Pradè: “Abbiamo 60 giocatori da vendere, acquisti dal 10/08. Obiettivi, vi rispondo nome per nome”

Pradè: “Abbiamo 60 giocatori da vendere, acquisti dal 10/08. Obiettivi, vi rispondo nome per nome”

Le prime parole ufficiali di Daniele Pradè direttamente dalla pancia del Franchi

di Simone Torricini, @TorriciniSimone

Il neo direttore sportivo della Fiorentina Daniele Pradè è già al lavoro da tre settimane, ma oggi era il giorno della presentazione ufficiale e delle prime parole della sua seconda esperienza a Firenze. A fianco di Pradè c’era anche Joe Barone.

Barone: “Per noi è una giornata molto importante, per tutta la Fiorentina. Vorrei ringraziare il presidente Rocco Commisso, Diego e Andrea Della Valle per tutto il lavoro che hanno fatto per la Fiorentina, e anche il Comune di Firenze oltre a tutta la tifoseria. Firenze è una città molto importante e conosciuta in tutto il mondo. Io sono una persona semplice, mi piace andare in giro in città e questo lo farò sempre, ho tanto da imparare. L’unica scelta per il direttore sportivo della Fiorentina era solamente Daniele Pradè

“La nostra scelta è stata basata sul passato, è una persona che ho conosciuto tanti anni fa e che ha fatto bene qui a Firenze e in altre società. Ha una grande conoscenza di calcio italiano e internazionale, è una persona che mi sta insegnando tanto anche della Lega, oltre che della Fiorentina e di Firenze. Siamo ogni giorno assieme e abbiamo la stessa mentalità, quella che anche Rocco ha spiegato qualche settimana fa. Vogliamo costruire una società piano piano, con molta calma, e ovviamente abbiamo ambizioni. La nostra tifoseria è molto legata alla società e abbiamo grande rispetto nei loro confronti”

“Rocco dice fast, fast, fast, io dico keep calm. Io sarò la persona che gestirà la Fiorentina sotto il presidente Commisso, e con me ci sarà tanta gente con cui lavoreremo insieme”

Pradè: “Inizio con un grazie, che tante volte è una parola a cui non viene dato significato importante. Il mio è un grazie detto di cuore. Ringrazio Joe (Barone), il presidente Commisso che mi ha trasmesso il suo entusiasmo, la sua voglia, la sua dinamicità. Va più veloce lui che ha settant’anni di me che ne ho cinquantadue. Vogliamo iniziare un percorso lungo con loro, con Antognoni e con Montella, con tutti quanti. Ringrazio anche a questa città, lo porto anche da parte della mia famiglia che è contentissima di tornare a vivere questa città, una delle più belle del mondo nella quotidianità”

Ho sentito sia Diego che Andrea Della Valle, con Andrea soprattutto ho un rapporto di amicizia. Quando scomparse mio padre venne a casa mia in macchina dalle Marche, fu un bellissimo pensiero. Le loro parole mi hanno dato ancora più entusiasmo. Mi hanno detto di aver scelto le persone giuste per Firenze. Hanno la consapevolezza che il Presidente Commisso sia la persona giusta per un percorso importante per la Fiorentina”

“Quando sono andato via dalla Fiorentina non fu una cosa prevista, la mattina prima ero andato a fare una trattativa per prendere un giocatore e il giorno dopo non stavo più alla Fiorentina. Mi chiamò tutta la squadra e una delle prime telefonate fu quella di Davide Astori, che mi ringraziò per averlo portato alla Fiorentina. Mi ha detto che non poteva esserci un ‘grazie’ più grande, e io gli ho promesso una cosa: gli ho detto ‘Davide, stai sereno: un giorno torneremo insieme’. Sarò trasparente, leale e a ogni domanda darò un perché”.

“Fair Play Finanziario? Oggi è molto restrittivo per noi, è una situazione talmente complessa che ci vorrebbe soprattutto una giornata dedicata a quel tema. Abbiamo già fatto un piano, avremo un tetto salariale sicuramente più alto degli anni precedenti. Noi ci troviamo in difficoltà per una ragione: abbiamo 75 calciatori con contratti in essere, di cui circa 60 non funzionali al nostro progetto. Bisogna assolutamente snellire, il nostro tetto salariale al momento è tenuto molto in alto per questo motivo”. [CLICCA PER LEGGERE I MOVIMENTI DEL MERCATO VIOLA]

De Paul non possiamo comprarlo, costa una cifra su cui non possiamo essere competitivi, noi come molte altre squadre in Italia. Anche se è un giocatore che mi piace tantissimo. Oltretutto è impossibile fare affari con l’Udinese, ho sentito Gino Pozzo anche stamattina. Veretout? Ha chiesto di essere ceduto, vuole aumentare suo livello di competitività e lo ritengo anche giusto, al momento noi non siamo competitivi quanto altri. Ci sono diverse squadre che stanno parlando con noi, ma non abbiamo ancora ricevuto offerte scritte in mano. Con il calciatore ho parlato, è rimasto disponibile, si allena con noi e sta qui con noi, speriamo di trovare presto una soluzione. Comunque non accettiamo contropartite tecniche. Chiesa? Lì la risposta la può dare solo una persona: il presidente Commisso. Quando tornerà dalle vacanze parlerò con Federico, poi ci metteremo seduti in maniera leale e capiremo bene la sua testa e quello che avrà recepito dal nostro discorso”.

“Giancarlo Antognoni sarà il direttore tecnico, la responsabilità delle cose che faremo nel bene e nel male sarà condivisa anche con lui. Pradè da solo non fa niente e non ha mai fatto niente. La nostra missione? Dobbiamo fare le cose con grandissima pazienza, è quello che chiedo fortemente alla mia proprietà. Fortunatamente ho qui vicino a me una persona (Barone, ndr) che sta vedendo come vanno le cose del mercato in questo momento. La situazione è un po’ diversa rispetto a quella del 2012, più complessa. La squadra sarà sicuramente divertente e competitiva, ma non posso garantire oggi un risultato sportivo, non sarebbe corretto. Dobbiamo costruire le cose con calma e con intelligenza, il tempo ci sarà amico“.

“Abbiamo un programma, non un progetto che nel calcio non esiste, che è ambizioso. Vogliamo riportare la Fiorentina ad altissimi livelli. La gente si aspetta che ci mettiamo la faccia e la lealtà e l’identità. Io vivo Firenze e la conosco, so come sono le persone, vogliono la lealtà non i nomi

“Ho a fianco una società fatta di persone con cui posso condividere le cose. La condivisione comune mi consentirà di sbagliare il meno possibile. La squadra? Partiremo da un modulo di base: il 4-3-3. Che logicamente non sarà un modulo talebano, potrà cambiare. Sicuramente però avremo un play e uno dei difensori centrali che gioca la palla. Pavoletti? Incedibile, altrimenti Carli lo linciano a Cagliari (ride, ndr). Dragowski? Se vorrà rimanere a Firenze sarà il portiere titolare della Fiorentina. Inglese? Ci piace, ma non è sostenibile a certi costi. Bennacer? Mi piace da tanto tempo, ma in questo momento sta facendo la Coppa d’Africa e sta facendo benissimo, nella sua testa c’è la voglia di giocare una competizione europea”.

La scelta di Andrea Mancini? Stiamo organizzando con Joe e Giancarlo un gruppo di lavoro dove ci siano 4/5 persone che ci accompagnino nel nostro percorso di scouting e anche di accompagnamento della squadra nella quotidianità, e anche per aiutarmi a seguire i calciatori di nostra proprietà che non staranno a Firenze. Vogliamo essere una società di altissimo livello, come l’Udinese che ho vissuto in quest’ultimo anno. De Rossi? Il rapporto tra me, Vincenzo e Daniele è un rapporto talmente forte che qualsiasi cosa ce la diciamo. Non è successo niente: non c’è stato né un sì né un no, ma non siamo mai arrivati ad un’offerta di contratto”

Viviano? L’ho chiamato e gli ho detto la verità. Se noi teniamo Dragowski tutto possiamo meno che prendere Viviano. Per Dragowski sarebbe una pressione infinita. Poi vi immaginate Emiliano in panchina in un Fiorentina-Juventus… impazzirebbe! Montella? Vincenzo l’ho trovato carico, più uomo. Se fallisce qui per lui sarà un fallimento totale, per cui darà il cento per cento sicuramente. Borja Valero? Certo che c’è stata una suggestione per lui, però il suo stipendio non è in linea con i nostri canoni. Biglia e Badelj sono giocatori forti con situazioni contrattuali particolari. Benassi? Marco è un calciatore importante che deve sicuramente andare a giocare con la Nazionale, ci piace e vogliamo che resti con noi. Non abbiamo mai parlato col Genoa

Quest’anno non avremo un obiettivo, non diremo: vogliamo arrivare in questa posizione. Vogliamo entrare in campo e sapere di poter vincere con tutti. Ci piacerebbe tanto essere come l’Atalanta, che in questo momento è il mio punto di riferimento professionale. Ma sicuramente vogliamo fare una stagione competitiva, non vogliamo restare a partecipare. Gli acquisti? Credo li faremo quasi tutti dal 10 agosto

I giovani che rientrano come Sottil, Gori, Ranieri? Sono veramente forti, vogliamo conoscerli, vederli, respirarli. Questa è una cosa veramente buona che ci siamo ritrovati, siamo contenti”

Simeone è un giocatore forte e vogliamo assolutamente rigenerarlo, non vedo l’ora di parlarci, è uno dei “non-60”, uno di quelli su cui contiamo. Per noi non è da meno rispetto a Cutrone, di cui abbiamo parlato sia col Milan che con l’allenatore e costa 25 milioni di euro. La cosa che mi piace delle punte è che quanto sbagliano una stagione poi sono costretti a mangiare l’erba. Lirola? Ci è stata fatta una richiesta monstre, non è un calciatore su cui possiamo andare”

“Sul settore giovanile il presidente Commisso vuole ridare un’identità al territorio, rimettere dentro tanti italiani, e non avere costi così alti per il settore giovanile. Non possiamo permetterci questi costi, siamo la società che con la Juventus spende di più per il settore giovanile”

“Nessuno mi ha chiesto di lavorare in autofinanziamento, non mi è stato chiesto di fare plusvalenze. Anzi, ieri abbiamo fatto una riunione con tutti i reparti tra cui anche quello finanziario e ci hanno fatto tutte le proiezioni di quanto è stato fatto dal 2004 al 2018. Mi è stato detto anche che non interessa se vengono fatte minusvalenze

Terzic? Ci ha tolto un posto da extracomunitario, non posso dare una risposta tecnica perché dobbiamo valutarlo. Zurkowski lo abbiamo seguito durante il campionato europeo. Poi una cosa: la decisione di mandare a giocare Lafont l’abbiamo presa noi, è stata nostra, lo abbiamo dato in prestito con diritto di riscatto e controriscatto.  In generale quando cederemo cercheremo di fare il più possibile operazioni di questo tipo, non ci saranno più casi Zaniolo. Tornando su Lafont, Alejandro Rosalen (il preparatore dei portieri, ndr) è uno dei professionisti più forti non solo in Italia ma nel mondo”

“Sui giovani vogliamo sfruttare il territorio condividendo un lavoro con le altre società. Anche per questo chiedo pazienza, ci vuole tempo, anni. Se è immaginabile una Fiorentina più italiana, più fiorentina e più toscana? Ci piacerebbe molto, ma quando vai a fare una ricostruzione non è facile”

Barone sul centro sportivo: “Stiamo lavorando con il comune per trovare il luogo dove farlo, lo ha detto anche Rocco. Al momento è difficile operare, ci manca un posto centrale in cui poter lavorare insieme nella direzione della società. Abbiamo una road map, mi auguro che con l’aiuto di tanti potremo arrivare ad avere un centro sportivo che sia uno, come altri hanno in Europa. Rocco chiama dieci volte al giorno, anche oggi per questa conferenza stampa aveva dato la disponibilità a parlare con tutti voi quando a New York erano le cinque del mattino”

Di nuovo Pradè: “Il rimpianto? Quando a gennaio eravamo secondi in classifica non riuscimmo ad accontentare l’allenatore su un calciatore, Mammana, che non ci avrebbe certo fatto vincere lo scudetto ma avrebbe dato una serenità diversa. Lì si è rotto l’equilibrio e si è pensato di più ad un “uno contro l’altro” che non al bene della Fiorentina. Questo non per mancanza di professionalità ma a causa delle dinamiche”

Ounas? Sarebbe un calciatore adatto al nostro sistema di gioco, ma se vendiamo Veretout al Napoli e parliamo con loro di Ounas credo gli vada data anche la differenza (ride, ndr). Rog? Non ci interessa proprio”.

Calciomercato – Le operazioni effettuate dalle 20 squadre di Serie A

Fiorentina, il nuovo organigramma: l’amministratore delegato è Mark E. Stephan

95 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. strato57 - 1 mese fa

    Quindi questo vuole dire che se anche volesse spendere 200mln NON PUO’ a causa della regola FPF. Ma lo volete capire?.
    Può spendere in base al fatturato quindi facciamo 50mln che può mettere lui in base al fatturato piu qualche cessione potremo arrivare a 80/90. Ma se ti chiedono 40 per Depaul e c’è da rifare quasi tutta la squadra come pensate di potere prendere da subito tutti giocatori di livello? Ma siete tordi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. strato57 - 1 mese fa

    Leggere certi post sembra che siano scrtti da decerebrati. Commisso aveva detto….Conmisso aveva promesso…. Ora è tutto cambiato…. Non spende….Ecc ecc…
    Ma ve lo ricordate cosa disse? I soldi non sono un problema, ma c’è il FAIRPLAY FINANAZIARIO che ci frena e mi batterò per far cambiare le regole.
    Quindi questo vuole dire che se anche voledsevspe di xambiare le cose

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 29agosto1926 - 1 mese fa

    Premesso che bisogna dare fiducia ad una proprietà che ha comprato la Fiorentina appena un mese fa. La conferenza stampa di Pradè si può interpretare in due modi:
    a) O ci ha raccontato un sacco di bischerate all’anima della trasparenza totale.
    b) O sono altamente indietro su quelli che dovevano essere i programmi annunciati

    Ci sono perlomeno 4 punti che non possono quadrare sui programmi che una società di calcio con l’ambizione di arrivare a giocare un buon calcio e giocarsela con tutti ,come ci dice Pradè.

    1) Non possiamo comprare De Paul, Lirola, Bennacer, Praet perché in qualche modo costano troppo per le casse della Fiorentina. Ma allora………. allora è cambiato veramente poco da prima. Con che giocatori pensiamo di fare il salto di qualità? E non ho nominato Dzeko, Barella, Spinazzola o altri.

    2) Non possiamo spendere tanto per il settore giovanile. Ma ci rendiamo conto che, al netto delle operazioni di mercato sbagliate, il nostro settore giovanile ha sfornato 5/6 giocatori che ad averli oggi in prima squadra metà dei problemi sarebbero risolti? Se le squadre come la Fiorentina non investono massicciamente nel settore giovanile non vanno da nessuna parte.

    3) Cominceremo a comprare il 10 di Agosto. Siamo su scherzi a parte? Il 14 agosto abbiamo la prima partita ufficiale ed il 24 inizia il campionato.Non occorre dire altro. Che giocatori saranno disponibili il 10 agosto? Quelli che gli altri non hanno voluto!

    4) Aspetteremo che Chiesa torni dalle vacanze per chiarire con lui la situazione. Ma, secondo voi, fare un mercato con o senza Chiesa è la stessa cosa? Perché aspettare a parlare con Enrico (unico che decide), per quale motivo parlarci al 20 di Luglio?

    A me sembra che questi quattro punti cozzino violentemente con una buona organizzazione e programmazione ed è per questo che credo Pradè ci abbia raccontato un sacco di balle perché se così non fosse ci sarebbe da essere preoccupati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ivo - 1 mese fa

    Il fast fast fast di Commisso si riferisce chiaramente alla situazione più generale. Ha voglia di creare strutture e una squadra importante. Per farlo serviranno non meno di un paio di anni. Visto che i fratellini in 17 anni non hanno fatto un tubo da questo punto di vista, se entro un paio di anni si vedesse qualcosa rientrerebbe perfettamente nel concetto di fast.
    Il keep calm è riferito unicamente a questo mercato estivo. Il sensale ha lasciato, come al suo solito, le macerie.
    Poi se qualcuno pensava che Commisso arrivasse e iniziasse da subito a buttare centinaia di milioni così a caso come fanno gli arabi allora mi sa che avete capito poco.
    Sono sicuro che verranno fatte ottime cose, Barone, Commisso e Pradè sono persone che di calcio ci capiscono parecchio, e i primi due sanno perfettamente come funziona lo sport, in particolare quanto siano importanti i tifosi e il concetto di entertainment. I fratellini, poeretti, non c’hanno capito ancora una mazza nè di Firenze nè del calcio, sono ancora lì che si chiedono come mai i tifosi ce l’abbiano con loro dopo aver sfiorato la retrocessione. Gli americani in un paio di settimane hanno già capito tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Lk - 1 mese fa

    Pradè: “Abbiamo 60 giocatori da vendere….e poi scappiamo tutti alle isole Cayman

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. folder - 1 mese fa

    Allora: ero e sono ancora contro la proprietà DV per come si è comportata negli anni e soprattutto per aver avallato la più distruttiva gestione di sempre della Fiorentina: quella del duo Gnigni/Bombolo.Ed ho quindi gioito al cambio di proprietà e alle prime dichiarazioni di Commisso.Però:ed oggi,dopo le dichiarazioni di Pradè,c’è un però grande come una casa,non mi sarei mai aspettato una marcia indietro così drastica sulla costruzione della squadra.Mi spiego:c’è qualcosa che non torna.Da una parte c’è un proprietario che dice:”facciamo fast-fast-fast”;dall’altra dei dipendenti che dicono:”keep calm”.Ora,se tanto mi da tanto,chi comanda dovrebbe essere quello che ci mette i soldi e la sua volontà dovrebbe essere legge ma qui sembra che non funzioni così.Intanto si comincia male sul mercato ma oltre a cominciare male quello che da più fastidio è la dichiarazione di Pradè su Bennacer secondo la quale il franco/algerino vorrebbe andare in una squadra che gioca le coppe…e infatti,se andrà al Milan,il Milan le gioca le coppe vero?La verità è una sola:se vuoi un giocatore ti presenti con i soldi veri e lo prendi;non aspetti “maggio che venga”;se sei tempestivo prendi il giocatore…altrimenti si inserisce un altro e te lo soffia e questo è quello che sta accadendo.Cosa significa:”“De Paul non possiamo comprarlo, costa una cifra su cui non possiamo essere competitivi”.Credevo che Commisso avesse previsto che per raggiungere certe posizioni si dovessero investire certe cifre;se non lo fai
    ecco che ti toccano i Norgaard;i Maxi Oliveira e compagnia cantante…e’ lo stesso ragionamento fatto per Lirola:l’Inter ha pagato Sensi 35Mil. al Sassuolo.Mettiamo che per Lirola abbiano chiesto 15 Mil.:se non hai la forza di investire 15 Mil. mi dici che squadra hai in mente di costrure?Gli acquisti
    verranno fatti dal 10 Agosto:ma Pradè lo sa che il 14 Agosto la Fiorentina gioca in CI?Penso che non vorranno fare figurette ed essere eliminati da una squadra di serie C:..le stesse figurette che si preparano a fare nella tourné
    amricana perchè se Montella schiererà un centrocampo con Benassi e Dabo e non si sa chi altri(forse Lakti?)contro l’Arsenal o il Benfica vedrai che orzi:e siamo sicuri che Commisso voglia fare,proprio negli USA,una figura da peracottaro dopo che ha fatto una mega-presentazione a Times-square a NY?Ora,sinceramente credo che certe dichiarazioni facciano parte di una strategia
    studiata a tavolino per depistare le concorrenti però…intanto il Milan(come si dice)ti sta soffiando Bennacer(e mi dispiace molto)e non vorrei trovarmi con Biglia,che ora ha una motilità da far invia ad un bradipo, in cabina di regia ed altri vecchioni scarti degli altri a comporre la squadra.Mah……non so che pensare tranne che: sarà bene che Pradè si dia una mossa altrimenti quello che penzava la maggior parte di noi e cioè il raggiungimento dell’Europa(almeno di quella minore)il prox anno si rivelerà come l’Araba Fenice.Spero proprio di no!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 1 mese fa

      ok finalmente l’ha detto folder, sicuramente non il peggior leccavalle! Sinceramente da stamani io ho esattamente le stesse perpessità di folder che giustamente dice, se hai soldi vai dall’Udinese e compri De Paul o chi per esso. Questo gioco che prima di luglio non c’è il DS, ma poi prima di agosto non si compra, spero sia solo un gioco delle parti per sviare tutti e comprare qualcuno di tosto, certo è che se vuoi trattenere Chiesa e gli dici che Lirola è fuori dai nostri budget o che De Paul è fuori schema, allora possiamo già dirgli di atterrare a Torino dal mare dov’è. A me non fa impazzire Bennacer e non so neanche chi sia Lirola ma se hai i soldi il 15 luglio hai già fatto mezza squadra e non veniamo a dire la scusa dei 60 giocatori da cedere che in rosa ce ne sono 41. Anche a volervi vendere tutti, stanno già pensando di comprarne 19 per poi rivenderli? Sarà carino, educato e tutto il resto ma a me sembra che oggi ci abbiano tutti presi ben bene per i fondelli. Ah l’Amministratore Delegato è un americano super fedelissimo di Commisso (come è giusto che sia) ed è un super amministrativo che non ci capisce nulla di calcio. Giusto per chi se lo fosse perso come concetto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. tonipilat_1415134 - 1 mese fa

      ci sono diversi punti da chiarire: Bennacer sta riflettendo, lo sa che vale per cui prende tempo, magari lo chiama il napoli, tanto per citarne una!! De Paul lo dovevi prendere lo scorso anno, oggi voglio 40 milioni e persino l’inter è scappata. per lirola davvero credi che il sassuolo chieda solo 15? secondo me ne chiede più di 25. il fair play finanziario ci costringe a comprare solo certi giocatori, poi se leggi bene: il monte ingaggi è altissimo a causa dell’alto numero di giocatori, se prima non si vende ci ritroviamo con il tecnico che deve fare allenamento su tre campi!! sarà una lunga estate di mercato, ci toccherà avere pazienza ma, a differenza di corvino, io di Pradè mi fido!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. 29agosto1926 - 1 mese fa

    Premesso che la figura di Pradè è rassicurante, competente e onestà ci sono dei punti, oltre a tanti positivi, che secondo il mio parere contrastano con i tempi ed i modi che una squadra deve avere nella situazione in cui si muove la Fiorentina.
    Gli acquisti saranno fatti dal 10 Agosto. Spero vivamente che sua un depistaggio, come probabilmente sarà, perché sarebbe ESTREMAMENTE tardi per cominciare un campionato dove vogliamo riscattare le te e ti magre figure. Il campionato comincia il 24 e solo 14 giorni per preparare al meglio una squadra non mi sembrano il massimo.
    Spenderemo meno soldi per il settore giovanile. Anche qui non sono d’accordo. Al netto degli errori di mercato ricordiamoci i tanti giovani che sono usciti dal settore e quanti di questi oggi avrebbero fatto comodo in prima squadra.
    Sentiremo Chiesa w i ando ritorna. Anche qui non sono d’accordo visto che Federico si affida completamente al padre, a quest’oradoveba già essere stato convocato e le parti avrebbero dovuto già confrontarsi. Una cosa è il mercato con Chiesa e un è senza. Comunque fiducia a questi uomini sperando che ci abbiano raccontato tante bugie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. sinistro viola - 1 mese fa

    dal numero di nuove cariche potremmo prepararci per fare la CL…senza arrivare tra le prime quattro..per quel risultato altro che de paul e lirola ci vogliono..per intanto a moena si va con la primavera e negli usa con chi ci ha portato quasi in b…poi dal 10 agosto fuochi d’artificio e le altre che ci hanno preceduto a guardar le stelle..fast fast o kalm kalm è sempre una questione di soldi, soldi..sinceramente un terzino destro un centrovanti e un volano a centrocampo..si potevano anche già prendere..anche solo per far chiacchierare pedullà..ma il campionato primavera quest’anno non si fa? FVS

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 1 mese fa

      No solo quello estivo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. alessandro - 1 mese fa

    Se non altro ha parlato di calcio e ha parlato chiaro. Da Simeone secondo me non si caverà mai niente di buono, ma se loro che si occupano di calcio per mestiere pensano il contrario avranno ragione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. batigol222 - 1 mese fa

    Intanto noto con piacere che si è tornati a parlare di calcio, cin moduli, idee tattiche, caratteristiche ricercate per i giocatori chiave.
    Alla luce di questo mi aspetto che se pur in questa prima sessione non arriveranno nomi altisonanti, arriveranno giocatori DI RUOLO in queste posizioni, cosa che fino ad oggi non è stata fatta. Non c’è il regista? E che problema c’è, faccio giocare veretout regista. Stessa cosa il terzino, e anche la prima punta vedi Simeone.
    Fare calcio e vedere le necessità della squadra è diverso da non fare calcio e guardare soltanto la finanza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 1 mese fa

      Comunque tanto per ruzzare … Oggi è stato nominato un amministratore delegato che non ci capisce nulla di calcio ed è solo un finanziario. Come vedi il bicchiere può sempre essere visto in mille maniere. Per anni volevamo un amministratore che ci capisse di calcio e oggi questa notizia è quasi passata in silenzio!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Barsineee - 1 mese fa

        Vedo che rode vedere che tutti i proprietari giustamente mettono un proprio uomo finanziario a controllare i conti!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. IG - 1 mese fa

          Beh se questo si chiama JOE BARONE, un manager vero, ha un senso se si chiama CORVINO, un mediatore di vitelli e GNIGNI braccibno torto allora non piu’

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Barsineee - 1 mese fa

            visto che si elogia sempre l’italiano, possiamo tradurre? Io starei parlando di Mark E. Stephan. Nuovo Amministratore Delegato della ACF Fiorentina. Lei di chi parla pascolatore?

            Mi piace Non mi piace
        2. IG - 1 mese fa

          Beh se questo si chiama JOE BARONE, un manager vero, ha un senso se si chiama CORVINO, un mediatore di vitelli e GNIGNI braccibno torto allora non piu’

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. batigol222 - 1 mese fa

    Sono d’accordo con quanto dice pradè, ci vuole tempo per costruire qualcosa perché negli ultimi 4 anni a firenze non è stato fatto calcio ma finanza. Ci vorranno anni per tornare seriamente competitivi e a me sta bene.
    Il problema è se la cosa verrà capita dalla maggior parte della tifoseria che si aspettava acquisti sontuosi fin da subito. Io sinceramente non voglio vedere una situazione come il Milan che spende spende e non vince niente… quella è la cosa peggio di tutte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Violino - 1 mese fa

    Ritorno di fiamma dei leccaciabattari!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 1 mese fa

      Che pena! Solo tu, quando c’erano i Della Valle tifavi per perdere. I leccavalle sia prima che oggi tifano sempre per vincere. Nasconditi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. andrea - 1 mese fa

    Mi piacerebbe conoscere quanto durerà ancora la stizza di alcuni nell’aver perso la famiglia della valle. È penoso leggere determinati commenti, invece di saltare sulla sedia, sapendo che su settantacinque giocatori in rosa, al netto dei primavera, ce ne sono sessanta da sbolognare. Lavoro monster per il nuovo ds, e piena consapevolezza del fatto che l’anno prossimo, se non ci fosse stato il cambio xi proprietà, saremmo certamente retrocessi e chissà cosa sarebbe stato del nostro futuro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. vecchio briga - 1 mese fa

    Penso che ad agosto, i giocatori che oggi non verrebbero perché vogliono fare le coppe, se non trovano squadra sarà più facile andarli a prendere. Ma penso anche che qualche acquisto prima di andare in America sarà fatto.. Comunque 60 giocatori da mandare via chi dobbiamo ringraziare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 1 mese fa

      Discorso giusto ma è anche vero che ad agosto io giocatore forte (tipo Traore o Lazzari o simile) si è già sistemato e tu prendi solo quelli che non voleva nessuno! Anche il 31 sera si fanno affari ma degli avanzi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vichingo - 1 mese fa

        Scusami,forse ho capito male..sostieni che Luglio = trattative a 5 stelle,Agosto = bidoni?
        Rispetto il tuo pensiero,ma credo sia generalizzare un po’troppo.
        L’anno della “rifondazione”,se un mi sbaglio,si riscattò Cuadrado verso metà luglio circa,poi gente come Gonzalo,aquilani,Borja,Pizarro..arrivarono tutti ad agosto.
        Toni in particolare,arrivò,negli “avanzi”,il 31.
        Ogni trattativa,può nascere,e morire,in qualunque momento,un penso,parere personale,che “quelle buone” possano avere una data,piuttosto che un’altra.
        Certo,qualcuno si sarà già accasato,chiaramente,ma l’importante è quali obiettivi si hanno.
        Obiettivi reali,intendo,che penso,e spero,la società saprà benissimo quali sono.
        Che poi si debba vendere 40,o 60 giocatori (son un’enormità ugualmente) non è cosa da poco.
        In definitiva,è legittima la preoccupazione di un mercato che,per gran parte,partirà tra un mese,ma credo si tratterà per la maggiore,di trattative da chiudere,o accantonare definitivamente,cui verranno piantati I semi già nel mese corrente.
        Saluti
        FV

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. silvettiumbert_27 - 1 mese fa

      Devi ringraziare chi l’ha comprati con i soldi della propria tasca e che ora compresi i giovani della primavera sono da buttare,vendendoli non sono soldini? .Allora prima si raccolgono i soldini dalla vendita,vedi Veretout (25 milioni di euro) e degli altri 60
      poi si compra.Altro che braccini corti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. bitterbirds - 1 mese fa

    “Gli acquisti? Credo li faremo quasi tutti dal 10 agosto”

    la sola novità rispetto agli anni precedenti è che almeno lui l’ha detto, per il resto saranno come sempre “teste e lische”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 1 mese fa

      Cacciucco per tutti! La palla ruzzola bitter ricorda … la palla ruzzola sempre! Do not forget about it

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bitterbirds - 1 mese fa

        tu lo sai barsineee, a me basta che alla domenica ci siano undici ****** a rincorrere una zucca in un prato per sentirmi felice e realizzato….
        vai, devo andare a preparare le valigie per moena sennò perdo il posto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Matteo - 1 mese fa

    Finalmente dopo anni di tristezza si torna a parlare di calcio!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 1 mese fa

      dal 10 di agosto però …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Burlamacchi - 1 mese fa

        E allora? Almeno non ci ha girato intorno…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Andrea - 1 mese fa

    BARONE IL NUOVO PAGANINI???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. franz - 1 mese fa

    si ma io il budget che ha a disposizione al netto delle vendite non l’ho sentito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andrea - 1 mese fa

      IL MAX CHE TI FANNO CONOSCERE è IL Bidè.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. casillas23 - 1 mese fa

      Corvino 2018-2019
      Pezzella 9.75 ML
      Saponara 9 ML
      Lafont 8 ML
      Rasmussen 7 ML
      Hancko 3.80 ML
      Zurkowski 3.70 ML
      Norgaard 3.50 ML
      Ceccherini 3 ML
      Pjaca 2 ML prestito
      Biraghi 2 ML
      Vlahovic 1.95 ML
      Laurini 1.60 ML
      Muriel 1 ML prestito
      Fernandes 875 mila prestito
      Mirallas 750 mila prestito
      Gerson 92 mila prestito
      Totale: 57.017 MILIONI
      Fonte TRANSFERMARKT.IT
      Con 57 Milioni di euro manca poco di retrocede. Ciao Grande Mago di Vernole, non mi mancherai!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. bobosmdg - 1 mese fa

    Insomma un’altra gestione in autofinanziamento, non cambia nulla rispetto agli ultimi 17 anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 1 mese fa

      no no è cambiato tutto. Quest’anno è l’anno delle minusvalenze!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. devdel - 1 mese fa

    “Vogliamo essere una società di altissimo livello, come l’Udinese che ho vissuto in quest’ultimo anno”
    ????????????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone Torricini - 1 mese fa

      Ciao, solo per chiarire: Pradè si riferiva alla dimensione organizzativa e manageriale e non ovviamente a quella dei risultati sportivi. Buon proseguimento

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. devdel - 1 mese fa

        Avere una dimensione organizzativa e manageriale di altissimo livello, con i risultati sportivi dell’Udinese di quest’anno, credo non interessi a nessun tifoso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. TonyManero - 1 mese fa

    Noto con piacere che i beceri bottegai hanno già iniziato a bubare. Lenzuoli pronti? Avanti così

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Barsineee - 1 mese fa

    Tutto molto bello e molto ben espresso. Armonia, amore, felicità, gioia. Un altro mondo rispetto a Corvino e Cognini. Bello! ma … quando uno compra la Fiorentina a 150 milioni quando la società è così sana che non si chiedono plusvalenze (le fanno tutti, noi forse saremmo gli unici assieme all’atalanta a non farle), quando vendi 60 dei 75 giocatori (la maggior parte delle giovanili visto che la prima squadra non ha 75 giocatori), quando il 10 di agosto rimani con 15 giocatori, di cui uno è Simeone ed un altro è Benassi … quando dici che De Paul è fuori budget, che Bennacier vuole l’europa (ma sta trattando con il Milan che l’europa non farà), che Pavoletti è fuori target, che per Lirola ti hanno fatto una richiesta monstre (13 milioni!), che c’è il FPF quando non sei in Europa per cui non hai alcun limitazione … e sotto sotto c’è un KEEP CALM FAST FAST. Quando ci sono tutti questi quando io mi chiedo: ma con che squadra andiamo a giocare? Lirola è caro, ma vogliamo giocatori italiani, una delle due frasi non torna! Noi vogliamo vincere contro tutti? Io l’ho già sentita questa frase. Esattamente l’anno scorso. Mi sembra che ci siamo salvati all’ultima. Quando è arrivato Commisso e ha iniziato a parlare di Fiorentina sinceramente io credevo di non avere la squadra pronta il 31 di agosto. Tornando sul FPF. Se non vai in Europa il FPF esiste. Per la lega italiana non esiste FPF. L’FPF vale solo per accedere in europa. Ma se non ci accedi puoi fare tutti i buchi di bilancio possibili. Ma se non investi, in Europa non ci sei. Oggi non c’è più un progetto ma un programma. Bello. Ma questo programma cosa prevede? Per adesso, 4 luglio, tante cariche (ricordiamoci gli 11 dirigenti dell’era Pradé) e zero giocatori. Tutto molto bello. Ma Lafont via. Pezzella via. Hugo via. Veretout via. Biraghi via. Rimango in attesa perchè i giudizi li ho sempre dati il 31 di agosto ma tutto questo entusiasmo per l’italiano a me interessa poco. Preferivo una conferenza stampa in aramaico con 5 giocatori forti già commprati. Poi come ho sempre detto, domani firmano un contratto monstre con Emirates e ci prendiamo 20 milioni di sponsor e ci comprano un giocatore forte e io sono felice. L’unica cosa di cui sono sicuro è che Italiano (al contrario di Inglese) gioca accanto a Manto Erboso!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giusetex7_9905901 - 1 mese fa

      Questa del fpf rimane ancora un piccolo mistero, è in parte vero quello che dici ossia che noi quest’anno non saremo soggetti a nessun limite di spesa. C’è un però…se questa annata ti portasse in Europa si andranno a vedere gli ultimi tre anni e uno sforamento eccessivo sarebbe da limitare successivamente. Su Lirola sono rimasto interdetto pure io, non tanto per una questione di giocatori italiani in quanto lui è spagnolo nonostante il cognome, ma più che altro sul perché uno stipendio del genere sia fuori target per le nostre casse considerando che non verranno effettuate plusvalenze.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Barsineee - 1 mese fa

        sinceramente se per rispettare il FPF fai una squadra misera che si salva all’ultima giornata … o ambisce al 10 posto … puoi anche fare come il Sassuolo che sfora dal FPF e poi fa in modo di non andare in EL! Certo le premesse erano un po’ diverse sinceramente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. dmarcell_379 - 1 mese fa

      Lirola è spagnolo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Barsineee - 1 mese fa

        Infatti Lirola costa meno di un equivalente italiano. Lo so benissimo che è un under 21 spagnolo … Ma Biraghi costa molto di più. Se Lirola è caro Sensi o Tonali o qualche ragazzino italiano che deve ancora dimostrare tutto cosa sono? A me sta fissa di fare una squadra italiana viste le figure barbine fatte dalle nazionali proprio non le capisco …

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Leo - 1 mese fa

    Non interessa che si facciano plusvalenze ma poi dice che i giocatori delle altre squadre sono economicamente fuori portata. Non è una contraddizione? E poi dove li abbiamo 75 tesserati? Vogliamo davvero aspettare di “depurare” anche le giovanili prima di iniziare a fare la prima squadra per la prossima stagione? Ah, e Zaniolo è andato in scadenza sotto la sua gestione. A parte questo, tutto bene direi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. zachini - 1 mese fa

    Cose positive: Borja e Rog restano dove stanno…l’abbiamo scampata

    Vdz

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Schicchi - 1 mese fa

    Il dieci agosto perché cadono le stelle, è più romantico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. ursusminimus - 1 mese fa

    non discuto i contenuti, ma la grammatica è migliorata molto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Julinho - 1 mese fa

    Allora, sono molto felice dell’inizio della nuova era. Finalmente una Proprietà e un DS che maneggiano e non giocano a nascondino. Posizioni che tengono buoni anche i mitici giornalai che tra le tante immaginavano di far venire a Firenze Balotelli a quattro milioni netti l’anno più le tante chicche spara nel monte che fin qui ci han fornito. Anche per loro peggiorerà in modo abbastanza pesante. Non ci sono plusvalenze da inseguire e questo non è positivo, ma di più. Ci sonno calciatori e società inarrivabili per le follie di un mondo che è una giostra assurda, sparpaglia quattrini e basta, perché per un buon giocatore sparano delle cifre che non stanno né in cielo né in terra e non sono quindi da Fiorentina. Nessuna paura in queste condizioni di oggi si troveranno certamente altre soluzioni che ci porteranno a Firenze giocatori di pari valore con i quali costruire una squadra molto ma molto forte.
    Il sassolino che Pradè si è tolto dalla scarpa, visto che ha dichiarato di essere stato mandato via la mattina che stava andando a fare una trattativa per prendere per la Fiorentina un giocatore senza che lui ne sapesse nulla, ci consegna una foto chiara e netta della situazione della precedente gestione. In Società, non credo fosse Andrea che contava davvero assai poco e quindi ai margini a soffrire davvero per tutta la valanga negativa che anche a lui è piovuta addosso, qualcuno che con il calcio ha litigato da piccino faceva e disfaceva a suo piacimento, ingarbugliando e intortando poi le cose che per forza non potevano andare che male, con fughe, non stando a Firenze vicino alla società e alla squadra, evitando ogni rapporto con la città e affidandosi ad un soggetto del tutto inadeguato e impreparato, da penare all’incompetenza visti i risultati, che ha preso una montagna di soldi e ne ha spesi un’altra per commissioni ai procuratori e tutto per vie traverse, al secolo Sig. Corvino Pantaleo. 60 giocatori inutili su 75 è un qualcosa che non ha bisogno di commenti. Si spiega drammaticamente da sé. Da chiudere bottega dopo tre ore. E se i risultati sonno stati quelli che sono stati, i giocatori che tutto avevano fuori che certezze societarie (e meno male che ci siamo salvati!!!) serie e solide e con un minimo di programma lo dobbiamo a Mr. Diego, all’Omo Nero, al Mago Otelma Corvino e ai procuratori in amicizia stretta con lui. Non mala, super mala gestione. Spero che Pradè li faccia fuori tutti alla svelta.
    Se saremo pazienti e appoggeremo Pradè e Antognoni con entusiasmo e forza propositiva ci leveremo anche presto grandissime soddisfazioni. Questo è garantito. Non siamo da meno di Atalanta, Lazio, Torino e perché no Roma.
    Da oggi aria davvero nuova (e positiva), quindi vita nuova (ed entusiasmante!).
    Forza Viola, forza Ragazzi Firenze è con voi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 1 mese fa

      Guarda condivido pienamente. Prima ho postato un commento, qua sotto, senza aver visto la conferenza stampa su Violachannel, e l’ho fatto sulla base dell’articolo di Violanews, adesso che ho ascoltato la conferenza stampa non posso che rafforzare quanto già scritto e da te ben evidenziato qua sopra. 60 giocatori su 75 sono, mi si consenta la battuta, un “rafforzino” della prossiama pensione, ma è un vantaggio esclusivamente personale piuttosto che collettivo, ovvero della società per cui si lavora. Peraltro Corvino già lavorava così. Andate sulla pagina della Fiorentina su Wikipedia e guardate la girandola di giocatori trattati dall’ex direttore nel suo primo periodo. Penso che ognuno si farà qualche domanda. Riporto le parole di Joe Barone ascoltate in conferenza stampa: “noi tutti lavoriamo per la società, non è la società che lavora per noi”, oppure anche quelle di Pradè che dice che, nel 2012, si era arrivati a lavorare l’uno contro l’altro e non in sintonia. Queste dinamiche hanno distrutto, lacerato, ridotto in brandelli l’ambiente Fiorentina. Checchè ne dicano con dichiarazioni cortesi, gli ultimi quattro anni devono essere stati un’inferno. Ricordo che due anni fa tutti facevano la corsa a fuggire dalla Fiorentina. La vicenda di Mammana e quella di Pradè alla fine della sua prima esperienza, esprimono chiaramente quello che era la Fiorentina. Io ho grande fiducia su questa proprietà e su questo gruppo al quale si è aggiunto, giustamente, e non per elemosina ma perchè in passato ha dimostrato di intendersi di calcio, e cioè Antognoni. Confido e spero in un gran campionato ed un futuro certamente migliore di quello che abbiamo assaggiato negli ultimi quattro anni. Sempre Forza Viola e forza ragazzi, forza tutti, Firenze è davvereo con voi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. paolotesi965 - 1 mese fa

        Concordo a pieno.
        Aria nuova e pulita

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. LupoAlberto - 1 mese fa

      Concordo con quasi tutto, salvo che il Mago Otelma è una persona seria rispetto agli altri che hai citato (non so se mi spiego…).
      SFV

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. user-2073653 - 1 mese fa

    60 su 75 non funzionali. Ah, i prodigi del Mago di Vernole…a proposito, ma lui oggi dov’è che lo presentano? Quale società l’ha assunto?comment_parent=0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. mastice67 - 1 mese fa

    Lo stipendio di Borja Valero non è in linea con i nostri canoni..”Finalmente il vento è cambiato!!”..Mah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Zio Tibia - 1 mese fa

      3 milioni per uno zombie di 34 anni?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Lk - 1 mese fa

    Simeone va rigenerato e non è da meno di Cutrone… Perfettamente d accordo.
    Badelj lasciamo stare, c ha abbandonato a 0 e spt in un momento particolare e molto delicato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bati - 1 mese fa

      il sangue dalle rape è difficile tirarlo fuori

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Lk - 1 mese fa

        Se il cuoco è bravo fa un ottimo succo di rapa, da utilizzare alla grande.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. vecchio briga - 1 mese fa

    Ragionieri addio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Ammazzalavecchiacolgas - 1 mese fa

    75? Ma sta ragionando anche della rosa dei Cosmos?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Burlamacchi - 1 mese fa

    Chiaro, diretto, aperto, deciso, pure elegante nelle risposte. Su vari aspetti ritengo il ritorno di Pradè come un salto di qualità.

    Ho visto anche affiatamento con Barone, e idee sul lungo periodo di quest’ultimo.
    Non per tornare sulle solite polemiche, ma prima certe prospettive non c’erano. Si leggevano indiscrezioni ed ipotesi di strategie sui giornali, poi però le conferenze erano sempre deludenti e criptiche. Della serie “Vediamo, stiamo valutando, non confermo nè smentisco, ecc” e l’impressione era sempre che non ci fosse tutta sta voglia di far crescere la Fiorentina.

    Mi è piaciuto molto il discorso sui giovani, sui giocatori italiani o fiorentina, sulle società del territorio da coinvolgere.
    Sono idee intelligenti, che richiederanno tempo e pazienza (anche fra i tifosi), ma che potrebbero far crescere molto la società.

    Ci vuole pazienza e bisogna andare cauti, ma ad oggi ho fiducia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Dellone68 - 1 mese fa

    Ragazzi, finalmente, questo direttore sportivo, oltre che una persona deliziosa, è uno che conosce il proprio lavoro, sa lavorare, sa toccare i punti giusti. FINALMENTE. Lasciamo perdere il passato, stendiamoci un velo pietoso perchè gli ultimi quattro anni sono stati da cardiopalma, ma alla fine anche a Corvino devo rendere l’onore delle armi. Io l’ho trovato inidoneo alla Fiorentina, ma lui avrà certamente fatto quello che gli hanno richiesto gli ex padroni. Quindi in bocca al lupo a Corvino, ma adesso è tornato finalmente Pradè ed il suo modo di lavorare si addice di più a quello di una grande società. Mi piace questo approccio graduale, io non chiedo nulla ne a Commisso, ne a Pradè, adesso torniamo a fare i tifosi, valuteremo la squadra, i giocatori ed il gioco. Spero in una bellissima annata che ci possa dare delle soddisfazioni. Il mio personalissimo appoggio di tifoso alla società, ai tecnici ed alla squadra, forza, forza, forza, forza viola!!!!
    Qualche critica da fare così almeno facciamo un pò di dibattito? Dico all’ottimo Daniele (Pradè) di lasciar perdere l’Atalanta, per me sono il nulla sportivo, noi siamo altra roba. Sono dell’idea che lui saprà fare MOLTO DI MEGLIO di quella che oggi considera una società modello. Siamo migliori, siamo altro e lo farà vedere.
    Di nuovo alè viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iacopoa_14043400 - 1 mese fa

      Dissento su Corvino ,che avrà fatto quello imposto dai foulards,Ma se ne è approfittato, facendo enormi danni sia economici di spese abnormi per il valore dei brocchi che ha comprato ,che ovviamente tecnici.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dellone68 - 1 mese fa

        Guarda, io vedevo Corvino come l’emblema del ridimensionamento totale, dell’inadeguatezza a rappresentare e lavorare per una squadra come la Fiorentina, ed anche una persona non proprio in linea con i canoni della cortesia. Mi pare che questo commento significhi una bocciatura su tutta la linea quindi il mio giudizio mi pare in linea con il tuo. Però ho voluto provare a mettermi nei suoi panni. Corvino è Corvino ed i padroni lo conoscevano bene. Conoscevano pregi e difetti. Se l’hanno richiamato qua significa che per loro era funzionale a quello che volevano. Da questo punto di vista noi non possiamo dire che era il peggio. Il peggio lo era per noi tifosi, ma per la proprietà era il migliore e siccome erano loro a pagarlo, noi dovevamo adeguarci. Considera che aveva un contratto rinnovato l’anno scorso, per altri tre anni. Questo significa che al di là delle nostre considerazioni, i due padroni lo consideravano come uno, ripeto, funzionale, ai loro progetti. Questo volevo dire. Sicchè Corvino, se vogliamo valutarlo, mi permetto di dire che dobbiamo farlo avendo presente quello che rappresentava per la proprietà e quello che era per noi. Per noi il PEGGIO, per loro il migliore. Ma è finita qua, prendiamoci in mano il futuro e lasciamo perdere il resto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. casillas23 - 1 mese fa

    60 su 75 non funzionali… le magie del mago di Vernole! Ho pianto quando Daniele ha parlato di Astori, mi sono emozionato quando ha zittito Alessandro con la frase: ” No Alessandro stavolta mi faranno tutte le domande che vorrano!”.
    La trasparenza e la professionalità di questo uomo è la vittoria più bella per tutti noi fiorentini!
    Avanti VIOLA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. bati - 1 mese fa

    Il ritorno di Pradè è ad oggi, ma lo sarà anche in futuro, una delle mosse più importanti fatte dalla nuova proprietà. Un ottimo professionista e soprattutto una bella persona.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Pierre Du Monde - 1 mese fa

    Insomma, non ho proprio esultato a 2 questioni: 1) Benassi e Simeone rimangono, 2) probabilmente non ci saranno nuovi acquisti prima del 10 agosto.
    Almeno a differenza di Corvino è uno che si fa capire, ha idee chiare e soprattutto parla in italiano XD.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bati - 1 mese fa

      non possiamo credere a tutto quello che dice altrimenti le strategie operative vanno a farsi fottere. Benassi cosa potrebbe fare in una squadra che farà del palleggio ripetuto e del controllo palla, lo strumento principale per sviluppare il suo gioco? Il discorso varrebbe anche per Simeone. Montella ha avuto un centravanti piccoletto che faceva reparto da solo dall’alto della sua immensa classe che si chiamava Pepito Rossi. Uno tecnicamente inguardabile come l’ argentino, potrebbe svolgere lo stesso ruolo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. woyzeck - 1 mese fa

    Allora, prime considerazioni: intanto si respira ARIA PURISSIMA rispetto alla precedente gestione (vediamo se i poveri leccavalle cominciano a capire…). Secondo: questa proprietà è una proprietà di GRANDISSIMO livello (niente autofinanziamento, niente plusvalenze, addirittura possibilità di minus valenze! Questo significa grande generosità, grande ambizione…). Terzo: unico piccolo dubbio, a questo punto spero che non sia proprio Daniele Pradè a tirare un po’ troppo il freno… Comunque Keep Calm and trust in Rocco!!! Adesso possiamo guardare l’orizzonte con grande speranza e ottimismo vero… Ripensare oggi agli uccelli del malaugurio, ai beccamorti e ai menagrami, ai beoti che hanno rallentato il passaggio dalla morte alla vita, fa ancora tanta rabbia… vabbè, forza viola!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lo spernacchiatore - 1 mese fa

      woyzeck ha bisogno di un po’ di fresco !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Barsineee - 1 mese fa

      guarda l’aria purissima si inizia a respirare quando si vedono i giocatori forti che giocano sul manto erboso del franchi. Per adesso chiacchiere. Quando io vedrò giocatori forti che giocano con la maglia viola addosso allora sarò felice. Di tutto il resto mi interessa il giusto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. el_sup - 1 mese fa

      boia deh o che film ti sei fatto wyzk???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Barsineee - 1 mese fa

        era dei gran bei tempi quelli del cinema muto!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Violaceo - 1 mese fa

    Finalmente una conferenza in italiano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. BlandoTifoso - 1 mese fa

    Gia’ capire cosa dice il direttore è un incredibile passo avanti, il leccese mi faceva venire mal di stomaco!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. RambaldoMelandri - 1 mese fa

    In bocca al lupo Direttore!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Violino - 1 mese fa

    Prevedo rianimo dei leccaciabattari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. storico10 - 1 mese fa

    grande Daniele!! portaci in Europa….
    quanto mi garba quest’uomo…..soprattutto perché non ci vogliono i sottotitoli… 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. dallapadella - 1 mese fa

    “abbiamo 75 calciatori con contratti in essere, di cui circa 60 non funzionali al nostro progetto” bella stoccata al Corvo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Puma - 1 mese fa

    Speriamo che non ci sia troppa chipp kalm a giocare poi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Cocco - 1 mese fa

    Vedi la…più chiari di così si muore…vediamo se ora arriva qualcuno che fa polemica perché non si compra Cristiano Ronaldo!!!
    La dimensione della Fiorentina non è e non sarà, ad oggi, la Champions League e forse nell’immediato neanche l’Europa League…
    Forza Viola, Forza Commisso…..KEEP CALM!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Xela - 1 mese fa

    “costa una cifra su cui non possiamo essere competitivi, noi come molte altre squadre in Italia” cosa significa? colpa del fairlay finanziario? colpa della proprietà? con una nuova proprietà non doveva cambiare tutto? i lenzuolai mi avevano spiegato così. bastava cambiare società ed i soldi potevano o sarebbe stati investiti. non c’era regola o tirchieria che tenesse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Etrusco - 1 mese fa

      Non sono i lenzuolai che ti hanno fatto perdere la strada della verità bensì i ciantellai. Esiste un fair play finanziario che se lo canni finisci come il Milan fuori dalle coppe o come il Chelsea cioè con la campagna acquisti bloccata. La vecchia società tra l’altro per non spendere decise di autoattivarselo se non erro ben 3 stagioni prima del dovuto, da lì le grandi pive nel sacco che ancora oggi ci portiamo dietro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Xela - 1 mese fa

        non ho colto chi siano i ciantellai, sarà il caldo… i dv l’attivarono quando si era in europa quindi in realtà lo fecero nel momento giusto perchè poi ci permise di fare investimenti successivamente portandoci nuovamente in europa e facendoci divertire con montella. e quindi ora il problema, nonostante si sia fuori dalle coppe, è il fairplay? e il surplus nel cambiare presidenza in cosa consisterebbe? in commisso che parla come joe pesci in mio cugino vincenzo? con tutto rispetto se tutto sto puzzo era per partorire un presidente simpatico ne facevo anche a meno. per altro dando di fatto ragione alle scelte dei dv degli ultimi anni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Etrusco - 1 mese fa

          Ma chi sono questi lenzuolai? Ma intendi tutti coloro i quali prima di acquistare e tirare fuori cash cercano di vendersi pure le lenzuola? Non credo tu parli degli appassionati dato che chiunque in maniera civile e senza quindi stupide guerriglie urbane, discute civilmente con una proprietà sul modo di gestire una società, possono solo essere definiti civili e seri appassionati senza epiteti. Per il resto di cosa vuoi discutere? Vuoi parlare delle campagne acquisti delle ultime 3 stagioni? Vogliamo parlare sul fatto che l’ultima campagna acquisti seria è datata estate 2013? Se ci sono delle regole astringenti c’è poco da fare ma stai certo che la penuria sportiva subita negli ultimi 6 anni con il calabro americano sarà difficile rivederla così presto nonostante tutto e tutti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Xela - 1 mese fa

            chi sono i leccavalle? quelli che vanno nelle vallate coi calippo? va vien via… facile fare ora i ragionieri con la testa sulle spalle… vi stanno in pratica spiegando che quello che hanno fatto i dv era già parecchio economicamente. io spero che ora siano più fortunati perchè noi non contiamo mai che i dv sarebbero andati almeno altre 4 volte in champions se non avessimo subito delle penalità o rubato il quarto posto o esclusi per il ranking dell’italia pessimo. spero commisso abbia più fortuna.
            che i dv abbiano fatto male calcio coi cognigni, corvino etc ci può stare (dobbiamo ancora vedere cosa faranno ora dove mi pare abbiate troppe certezze) ma a livello di investimento siamo al punto di prima.ed io l’ho sempre detto, il problema è che voi fate finta di non capirlo.

            Mi piace Non mi piace
        2. batigol222 - 1 mese fa

          Mi dispiace che tu non colga la differenza abissale che c’è tra la precedente proprietà e questa. Non so se ti rendi conto che sono 3 anni che non si compra un giocatore e andiamo avanti con una squadra dall’età media inferiore ai 24, non per avere eccellenze ma chiaramente per risparmiare (con un paio di eccezioni).
          Fare meglio degli ultimi 3 anni ci vuole poco, basta comprarne un paio entro il 31! Chi ha parlato di campagna acquisti faraonica?
          Dai il tempo, una nuova proprietà non si giudica da 1 mese di operato

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BlandoTifoso - 1 mese fa

      Apparte che si chiama Fair-Play finanziario. E purtroppo è una losca manovra del uefa per far vincere sempre le squadre più forti che hanno più seguito e permettono diritti tv più cospiqui. Il che se hai il fattuarato puoi comprare giocatori forti migliorare i risultati per cui incrementare il fatturato, se sei una squadra con un fatturato basso dovresti comprare giocatori per alzare i tuoi risultati e quindi aumentare il seguito e di conseguenza il fatturato.. ma se non aumenti il fatturato non puoi comprare i giocatori.. bella presa per il c.

      Quindi al fatturato non sfuggi, magari senza corvino che ci ha farcito di 75 giocatori di cui 50-60 completamente inutili basta prenderne meno ma buoni il monte ingaggi che avevamo era da chievo per il nostro fatturato può essere sensibilmente più alto.. restano oltre 50 giocatori inutili che non vuole nessuno regalo dell’incapacità manifesta di corvino! Con chi te la prendi quindi? i miracoli non li fa nessuno, la colpa è del uefa e di corvino..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Xela - 1 mese fa

        addirittura ti attacchi ad un errore di battitura sulla tastiera perdendo una p. bah. mi spieghi ovvietà. uefa e corvino… appunto. io corvino l’ho sempre criticato sin dai tempi di prandelli perchè per me gioca con le figurine e non coi giocatori. è antico.ma qui vi state dimenticando che i lenzuolai hanno attaccato i dv perchè erano il babbo ricco che non spende. oggi siete diventati tutti commercialisti e notai. si chiama semplicemente ipocrisia. i dv hanno fatto been a lasciare perchè ormai era tutto appassito ma dovreste ammettere che dal punto di vista gestionale non hanno sbagliato una virgola.i limiti tecnici, che siano di corvino o di un gomez non possono essere additati alla presidenza. lo dicevo ieri e lo dirò domani. voi invece avete camabiato modo di vedere. questo è il punto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Barsineee - 1 mese fa

        Guarda che il Fpf si applica solo per andare in Europa. Per fare il campionato non serve a nulla. Puoi vincere cinque scudetti e cinque coppe Italia di seguito ed essere escluso dalla UEFA … La Figc non dirà nulla! Questo per tutti gli ossessionati dalla bacheca che per anni hanno rotto le palle. Fpf = UEFA. Campionato italiano NO FPF!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. Etrusco - 1 mese fa

    Forza Pradè, troverai mille problemi e mille problemi risolverai, sei tutti noi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. woyzeck - 1 mese fa

    Caro Joe, la calma va benissimo, l’importante è di non diventare un Cognigni 2.0…!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy