L’ideatore del Fair Play Finanziario: “Voluntary agreement permette iniezione di capitali. Il Milan…”

Il professore Umberto Lago vede di buon occhio l’ingresso di Commisso alla Fiorentina: ma con alcune condizioni

di Redazione VN

Umberto Lago, professore all’Università di Bologna e uno dei padri del Fair Play Finanziario, ha parlato della nuova proprietà viola a Radio Bruno:

Le parole di Commisso sono giuste, ma per arrivare ad un certo livello nelle competizioni Uefa con le proprie forze, non con iniezioni di denaro. Se facessero tutti così torneremo indietro di 5-6 anni dove il calcio europeo perdeva 1,8 miliardi di euro. Chiudere un occhio? Nessun club è stato trattato con un occhio di riguardo, nemmeno Manchester City e Psg che hanno avuto 20 milioni di euro di multe e altri 40 sospesi, limitazioni sulle squadre che potevano giocare in Europa e altri paletti. Hanno avuto la punizione in assoluto più dura, ma l’obiettivo non è quello di buttare fuori i club: tra quelli esclusi, in prevalenza piccoli, i motivi erano finanziari, perché non avevano pagato i debiti. E’ stato introdotto uno strumento ancora poco usato come il voluntary agreement, per cui è possibile organizzare un business plan, pareggiare il bilancio e ammortizzare le perdite in un triennio”. Chi subentra ad una vecchia proprietà, come Commisso, può sforare i paletti del FFP? Ecco la riposta del professore: “Il voluntary agreement permette a chi entra di poter investire e poi rientrare in tre anni”. Sulla situazione del Milan: “Ritenevo sbagliata la sua esclusione dall’Europa League un anno fa, il Tas gli ha dato ragione. Serve un percorso d’uscita da questa situazione che preveda sanzioni ma permetta di uscire da una situazione difficile.

vnconsiglia1-e1510555251366

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Etrusco - 1 anno fa

    Quindi le grandi avranno 1 mld di introiti e potranno spendere almeno altrettanto, le piccole con 100 mln di euro di ricavi non potranno spendere + di 100 mln e quindi “Trofei col binocolo” all’infinito. Ottimo no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. @VF1926 - 1 anno fa

    Non cominciamo fin da subito fare i giornalisti di alta finanza.
    Almeno due o tre mesi scrivere di calcio e non di altro.
    Aiutare noi tifosi ad essere tifosi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. AstiViola - 1 anno fa

    Le piccole pagheranno sempre, al PSG con 20 milioni di multa li fai ridere di gusto. Il Milan fa che vuole e in Europa ce lo fanno andare comunque. Se Commisso sgarrerà di un euro a noi faranno tornare in C2 a spalare la neve. Maledetti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Up The Violets - 1 anno fa

    Nel momento in cui afferma di avere ritenuto iniqua l’esclusione del Milan l’anno scorso, automaticamente fa capire quanto iniquo sia il sistema (anche) da lui ideato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Burlamacchi - 1 anno fa

    E’ un sistema mal tarato, perchè le grandi hanno già un giro di soldi in entrata che consente grandi acquisti.

    Le piccole squadre, al contrario, sono penalizzate fino a quando non aumentano i propri ricavi (stadio di proprietà, apertura in nuovi mercati, nuove ripartizioni diritti tv, ecc…) al punto tale da potersi permettere mercati ben più ricchi senza rischiare penalizzazioni, che è tutt’altro che facile da fare.

    Ad ogni modo, spero che a Commisso facciano presente questa opportunità. Investire fra qualche anno potrebbe essere più difficile rispetto ad oggi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Fungaccio_VIOLA - 1 anno fa

    Maremma ‘mpestaha quante bischerate dette tutte’nsieme!!!!! Dopo questi discorsi la penso esattamente come DAVIDE!!! Leggi fatte per togliere concorrenti alle grandi, visto che per club come PSG o City 20 milioni di euro so’ bruscolini…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Davide - 1 anno fa

    Credo che il fair play finanziaro sia una cosa fatta per colpire proprio le squadre più deboli.
    Un’aberrazione del calcio.
    È brutto il fatto che il calcio sia in mano a pochi elementi che sparano queste regole ASSURDE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. bianco - 1 anno fa

    Questo fa parte del carrozzone UEFA squadre fuori x centinaia di milioni un buffetto e via

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Lk - 1 anno fa

    Io gli chiederei al genio professore come mai ai gobbi nn fu sanzionato nulla quando acquistò Higuin, cn soldi della finanzia privata degli Elkan cn sede in Svizzera? E avevano i bilanci in rosso?! Poi quando dicono che il FPF fu creato per agevolare i gobbi, si offendono

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Ammazzalavecchiacolgas - 1 anno fa

    La sanzione più pesante è toccata al Malaga, non certo a PSG o ManCity. Esemplari le carezze al Milan, se al suo posto ci fosse stato il Cittadella si sarebbe mostrato assai meno comprensivo. Vedo solo tanta ipocrisia in queste dichiarazioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Violaceo - 1 anno fa

    20 mil di euro di multa al PSG e Man e come levare a noi i soldi per la colazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. curra. - 1 anno fa

      Diciamo un caffè al distributore di vivande

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy