Botta e risposta Montella-Rizzoli sui falli di mano. Pradè sull’esecuzione dei rigori

Botta e risposta Montella-Rizzoli sui falli di mano. Pradè sull’esecuzione dei rigori

A Roma si è tenuto oggi l’atteso incontro tra il designatore arbitrale Rizzoli e le squadre di serie A; sull’argomento VAR è intervenuto anche Vincenzo Montella, presente, insieme al DS Pradè, per la Fiorentina

di Redazione VN

Nell’atteso incontro con i vertici arbitrali che si è svolto oggi a Roma hanno preso la parola anche Daniele Pradè e Mister Montella:
Daniele Pradè, ds della Fiorentina, ha detto: “La regola 14 (procedura per l’esecuzione del calcio di rigore) sarà sempre interpretativa, ci sono situazioni in cui il buon senso dell’arbitro prevale. Sono d’accordo con il Presidente del Lecce”. L’argomento si esaurisce con la risposta di Rizzoli: “No, l’IFAB ci ha imposto di usare il VAR e i due casi possibili sono o punire chi prende la palla o punire tutti. Altrimenti sarebbero da ripetere tutti”.
-> CLICCA PER VEDERE: “Tensione Ancelotti-Rizzoli, botta e risposta sul Var”
Il designatore Rizzoli ha spiegato poi le nuove regole sui falli di mano: “I cambiamenti che sono stati fatti hanno portato il tutto a essere più complicato. Molto dell’interpretazione dipende dalla cultura personale che si ha. Si è passati dalla “volontarietà” a “tocco”. A questo punto è intervenuto Montella: “Però ad esempio il 22 del Napoli (Di Lorenzo, ndr) blocca un attaccante della Roma. Se io fossi stato un calciatore giallorosso sarei stato penalizzato qualora ci fosse stata una respinta perché non mi permette di andare sul pallone”. Questa la risposta di Rizzoli: “No, un conto che si protegge la faccia, un altro è se aumenta il volume del corpo e il gomito esce dalla sagoma”.
Montella ha risposto commentando un altro episodio: “Sul fallo di mano di Bremer in Parma-Torino, il giocatore del Torino ha fatto un gesto per proteggersi, congruo”. Rizzoli ha dunque chiarito i criteri del fallo di mano: “Prima di tutto sono geometrici: posizione delle braccia e punto di contatto del pallone. Sono criteri oggettivi da analizzare. Poi ci sono criteri dinamici del movimento del giocatore. Se il braccio è lungo il corpo, non è mai punibile. Il criterio geometrico è più forte di quello dinamico”.
A riportarlo è Tuttomercatoweb.com

Tensione Ancelotti-Rizzoli, botta e risposta sul Var [VIDEO]

 

Ancelotti si lamenta del Var, Rizzoli: “Rigore pro Fiorentina non andava fischiato”

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. batigol222 - 4 settimane fa

    Mi pare ne sia venuto fuori poco da questo incontro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. El Gringo - 4 settimane fa

    La supercazzola prematurata come fosse antani braccio aperto al vicesindaco se vede esce dalla sagoma e stuzzica scarpallaccia allacciascarpa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. simuan - 4 settimane fa

      …preciso!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy