la sbaglia.A parte tutto, forza Viola, sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pino.guastell_174 - 2 anni fa

    Pioli predica bene ma razzola male. Che ce ne facciamo della prestazione (ma io non me ne sono accorto, a dire il vero!) se poi i nostri giocatori non sanno calciare il pallone e metterlo in rete, nemmeno a porta vuota! Simeone non va coccolato, ma spedito in panchina fino a quando non impara a calciare il pallone. Propongo a Pioli di non mandare Simeone, Pjaca, Benassi, Biraghi, Gerson e qualche altro giocatore in vacanza, durante la pausa per la nazionale, ma di farli allenare nel calciare il pallone da tutte le posizioni: da 30 metri, da 20 metri, da dieci metri, da un metro. Insomma non si possono sbagliare tutti questi gol come fa la Fiorentina. E se il mister non sa leggere le partite, o si licenzia o lo si fa affiancare da qualcuno che sa leggere le partite. Infine, abbiamo dei giovani promettenti, come Hanko ad esempio, ma per vederli giocare al posto degli zombi che manda in campo Pioli che cosa dobbiamo fare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Outsider - 2 anni fa

    Restiamo una buona squadra con 2 lacune importantissime:
    1) Simeone, giochiamo in 10 molto spesso. Era meglio Babacar e anche Kalinic. Un attaccante che non sa tirare è un cavallo zoppo. Voto 10 come persona e impegno, 5 come attaccante.
    2) Pioli. Mediocre, lo dice il suo curriculum. Troppo ingessato sui soliti 13-14 giocatori. Quello che lui predica alla squadra è quello che lui non fa, avere piú coraggio e non insistere coi giocatori quando non vanno (Simeone, Benassi, Pjaca). Meglio puntare su un giovane emergente, spero non gli rinnovino l contratto. Umanamente voto 10.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14014713 - 2 anni fa

    penso che il nostro campionato possa passare anche da una sconfitta così a Roma. Vorrei vincerle tutte ma nn é possibile.Chi critica e contesta dovrebbe essere meno lapidario. il campionato è ancora lungo.comunque vedo che ancora ci sono tanti,che più che essere coerentemente critici tirano fuori le unghie solamente quando perdiamo. Fra chi vuol cambiare già allenatore, Fra chi se la rifà già con Simeone a ottobre. Ma andate a buttarci in Arno,che è meglio.Pensiamo a non buttar via la prossima è da domani torniamo a lavorare.Almeno io e grazie a Dio!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Up The Violets - 2 anni fa

    Dieci minuti all’inizio, dieci alla fine, due palle gol sbagliate da pellai, E QUESTA SAREBBE LA SUA “PRESTAZIONE CHE ANCHE OGGI C’E’ STATA”?!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. DeepPurple - 2 anni fa

    Onestamente è un anno e mezzo che in fase di non possesso giochiamo benino, niente di eccezionale, ma bene, ordinati e forti mentalmente e fisicamente. Direi da sesto posto o quinto avessimo un Frey in porta.
    Davanti però siamo di una prevedibilità notevole. Due schemi: inserimento di Benassi con Simeone che lo serve facendoli spazio e distraendo i centrali e crossone di Biraghi per Simeone.Poi senza schema palla a Chiesa e vediamo. Poco per arrivare in Europa, non do grandi colpe ad allenatore o giocatori, direi che ambedue da un anno e mezzo non riescono ad oltrepassare dei limiti di qualità in attacco che ormai mi sembrano connessi alla struttura di squadra. Intesa come monte ingaggi, tipologia di giocatori che si acquistano e ricerca ambivalente dell’obiettivo tecnico presente ma anche di plusvalenza a tutti i costi futura .In parole povere mancano due fenomeni davanti. Un Mutu al posto di Piaca e un centravanti direi anche un Toni anziano per sorprendere e sovvertire le difese avversarie che con noi difendono a memoria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. pitone25 - 2 anni fa

    invece di giocatori ,allenatoree e società, non sarebbe possibile cambiare i tifosi a Firenze? Indegni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Gariboldi - 2 anni fa

    Ragazzi la squadra è accettabile, nulle di che, ma può lottare per l’Europa.

    Le mancano due cose in particolare, un centravanti, perché Simeone non lo è e, sopratutto un ALLENATORE, Pioli è la miglior persona del mondo, è un buon tecnico, è probabilmente in grado di fare spogliatoio, ma non ha il quid in più, non è capace a dare grinta alla squadra, fame di vincere, schemi, e se non sblocca il risultato non sa come cambiare gioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. paonet - 2 anni fa

    Azz… Allora ho sbagliato canale, ho visto un’altra partita. Una dove c’era una squadra che correva, per modo di dire, a bassissima velocità, tutti immobili ad aspettare un passaggio che, molto spesso, era pure sbagliato. Dove in attacco era già tanto se ci sono arrivate 2 o 3 palle interessanti quasi casualmente, con pochissimi giocatori in area. Ingenua sul gol preso, è nòva, ed assolutamente incapace di una reazione di carattere, di cattiveria, di concretezza. Con un allenatore totalmente incapace di cambiare giocatori e modulo. Ho visto la stessa partita che ha visto anche brovarone, pioli ne avrà vista un’altra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. chenco - 2 anni fa

      Ora, 2 o 3 occasioni casuali… forse te e Brovarone avete visto davvero un’altra partita

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. paonet - 2 anni fa

        Ho riletto ora anche la diretta testuale, 2 occasioni 84′ ed 86′, secondo me più dettate dalla foga del finale che non dalla coralità del gioco. L’unica vera occasione te l’hanno regalata loro. Mi pare un po’ poco per aver incontrato una squadra in crisi (7 gol presi in una settimana) e che ha giocato giovedì sera.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. chenco - 2 anni fa

          Il tiro fiacco di Simeone nel primo? Il rigore dubbio nel secondo? Oltre a quella regalata a Benassi ce ne sono state 4 o 5

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. alessandro - 2 anni fa

    Con le prestazioni,si va’ poco lontano caro Pioli…a questo gioco va’ buttata dentro e Simeone ora neanche a porta vuota ce la butta…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Batigol - 2 anni fa

    Mediocre!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Nicco - 2 anni fa

    Riguarda la partita e fatti un esamino di coscienza

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy