T. Corsi: “Stadio e centro sportivo per crescere? Contano i giocatori”

T. Corsi: “Stadio e centro sportivo per crescere? Contano i giocatori”

Il parere dell’ex dirigente viola Tito Corsi

di Redazione VN

L’ex dirigente viola Tito Corsi è intervenuto a Lady Radio:

Se non ricordo male credo fosse dopo il campionato dell’82, quello dello scudetto sfiorato, che nacque il desiderio di realizzare cose nuove e si parlò, anzi, si sfiorò l’idea di costruire un nuovo stadio. Qualcuno fece presente che l’urgenza più grossa era quella di avere un centro sportivo che potesse accogliere le giovanili e la prima squadra. Poi però non si fece nulla nemmeno del centro sportivo.
Se lo stadio nuovo e il centro sportivo incidono nel rendimento tecnico? Va detto che quello che conta in primis è la qualità dei calciatori e il fatto di schierarli nei propri ruoli da parte del tecnico.
Commisso? Ha dimostrato che ha voglia e capacità di fare e lo sta dimostrando. Quando lui si vanta della velocità nelle decisioni è tutto vero. Quando uno vuol far le cose le fa subito. Complimenti e ammirazione per lui.

Operazione fatturato, Commisso guarda al ‘modello Roma’

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. andrea - 4 settimane fa

    Ladri e profeti di futuro mi hanno portato via parecchio,
    il giorno è sempre un po’ più oscuro, sarà forse perchè è storia, sarà forse perchè invecchio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Slipperman1967 - 4 settimane fa

    pER QUESTI TIPI DI RAGIONAMENTO ABBIAMO VINTO COSì POCO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rudy - 4 settimane fa

    La qualità dei giocatori e il Patrimonio della Società spesso vanno di pari passo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy