Micheletti: “Ci eravamo illusi su questa Fiorentina, non è oro ma princisbecco”

L’opinione sulla Fiorentina: “Le prime partite hanno alzato le aspettative, ma la squadra è questa”

di Redazione VN

Il giornalista e conduttore tv Giorgio Micheletti dice la sua sulla Fiorentina e su Pioli ai microfoni di Radio Blu:

Questa ondata di critiche è stata provocata dalle speranze che il buon inizio di campionato si erano generate, si era pensato che forse la Fiorentina potesse essere qualcosa di più. Allora pensavi che Pjaca avrebbe trovato presto la forma migliore e che Simeone dovesse solo tornare a carburare. Forse si erano create troppe aspettative rispetto al reale valore della Fiorentina, quello che credevamo fosse tutto oro probabilmente scopriamo che è solo princisbecco. Cosa mi aspetto sabato? Sarebbe un suicidio cercare soluzioni creative, la squadra è questa e si è visto che nonostante le difficoltà di Simeone, non si può tenerlo fuori. Una variante interessante sarebbe inserire Dabo davanti alla difesa.

E PIOLI ORA SI AGGRAPPA… AL TARTUFO

vnconsiglia1-e1510555251366

Tuttosport: Milenkovic alla Juventus al 35%. Zero chance di restare in viola

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Il Drisa - 2 anni fa

    Micheletti chi? Forza viola. Grandi ragazzi, portateci in Europa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 2 anni fa

    A me questi rticoli e questi giudizi fanno ridere, per non dire pena. Ma cosa vuol dire sognare? Cosa sognava Micheletti o altri? Noi abbiamo un obiettivo che è quello dell’Europa League e, nella realtà delle cose, non è certo un sogno perché ce la possiamo fare.
    Leggo che qualcuno aveva già detto fin dall’inizio che sapeva di essere da 10° posto, lo invito a riapparire su questo sito a fine campionato. Mi si dice che non abbiamo giocatori adatti al modulo usato fino ad ora, che c’è un centrovanti che non segna e un terzino “adattato”. i fatti mi dicono che il centrovanti che non segna ha fatto diversi goal l’anno scorso e li farà anche quest’anno e il terzino adattato lo vuole mezza Europa.
    Poi ci sono i detrattori cronici che godono un monte quando le cose vanno male perché vogliono cambiare proprietà ed allora è meglio perdere e mandare via i Della Valle che vincere quindi…………. tifiamo contro che fa sempre bene.
    Altra categoria sono i giornalisti che sguazzano più sulle polemiche che sui buoni rfisultati, a turno e dandosi il cambio come in staffetta “onfamano” una volta l’allenatore, un’altra il DS ed infine chiunque capiti a tiro. La linea editoriale di questo sito è un esempio in questo senso basta vedere gli articoli che ci vengono proposti ad ogni ora.
    Ci è mancato il risultato sul Cagliari ed abbiamo perso due punti dal nostro ruolino di marcia infatti i pareggi di Genova e Torini sono ottimi (con due dirette concorrenti all’EL) e perdere con Inter, Napoli e Lazio FUORI CASA ci sta, eccome.
    Fino ad oggi siamo deficitare di due punti il resto è fuffa.
    Invece di buttare sempre merda su tutto quello che è tinto di viola sarebbe bene sostenere e incitare questi ragazzi fino alla fine ma capisco che per certa gentaglia è impossibile altrimenti, se vinciamo,m come si fa a rivoluzionare tutto.
    I Cinema ringrazierebbero se la domenica qualcuno decidesse di andarci invece che allo stadio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Conte de Pippus - 2 anni fa

      Mi spiace dirtelo perché siamo entrambi tifosi viola ma sei proprio un illuso. Questa squadra era, è e resterà sempre in questo limbo pietoso, finchè la proprietà non se ne andrà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ilRegistrato - 2 anni fa

      No caro lei, di rigirare la frittata cosi’ non te lo permetto. Tu eri uno di quelli che credeva di andare a vincere a Napoli. Anzi tu volevi fare sei punti fra le trasferte di Sampdoria e Napoli, avevi risposto a un mio post dicendo che era possibilissimo. Ovvio che tu e il calcio siete di due pianeti differenti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 2 anni fa

        Nel calcio, quando si tifa, caro Strisciato, tutto è possibile ed io tifo PER mentre tu tifi CONTRO!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. 29agosto1926 - 2 anni fa

        Altra cosa…. se la spal vince a Roma io posso SPERARE DI vincere con chiunque. TU NO! perché a te piace solo denigrare e incensare i colori bianco neri

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. sinistro viola - 2 anni fa

    Come al solito pessimismo ed esaltazione a fasi alterne..se soltanto quando giochiamo meglio non ci proteggono..e qua

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. bati - 2 anni fa

    Come spesso succede , la verità sta spesso nel mezzo. La Fiorentina non è quella che ha fatto sognare (quelli dal sogno facile) dopo le prime partite e non è questa (quella che fa disperare i disfattisti). Dobbiamo continuare a prendere il buono che c’è (difesa-Veretout-Chiesa) e semplicemente sperare in un miglioramento di qualche sopravvalutato giocatore, uno su tutti: Simeone. Ricordo semplicemente un indimenticabile aforismo del paron Nereo Rocco: “Datemi un portiere che pari e un attaccante che segni e vincerò lo scudetto”. Il senso è quello dei ruoli nevralgici che non devono mai restare scoperti. Mentre il portiere per ora bene o male lo abbiamo avuto è l’attaccante che non abbiamo e allora diventa difficile vincere la partite e restare aggrappati alla parte alta della classifica. Molti però questo lo avevano capito già dall’anno scorso….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ALESSANDRO - 2 anni fa

    Buongiorno, in merito a quanto dichiarato dal sig. Micheletti (che ho sempre stimato sia come giornalista che come conduttore) vorrei far presente che la squadra ancor prima che iniziasse il campionato era a mio avviso da 10 posto se non più giù. Il perchè cerco di spiegarlo, ci sono giocatori e giocatori che al momento che vanno via se non hai l’ equivalente o in casa o da comprare ti creeranno un problema (vedi Badelj) in più devi mettere la squadra in campo in base alle caratteristiche dei giocatori e questa squadra con il 4-3-3 non può giocare (non mi dilungo nellle spiegazioni se no ci vuole una pagina di giornale). Simeone che ora viene messo sulla graticola a Genova se non ricordo male giocava in coppia con Pavoletti, il che la dice lunga sul fatto che non è una prima punta. Se vuoi giocare a 4 dietro non puoi adattare un centrale a terzino, questo solo per elencare a mio avviso i perchè questa squadra non riuscirà ad andare in Europa League se poi perchè in casa fino al Cagliari avevamo sempre vinto e hai tifosi va bene così rispetto l’opinione altrui ma questo non è prendere atto delle lacune della squadra dell’ allenatore e della Società grazie e arrivederci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. robin.b_737 - 2 anni fa

    Ma che senso ha fare questi discorsi? Adesso Pjaca, Simeone, Gerson, Biraghi, Mirallas sono diventati tutti inguardabili scarponi? Ma se in altre occasioni hanno dimostrato di essere buoni giocatori, per quale motivo dovremmo giudicarli in maniera preconcetta? Soprattutto in ragione del giudizio degli scienziati che l’ “avevano già capito”? Beati loro! Ma fra reduci da infortunio, nuovi arrivati o, semplicemente, fuori forma, ci saranno pure dei problemi da superare. O no? Solo il tempo ci darà risposte certe: se questa è una squadra senza capo né coda, se Pioli riuscirà a far quadrare le cose, se la forma dei singoli migliorerà ecc ecc. A mio modesto parere che esprime, oggi, giudizi definitivi è solo incompetente e superficiale. SFV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Conte de Pippus - 2 anni fa

      se,se,se……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. woyzeck - 2 anni fa

    E tutti quelli che invece lo avevano già capito ma che sono stati presi a infamate dai soliti pretoriani mono neurone?…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alan1971 - 2 anni fa

      Il tempo è galantuomo e soprattutto nel calcio, tutti i nodi vengono al pettine.

      Quello che mi fa ridere (per non piangere) è che questo è “l’anno buono”… ossia l’anno in cui (per non far ribollire la piazza) hanno tenuto il gruppo (compresi quelli che per eccesso di scarsezza non son riusciti a vendere…in rosa ci sono ancora gli invendibili Maxi Olivera, Diks, Dragowski, Thereau, Eysseric)…
      Ci sarà da ridere quando il prossimo anno – o già a gennaio – inizieranno di nuovo a vendere, propinandoci di nuovo “l’anno di transizione”, visto che gli scarpari non cacciano un euro da anni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Conte de Pippus - 2 anni fa

        Siamo sicuri che Diks sia proprio inguardabile? Io lo proverei.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy