Pedullà: “Kalinic, ore decisive. Ramadani avrà un ruolo importante”

Le parole dell’esperto di calciomercato: “La Fiorentina per poter chiudere sotto la clausola chiederà almeno 44 milioni di euro”

di Redazione VN

Ai microfoni di Radio Bruno interviene l’esperto di mercato Alfredo Pedullà: “Adesso siamo all’interno del “countdown” affinché venga presa una decisione sul caso Kalinic. La figura di Ramadani in questa trattativa? E’ il procuratore che funge da intermediario. Anche in questa storia ha un peso specifico molto importante. Domani la giornata decisiva? Col fatto che Kalinic è squalificato si può sviluppare tutto anche nel fine settimana, ma per me domani sarà comunque una giornata significativa. Ramadani dovrà dire le ultime sul croato, se ha accettato o meno l’offerta. Poi dovrebbero parlare i due club. Ci stiamo avviando alla fase cruciale della situazione. Seferovic? Si è sgonfiato un po’ tutto. Non è stato vicino alla Fiorentina”.

“La cifra per Kalinic? Io non credo che sui 38-39 milioni si possa chiudere, una soluzione accettabile anche dalla Fiorentina può essere tra i 43 e i 44 milioni di euro. I viola non vogliono andare troppo sotto la clausola di 50 milioni. Nel momento in cui sarà appurata la volontà di Kalinic, i dirigenti proveranno ad avvicinarsi il più possibile a questa cifra. Badelj? La situazione è in fase di stallo per tanti motivi, non mi sembra una cosa che possa sbloccarsi nelle prossime ore. Costil? Per luglio è bloccato. Prima di andare direttamente per Sportiello era stato fatto un tentativo per portarlo già adesso a Firenze. E’ una situazione in piedi che tocca Tatarusanu in estate. Il portiere romeno sta facendo il professionista, è attaccato a quello che sta facendo. Ma è normale che le basi per un futuro con un estremo difensore diverso siano già state poggiate”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy