Le mani sullo stadio. Vedi Bologna poi Milano… ma Firenze che fa?

Le mani sullo stadio. Vedi Bologna poi Milano… ma Firenze che fa?

A Bologna c’è l’accordo col Credito Sportivo, a Milano sarà possibile buttare giù San Siro. E Firenze? Davvero si vuol perdere l’occasione che Commisso chiede?

di Stefano Rossi, @StefanoRossi_

C’è da capire l’irritazione di Rocco Commisso. Tra poco festeggia un anno dal suo arrivo a Firenze e di cose ne sono state fatte, ma tante altre restano da fare. Il nodo principale è lo stadio, la chiave di volta verso un futuro solido e di crescita. Senza sbrogliare questa situazione, la Fiorentina è destinata a puntare tutto sul campo. O, se volete, a vivacchiare. Stamani il Corriere Fiorentino ha descritto bene l’umore di Rocco Commisso (LEGGI QUI). Fra le altre cose, ce n’è una che infastidisce particolarmente il presidente viola: in altre città tutto appare più semplice. Alcuni esempi: Bologna e Milano stanno facendo passi concreti sul fronte stadio. Di là dall’Appennino hanno ufficializzato proprio stamani l’accordo col Credito Sportivo, non manca poi molto all’inizio dei lavori. A Milano (LEGGI QUI) la Soprintendenza ha dato il via libera a demolire San Siro per costruire un impianto ex novo.

E a Firenze? Il bando Mercafir andrà deserto, l’ipotesi Campi Bisenzio (IL SONDAGGIO) resta sospesa e per il momento è sempre attuale il restauro del Franchi. Rocco Commisso sarebbe disposto a rifare lo stadio, ma solo se libero dai vincoli della Soprintendenza. Che, adesso, apre ad alcune modifiche ma vuole tutelare i beni architettonici. E proprio su questo è arrivato il momento di prendere una decisione. Di non andare avanti con una melina che non porterà a niente. Sul piatto della bilancia ci sono i vincoli architettonici di un impianto in parte degradato, dall’altro il futuro. E’ qui che va trovato il punto di incontro, è proprio qui che bisogna aprire le porte a chi vuole investire sul territorio. Perdere la Fiorentina sarebbe un danno per Firenze e per tutto il quartiere di Campo di Marte, ammesso che un domani a Campi Bisenzio davvero si possa realizzare il nuovo impianto. Restando al Franchi, davvero le scale elicoidali, la torre di Maratona (che nel progetto di Casamonti sarebbero pure salvi) valgono di più di un ambizioso rilancio sportivo per la città? Il Coronavirus ha messo in ginocchio molte realtà, aiutare Commisso a realizzare il nuovo progetto significherebbe aiutare Firenze a ripartire. Con un impianto nuovo e posti di lavoro, fra cantieri, allestimenti e nuove opere. Bologna e Milano stanno partendo, davvero Firenze vuole osservare le altre prendere il largo?

Caricamento sondaggio...

 

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. claudio.godiol_884 - 2 settimane fa

    Restaurare il Franchi potrebbe essere l’ultima opzione e qui sinceramente non capisco quali sono i vincoli storici che lo impediscono…..non è che devi rifare il “Colosseo” ..si deve rimodernare uno stadio obsoleto del 1930 che se viene lasciato dall’uso diventerà un rudere ed un ritrovo per disperati. Cosa impone questa minchia di “sovraintendenza “!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pierre - 2 settimane fa

    Inutile fare sondaggi, tanto in questa città lo stadio nuovo non si farà mai e non verrà fatto restaurare quello vecchio. Lo tengono decadente, ma non lo lo fanno restaurare in nome di un assurdo vincolo. Povera Firenze!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giglioviola - 2 settimane fa

    Stadio nuovo nei comuni limitrofi. Campi Bisenzio sta a Firenze come nel 1930 campo di Marte stava al centro della città

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Etrusco - 2 settimane fa

    Oggi per mancanza di idee nuove si parla di stadio: Chiesa è già stato chiamato all’appello, cosa manca da ribadire? Siccome di calciomercato non vi interessate direttamente ma aspettate Dimarzio, si parla allora di stadio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Dellone68 - 2 settimane fa

    A me alla fine va bene tutto, sia che lo facciano fuori che rifacciano il Franchi. Certamente, una soprintendenza di dinosauri che si ostina pervicacemente a difendere questo ex bellissimo stadio (per altri tempi) e che si ostina a vederci un monumento che non verrà goduto da nessuno, neanche dai tifosi della Fiorentina che ci vanno tutte le domeniche mi pare una cosa totalmente assurda. Il danno lo fa questo ente ingiudicabile che si è ormai arrogato ogni diritto di decisione. Il progetto di Casamonti salvaguardava le scale, la maratona e forse anche la famosa pensilina della tribuna. Il vincolo se l’è inventato la soprontendenza che con quello fa sapere al mondo che esiste, ma decisamente ne potevamo fare anche a meno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Bomber della porta accanto - 2 settimane fa

    L’unica soluzione sostenibile per Firenze è lo stadio a Campi Bisenzio. Tutto il resto è egoismo. Il Meazza di Milano è a 10km dal centro, proporzionalmente è esattamente la distanza tra la Stazione SMN e il terreno di campi. Inoltre l’autostrada A1 ci passa a 500 metri. Bologna è una realtà dal potenziale e appeal inferiore a Firenze come città metropolitana nel suo insieme. Un nuovo stadio non è una necessità né un’opportunità di crescita futura per l’economia cittadina. Il mondo va avanti e noi si prende l’acqua..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bernie78 - 2 settimane fa

    Oh Rossi ma hai dato un’occhiata ai risultati del sondaggio? La stragrande maggioranza dei tifosi vuole uno stadio nuovo e moderno (ed è disposta anche ad andare in un comune limitrofo) cosa che il Franchi non potrà mai essere. Fatevene una ragione anche voi giornalisti tutti schierati in massa per il Franchi (facile esserlo con accredito in tribuna stampa e parcheggio comodo sotterraneo). Basta perdere tempo in discorsi astratti, se vogliamo davvero il bene della Fiorentina (e di Firenze) è il momento di compattarci tutti verso la strada maestra di un nuovo stadio all’altezza della bellezza della nostra splendida città e di tutta la Toscana.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Stefano Niccoli - 2 settimane fa

      Non sono io lo Stefano che ha scritto l’articolo, ma le assicuro che non abbiamo nessun parcheggio comodo sotterraneo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Valter - 2 settimane fa

    Firenze e/o chi si occupa dello stadio di Firenze NON vuole lo stadio a Firenze.
    Visto che nessuno vuole superare gli ostacoli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy