Lo zio di Castrovilli: “Ho sempre creduto in Gaetano, ora voglio che diventi una bandiera della Fiorentina”

Lo zio di Castrovilli: “Ho sempre creduto in Gaetano, ora voglio che diventi una bandiera della Fiorentina”

Lo zio di Castrovilli ha rilasciato una intervista ad un sito locale di Minervino, paese di Castrovilli

di Redazione VN

La favola di Castrovilli ha unito la Fiorentina e il suo paese natale, Minervino, che è letteralmente impazzita per il baby fenomeno pugliese. Il sito Minervinolive, ha intervistato lo zio del giocatore, Nimbo Superbo:

Mi ricordo quando Gaetano giocava per strada con gli amici o nella squadra del paese, e un mio amico una volta mi disse di andarlo a vedere, definendolo un fenomeno. La prima volta che l’ho visto faceva già cose pazzesche, così ci muovemmo per fargli avere un provino a Bari. Quel periodo fu un sacrificio veramente grande, perchè la società voleva che qualcuno lo portasse e lo riportasse a casa tutti i giorni, e l’ho fatto io, ma a Bari tutti impazzivano per lui. Il mister mi disse di fare un sacrificio per Gaetano, perchè non aveva mai visto un ragazzo del suo talento. Per me è una favola, uno spettacolo, ma ci ho sempre creduto, perchè ero convinto che Gaetano sarebbe riuscito ad arrivare dove è adesso. Mi auguro che rimanga a Firenze tutta la carriera e diventi una bandiera.

Verre in viola a gennaio? Pradè prepara lo scambio. Florenzi vuole garanzie, gli esuberi…

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. batigol222 - 2 mesi fa

    Comunque il nome dello zio è fantastico 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. batigol222 - 2 mesi fa

    Che bellezza

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy