Jacobelli: “La Fiorentina ha dimostrato di essere viva. Amrabat? I cavalli si giudicano al traguardo”

Il direttore di Tuttosport affronta l’attualità viola

di Redazione VN
Amrabat

Xavier Jacobelli, direttore di Tuttosport, è intervenuto a Radio Bruno:

“La sensazione legata all’Atalanta è legata alle panzane che stanno circolando in queste ore. A noi risulta che stasera l’Atalanta si presenterà unita, con l’obiettivo ottavi di finale ben presente ai giocatori. Certo è che quest’anno la Champions toglie gioco forza moltissime energie, il rallentamento in campionato è quasi fisiologico, ma c’è una strategia ben definita per il futuro.

La prova di carattere della Fiorentina è significativa. Non si può pensare che la situazione migliori in maniera diametralmente opposta in così poco tempo, ma ierilaltro la squadra ha dimostrato di essere viva, di reagire, di poter piano piano riemergere in un torneo che è molto equilibrato. Pochi punti possono cambiare molte prospettive. Ribery? Prima di tutto è bene precisare che la valutazione spetta a Prandelli. Dopodiché è tutta la squadra che deve fare un salto di qualità nel rendimento del proprio gioco, che poi si sublima nel gesto di Ribery. La lacuna maggiore è sotto gli occhi di tutti, manca una punta centrale. Con giocatori giovani come Kouamé e Vlahovic dei cali di rendimento vanno messi in preventivo…

L’inquietudine della piazza è giustificata, ma con 28 partite alla fine tutto è in divenire. E’ necessario fare qualche punto da qui a Natale. Il rendimento di Amrabat? Ci sono stagioni positive e stagioni negative per tutti i giocatori, ma ricordatevi che i cavalli si giudicano sempre al traguardo; già al termine del girone d’andata avremo dati più precisi. Non ho dubbi sul fatto che Prandelli sia pronto ad intervenire”.

Valcareggi: “Il pareggio vale una vittoria, vi spiego. Castrovilli ha il problema della foga”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy