L’opinione: “Troppi leoni da tastiera contro Ribery. L’allenatore? Sarà straniero”

L’opinione: “Troppi leoni da tastiera contro Ribery. L’allenatore? Sarà straniero”

Le considerazioni del giornalista della Nazione

di Redazione VN
Franck Ribery

Così Giampaolo Marchini ai microfoni di Radio Bruno:

Credo che Ribery non ce l’avesse con Firenze, ma sia solo uno sfogo riconducibile ad un brutto risveglio. Purtroppo sui social i leoni da tastiera e gli odiatori seriali si sono scatenati contro di lui. Da quanto mi risulta Ribery non ha manifestato la voglia di andarsene, ma dipenderà anche dalla moglie che era stata decisiva un anno fa nella scelta della Fiorentina. Il futuro allenatore? E’ vero che la Fiorentina ha pensato a De Rossi e si è informata per un’eventuale deroga. Ma credo che alla fine arriverà un allenatore più esperto e magari dall’estero.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. 29agosto1926 - 1 mese fa

    Sito frequentato da drogati di Fiorentina senza nessun senso civico se non quello dell’accettarr tutto purché su vinca. Povera Firenze. E sono quelli che gridano NOI SIAMO FIRENZE. Non lo sanno nemmeno loro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. strato57 - 1 mese fa

    Caro Marchini, se lei si riferisce a certi idioti che hanno insultato e detto coglionerie ha perfettamente ragione. Se invece la sua critica é rivolta anche a coloro che in maniera civile hanno contestato le parole di Ribery e difeso Firenze, Toscana e a questo punto anche Italia come fosse il cesso del mondo e dalle altre parti simili fatti non succedono allora non mi rimane che affermare che anche Lei l’ha fatta fuori dal vasino esattamente come Frank, al quale comunque va tutta la mia solidarietà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Labaroviola72 - 1 mese fa

    Ieri su Ribery ho letto roba da vergognarsi, certi pseudo tifosi sono da mani nei capelli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 1 mese fa

      Le offese non vanno mai bene e che siano stati dei tifosi è tutto da dimostrare ma io non dissento da quelli, che mettendo da parte il tifo e, soprattutto, l’ottusità, criticano civilmente l’operato di Ribery. Ho vissuto per tantissimi anni in Paesi dove, se ti andava bene ti assaltavano 5/6 volte l’anno e mi è successo spesso di dover sottostare a questo tipo di situazioni ma tutte le volte, da normale residente nel Paese mi sono accomodato nella fila al posto di Polizia ed ho fatto la mia denuncia. Noi siamo su tutti i giornali d’Italia e dell’Europa e mi sembra una reazione troppo esagerata da parte di una persona fortunata e, credo, intelligente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. mauviola - 1 mese fa

      Troppa gente non sa come passate il tempo….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 1 mese fa

        È vero infatti vedo che scrivi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. 29agosto1926 - 1 mese fa

    C’è piuttosto da chiedersi il perché i leoni da tastiera. Come mai si sono manifestati? Probabilmente facendo una semplice denuncia alle autorità e comportandosi come un normale cittadino non sarebbe successo. Ma lui si chiama Ribery ed allora………… i tifosi di Firenze gli farebbero anche tromb…e la moglie in segno di sudditanza.
    E’ uno che da le pedate al pallone e basta! ma difficile far passare questo concetto per quelli che vedono la vita dipinta di calcio e basta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Julinho - 1 mese fa

      Il concetto di cui sopra non ci incastra proprio una cippa. I colpiti da furto in abitazione non si valutano sulla base del loro 730. Sono vittime di delinquenti che in Italia non pagano mai sufficientemente per i reati commessi. Stop. Da noi i reati contro il patrimonio e la proprietà privata sono considerati reati minori e di poco conto che fanno solo danni minimi. Nulla di più scriteriato. Al valore delle cose si aggiungono il sentirsi violentati, il perdere magari cose affettive e di valore immane anche se costano tre lire, il venire meno della libertà propria, dei propri diritti e di sentirsi sicuri e protetti in casa propria. Ciò detto è vero che Ribery è come tutti gli altri comuni ma è anche vero che tra le libertà individuali e insindacabili c’è anche quella di scegliere che lavoro fare e di dove andare a farlo, senza doverne rendere conto a nessuno. Questo vale per tutti, anche per i giocatori di calcio e anche per i tifosi che si sono ritorti contro solo perché Frank ha messo in dubbio la propria permanenza a Firenze. Allucinante. Cosa che può vederci non d’accordo ma che è tutta e solo sua.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 1 mese fa

        Ma a cosa ti riferisci? perché a me sembra di aver detto un’altra cosa e mi sembra di averla scritta chiaramente. Cosa c’entra tutta la filippica che hai scritto sul 730 sul lavoro o sulla permanenza di Ribery a Firenze. te lo rispiego per vedere se leggi meglio.

        Quando si reagisce ad un fatto condannabile, brutto, violento e come lo vuoi chiamare tu mettendo in piazza la propria vita privata non ci si può aspettare altro che la reazione di tanti imbecilli che prendono a pretesto qualsiasi cosa per commentare e offendere.

        Si subisce un furto, male. Si va al commissariato e si sporge denuncia, COME FAREBBE UN QUALSIASI CITTADINO IN UN QUALSIASI PAESE DEL MONDO.
        Hai mai visto un medico, un operaio, un professionista subire un furto e fare le foto e mandarle ai giornali?

        In quanto al fatto di chiamarsi Ribery e trarre dal nome il diritto di scrivere e fare quello che ha fatto io, CIVILMENTE, lo condanno, non mi sta bene mentre tanti altri tifosi si schierano dalla parte del giocatore solo perché è un giocatore della Fiorentina. se avesse giocato nel Napoli sai cosa scriveva il tifoso Fiorentino? “Cosa ti aspettavi? E’ Napoli”, “Vai a Napoli, hai visto?”.

        Scusa ma hai veramente capito male o hai fatto finta di capire male.

        In quanto alla sua permanenza a Firenze a me non importa un granché, se vuole rimanere rimane, se non vuole rimanere può andare, Firenze rimarrà la stessa, con qualche goal in meno, ma la stessa. L’importante è che rimanga a Firenze il senso di civiltà che si è guadagnata nel tempo e che nessun giocatore di calio gli può far perdere mettendo in piazza fatti personali.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Valter - 1 mese fa

    Leoni da tastiera E gobbi.
    Non ci dimentichiamo di quanti troll e gobbi bazzicano i forum della Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. france - 1 mese fa

    Non ti risulta che Ribery abbia manifestato la voglia di andare via?
    Nessuna novità,alla Nazione non risulta quasi mai nemmeno la formazione che poi scende in campo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy