Hugo, Saponara e Babacar ci sperano: e se Pioli cambiasse ancora modulo?

Hugo, Saponara e Babacar ci sperano: e se Pioli cambiasse ancora modulo?

Se Pioli dovesse cambiare modulo, giocatori come Hugo, Saponara e Babacar ne gioverebbero. Ecco come…

di Stefano Rossi, @StefanoRossi_

Mescola le carte Stefano Pioli. E pensare che la formazione titolare fin qui è stata praticamente una filastrocca. Un motivetto da imparare quasi a memoria. Rimane differenza fra titolari e seconde scelte, è vero. Ma allo stesso tempo qualcuno dalle retrovie comincia a fare capolino e presto potrebbe trovare più spazio. E’ il caso di Vitor Hugo, Saponara e Babacar. Il secondo tempo di Ferrara e quella di Roma hanno consegnato al campo una Fiorentina schierata con il 3-5-2. Dopo aver insistito a lungo sul 4-3-3 e prima ancora sul 4-2-3-1, potrebbe essere arrivato il momento di cambiare ancora. Probabilmente per il momento l’esperimento si ripeterà a gara in corsa e non dall’inizio.

Intanto i numeri dicono che la Fiorentina con l’ultimo modulo ha saputo rimontare il risultato nelle ultime due trasferte. Fino ad ora la squadra aveva sempre faticato a rimettere in piedi le partite: soltanto un caso? Vanno aggiunti i problemi di Simeone a fare reparto da solo e le difficoltà dei terzini. A destra Gaspar spinge ma difende con poca attenzione. Laurini, al contrario, garantisce ordine ma poco dinamismo. A sinistra invece si sono palesati problemi maggiori con Maxi che è nettamente la riserva e Biraghi che pur sapendo crossare ha momenti di pausa e distrazione durante la gara.

Vitor Hugo, Saponara e Babacar? Il centrale brasiliano formerebbe un reparto solido con Pezzella e Astori dopo mesi di studio del calcio italiano. Babacar invece potrebbe avere quell’occasione che spera da tanto tempo. In termini di gol ha sempre dato il suo contributo, se Pioli dovesse coinvolgerlo dal primo minuto lo dovrebbe dare anche sotto il profilo del gioco. E Saponara? Nelle ultime settimane è stato provato come mezzala e con un eventuale centrocampo a 5 potrebbe inserirsi bene. Oppure, alzandolo di qualche metro, Pioli potrebbe attuare un 3-4-1-2. L’elemento penalizzato sarebbe Chiesa, costretto a fare la fascia a tutto campo e quindi destinato ad avere sulla carta qualche difficoltà. E forse è proprio questo il dubbio che frena l’allenatore. Le soluzioni non mancano, il cantiere viola è ancora aperto.

Violanews consiglia

Fiorentina: ecco i cinque viola più social

Tare non si dà pace: “Non capisco cosa abbia visto Massa: contro la Fiorentina niente era chiaro”

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. LuckyLuke9 - 2 anni fa

    Il primo a non avere le idee chiare è l’allenatore Pioli.Soprattutto non si smuove dalle sue convinzioni! Che testardaggine! Difesa a 3! Victor Hugo titolare! Le punte devono essere due,quelle che hanno maggiore qualità,Chiesa e Thereau,è inutile schierare un tridente dove ognuno giochi per conto suo e non sappia cosa fare e dove andare!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 2 anni fa

    Che Chiesa debba giocare sulla fascia a tutto campo è chiaro qualsiasi modulo si adotti fuori del 4.3.3.
    Su un 3.5.2. ipotizzando Gaspar sulla fascia destra (non c’è un altro giocatore che possa giocarci a meno che non rimodellare Gil alla Joaquin (Improbabile) e sulla sinistra Chiesa.
    Su un 3.4.1.2 Chiesa dovrebbe giocare a destra con Benassi in una posizione non sua a sinistra.
    Insomma tutti i moduli rappresentano una bella incognita e delle belle incerteze

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cuoreviola - 2 anni fa

      Francamente mi permetto di dissentire, non succederà che i giocatori di questa squadra spostati di ruolo rispetto alle posizioni attuali vinceranno lo scudetto, ma certo vincere con Spal ed Atalanta e non prenderle dal Chievo dal Crotone e dalla Samp si può!
      Vedo Chiesa al fianco di Simeone (o Bababar) per un duo veloce e tecnico, un centrocampo a tre con Veretout e Benassi incursori di centrocampo, e Saponara che prende palla nella propria metà campo ed organizza il gioco (alla Pirlo dei tempi belli), ai lati a tutta fascia Gaspar a dx e Biraghi (se a gennaio se ne trova uno meglio, tanto di guadagnato) a sx, e la tanto agognata difesa a tre con Pezzella e due tra Astori-Hugo-Milencovic (3-1-4-2), quando occorre via Saponara e dentro Jil Diaz per un attacco a tre (3-4-3) o nei momenti in cui è necessario Chiesa a tutta fascia, dentro un centrocampista e Saponara a ridosso della punta (3-5-1-1). Una cosa è certa, con questi ragazzi si potrebbe fare meglio di quanto si è fatto fino a d ora.
      Sempre Forza Viola

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rick61 - 2 anni fa

    La distanza in punti dal 7° posto è poca azzeccare il modulo giusto è essenziale..per me questa squadra per l’organico che ha il 352 è il modulo più adatto..però bisogna verificarlo sul campo..penso che Pioli abbia il dovere di trovare l’ossatura per poi inserirci 3 innesti e ritornare alle posizioni degli ultimi anni.Forza Viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gaetano - 2 anni fa

      Trovo strano che la critica accettò Berna esterno destro, pur non avendone il fisico, il 1° anno di Sousa. Forse perché mezzala c’era Borja? L’anno scorso nessuno eccepì che Chiesa giocasse sulla fascia. Perché c’erano Borja, Bernardeschi che giocavano quasi sempre nella zona centrale? Quest’anno abbiamo esterni mediocri, sia difensivi che offensivi, è necessario che Chiesa giochi esterno, con Simeone a scorazzare a 180° e Babacar a fare da punta centrale. Tra l’altro Baba dà una bella mano, pardon testa, sui calci piazzati in difesa, dove la difesa è un po’ carente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Claudio50 - 2 anni fa

    Ma.. per me tutti questi cambiamenti creano confusione a chi gioca. Si vede bene che con il pallone tra i piedi spesso non sanno cosa fare e si rifugiano con passaggi all’indietro. FORZA VIOLA

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy