Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

news viola

Nel segno del Bologna: il climax di Ceccherini, il vero leader di Montella. E quel cacciucco ai Campini…

Il nuovo allenatore lo preferisce a Vitor Hugo, e contro la Juventus potrebbe toccare ancora a lui

Giacomo Brunetti

"La linea del tempo della stagione di Federico Ceccherini colloca tre punti focali sulla stessa parola: Bologna. Lì, dove Stefano Pioli gli ha dato per la prima volta fiducia, facendolo esordire dopo tre mesi di panchina, e dove a gennaio avrebbe potuto trasferirsi. Prestito con diritto di riscatto, che sarebbe diventato un obbligo in caso di salvezza dei felsinei. Tutto rimandato, soprattutto perché la sua uscita avrebbe portato la Fiorentina nuovamente sul mercato e lui, di contro, voleva rimanere. E infine sabato, al centro sportivo, quando Vincenzo Montella durante la riunione tecnica gli ha confidato che sarebbe stato lui il titolare al 'Franchi' nel ritorno dell'Aeroplanino.

"Un climax ascendente di prestazioni e fiducia per il difensore che, nella prima parte di stagione, era inserito tra i punti interrogativi del mercato estivo. «Volevo fare un salto e capire se ero pronto», ha dichiarato dopo il passaggio in viola. Firenze, vicina alla sua Livorno, lo ha riportato in Toscana. Nella casa familiare a Scopaia, nell'entroterra labronico, sognano la prima rete con la maglia gigliata. Adesso la Juventus, contro la quale Cecche potrebbe partire nuovamente titolare. «È pronto per marcare Ronaldo? Ci proverà», aveva risposto prima dell'andata la sua fidanzata sui social. «Ha detto sì», ha scritto invece il calciatore dopo averle chiesto di sposarlo. Insieme a Carola ha attraversato momenti duri a Crotone, ma la sua perseveranza gli ha aperto ulteriori spazi per rilanciarsi.

"Perché Montella ha fiducia in Ceccherini? «L'ho scelto perché nella squadra c'è poca comunicazione, e lui legge bene le situazioni, trasmettendo agli altri determinate circostanze». E dopo il Bologna, la trasferta di Torino, poi la Coppa Italia. Se la Fiorentina dovesse vincere il trofeo, il ragazzo ha già chiarito: «Se alziamo la coppa, potrei cucinare un bel cacciucco livornese per tutti». Tre settimane fa, l'incontro con Walter Samuel al 'Franchi': il vero The Wall, adesso, dovrà essere lui.

http://redazione.violanews.com/esclusive/vn-asta-al-rialzo-per-urzi-ma-la-fiorentina-ha-un-alleato/

tutte le notizie di

Potresti esserti perso