Pioli: “Roma non imbattibile, vicino ai giallorossi in passato. Thereau? Ottimisti. Pezzella terzino sì, ma…”

Le parole del tecnico della Fiorentina alla vigilia della sfida del Franchi contro i giallorossi

di Redazione VN
Pioli

Queste le dichiarazioni di Stefano Pioli in sala stampa: “Se mi dicessero che nelle prossime quattro partite arrivassero tre vittorie e una sconfitta, non mi dispiacerebbe. Nel calcio o si vince o s’impara, quindi dobbiamo dimostrare di aver imparato dalla sconfitta di Crotone, mettendo in campo sempre molta attenzione e precisione”.

Thereau? “Stiamo provando a recuperarlo, ma aspettiamo il provino di domani mattina. Sono ottimista perché il ragazzo è ottimista. La prova di domani sarà determinante”.

Che carta giocherò con i miei giocatori per motivarli contro una big? “Abbiamo buone qualità e possiamo mettere sempre in difficoltà i nostri avversari. Con l’Inter non eravamo ancora pronti, mentre con la Juve abbiamo giocato un’ottima partita. Giocare al Franchi, davanti al nostro pubblico che ci sostiene sempre, dovrà darci una carica in più. La Roma è fortissima (CLICCA PER LEGGERE LE STATISTICHE ESTERNE DEI GIALLOROSSI), ma nessun avversario è imbattibile. Molto dipenderà da noi e dai nostri atteggiamenti. Dovremo dare il massimo domani per raggiungere un risultato straordinario”.

Un derby per me? No, assolutamente. Il passato è passato, non mi sono mai guardato indietro. Sono orgoglioso di essere l’allenatore della Fiorentina oggi. Quella di domani è una partita importante per noi, ho visto una squadra molto attenta e vogliosa di riscattare il ko di Crotone durante questa settimana di allenamenti.

Che Fiorentina vedremo? “Dovremo mettere insieme le nostre migliori prestazioni: il ritmo visto contro il Torino, l’attenzione contro la Juventus e la precisione tecnica. Quest’ultimo aspetto ci ha penalizzati molto contro il Crotone, abbiamo concesso troppo ai nostri avversari”.

Esame per una squadra giovane come la mia? “Più l’avversario è prestigioso, più l’esame è difficile. Abbiamo studiato tanto e bene: quando uno studente si fa trovare preparato deve andare avanti grazie alle sue convinzioni”.

Cosa temo di più della Roma? “E’ una squadra molto solida, che occupa bene il campo. Ha un centrocampo molto forte, così come lo è il suo centravanti. Le qualità della Roma ci sono tutte, ma noi dobbiamo puntare sulla nostra voglia di fare bene”.

Differenze nella preparazione della gara contro il Crotone? “Sarebbe facile dirlo, ma significherebbe ammettere che abbiamo preparato male la gara della settimana scorsa. C’era voglia di dare continuità ai nostri risultati, ma purtroppo non ce l’abbiamo fatta. Ho visto grande attenzione e voglia durante gli allenamenti di questa settimana”.

Perché la Roma rende meglio in trasferta? “Perché hanno giocatori molto rapidi, ma il loro modo di giocare non cambia molto dalle gare in casa a quelle disputate in trasferta. Sono una squadra nata per fare gioco, con la fisicità che hanno potrebbero crearci dei problemi. Dovremo mettere in campo una grande prestazione per riuscire a fermarli”.

Se mi aspetto qualcosa in particolare da un mio giocatore? “Mi aspetto molto da tutti i giocatori. Li vedo dentro, stanno sul pezzo e non si sono demoralizzati per certe situazioni. Hanno qualità morali e tecniche importanti, caratteristiche giuste per mettere in difficoltà la Roma”.

Se sono mai stato vicino alla panchina della Roma? “Sì, ma non è importante in questo momento. Ciò che conta è che oggi è bello essere l’allenatore della Fiorentina”.

Deluso da qualche seconda linea? “Le prestazioni di chi sta giocando sono rimaste alte nelle ultime giornate e le mie scelte sono dettate dalla volontà di dare sostanza alla nostra crescita. I giocatori, poi, li scegliamo di partita in partita”.

Difesa? “Le scelte le ho già fatte. Schiererò la squadra migliore per affrontare la Roma. L’eventuale presenza di Thereau non condizionerà le altre posizioni in campo”.

Pezzella terzino destro? “E’ un centrale, di altissimo livello. E’ un acquisto importante e significativo per noi, sta dando tanto a questa squadra. Può fare il terzino destro, vedremo che scelte fare”.

Le parole di Astori? “Sono importanti. Se non sei consapevole degli errori che hai fatto, difficilmente migliori. Le sue parole testimoniamo come la squadra sia consapevole delle situazioni. Sono molto soddisfatto del lavoro quotidiano del gruppo, vedo grande impegno e grande voglia di crescere. Poi l’errore ci sta quando giochi a calcio, anche se ti prepari per non commetterlo”.

Saponara? “Sta sempre meglio, domani mattina decido (sorride, ndr)”.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Marco Chianti - 3 anni fa

    Non so se è un errore di Pioli o di chi ha scritto l’articolo comunque: “Se mi dicessero che nelle prossime tre partite arrivassero tre vittorie e una sconfitta, non mi dispiacerebbe.”. 3 vittorie e una sconfitta nelle prossime tre partite mi sa che è impossibile poi fate voi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 3 anni fa

      in effetti…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. el_sup - 3 anni fa

      per la viola nulla è impossibboli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Antonio da Papiano - 3 anni fa

      Non è un errore. Lo ha dichiarato ma è evidente che sarà molto improbabile a cominciare da oggi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. vecchio briga - 3 anni fa

    Secondo me una squadra come la Fiorentina domani può anche tirare fuori la prestazione. Il risultato non lo so, perché la Roma ha oggettivamente giocatori molto più forti. Però partite come queste non si sa mai…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy