Graziani: “Spero di sbagliarmi sul bomber. Se Commisso ha confermato Iachini c’è un motivo”

Le opinioni dell’ex bomber viola

di Redazione VN
Commisso

Ciccio Graziani è intervenuto al Pentasport di Radio Bruno Toscana:

“I giocatori oggi vengono se li accontenti con soldi e progetto. Soprattutto soldi. Alcuni giocatori hanno deciso di non venire a Firenze, ma rappresentavano il piano A. Ci dovrebbe essere un piano B… Tutti abbiamo sperato nell’arrivo di una punta, la società si fida ciecamente dei suoi giovani. Spero di sbagliarmi, ma l’attaccante per me era la prima spesa da mettere in conto. Al di là dei risultati, la Fiorentina è una buona squadra, bisogna vincere a La Spezia. Via Chiesa, è arrivato Callejon, viva Callejon.

Se Milik avesse accettato, oggi parleremmo di una Fiorentina molto più forte, ma anche così si può competere. Chi compete? Il Torino ha zero punti in due partite, eppure ci dovrebbero puntare anche i granata. Il campo è giudice unico. Io mi sarei aspettato il bomber, ma non è stato possibile. Se la società ha ragione su Kouamé, Vlahovic e Cutrone, allora ha fatto tombola. Sono curioso di vedere questo Quarta, di cui tutti parlano bene. L’Europa si può raggiungere, ma si deve vincere con lo Spezia, partita-trabocchetto.

Se Commisso ha rinnovato la fiducia a Iachini è perché è stato convinto dal rapporto che aveva col gruppo, dalla dedizione, dai risultati. Poi se magari con Spezia e Udinese non arrivano punti, allora è legittimo mettere in discussione l’allenatore. Ma come lo sarebbe dappertutto. Chiesa non ha fatto una stagione scintillante, ma il suo valore è rimasto alto perché ha avuto dei lampi”.

COMMISSO: “I CALCIATORI VORRANNO SUBITO VENIRE A FIRENZE”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy