Gomez e Rossi, due triplette che fanno riemergere i rimpianti (ma non troppo)

Gomez e Rossi, due triplette che fanno riemergere i rimpianti (ma non troppo)

I due ex attaccanti della Fiorentina hanno segnato due triplette, rispettivamente contro il Bayer Leverkusen ed il Las Palmas, facendo tornare in mente il rimpianto di non averli mai visti insieme

di Giacomo Brunetti, @gia_brunetti

I telecronisti tedeschi e spagnoli hanno avuto il loro da fare nel weekend appena concluso: Tooor! e Goool!, ripetuti ben sei volte, rispettavamente tre volte ciascuno. Ci hanno pensato i due ex viola Mario Gomez – oggi attaccante del Wolfsburg – e Giuseppe Rossi – ancora di proprietà della Fiorentina fino a giugno ed in prestito al Celta Vigo – ad animare le giornate di Bundesliga e La Liga. I rimpianti di Firenze, che non li ha mai visti giocare insieme, vedendo tramutare i propri sogni in realtà solo sulla carta. Sarebbe dovuta essere la coppia per il salto di qualità, in quella squadra plasmata da Montella che ha fatto sognare i tifosi, ma si è trasformò ben presto in quella delle illusioni.

E le tripette realizzate dal tedesco contro il Bayer Leverkusen e dall’italo-statunitense contro il Las Palmas hanno fatto tornare in mente, per un attimo, quello che sarebbe potuto essere. Gomez, dopo un inizio negativo, si è ripreso, tanto da trascinare la propria squadra – che sta vivendo una stagione certamente non esaltante – nelle ultime gare, complice anche il cambio di allenatore. Rossi, invece, sta giocando poco in Spagna, ma questa tripletta potrebbe essere la svolta anche per il suo futuro.

Infortuni, schemi poco congeniali e mancato adattamento, varie cause che non hanno permesso alla Fiorentina di godere dei propri gioielli ma anzi, far sì che questi diventassero un problema, anche economico, negli anni successivi: scelte di mercato eccellenti che avevano riacceso la fiamma nella tifoseria e nella presidenza, quest’ultima rimasta probabilmente scottata dal fallimento degli investimenti.

Due triplette piene di rimpianti, ma non troppo, vista la stagione altalentante ma in netta ripresa di Gomez e lo scarso minutaggio di Rossi: l’unica cosa certa rimane la voglia di vederli insieme, con il 22 ed il 30 sulle spalle, ad esultare sotto la Fiesole, consapevoli però che questo non sarà più possibile.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. kk53 - 3 anni fa

    Ascolta Rondel c’è tanto posto a questo mondo proprio qui devi rompere le p…
    vai a Torino,quello è il tuo posto!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ELROND - 3 anni fa

    A me non me ne frega niente del fatto che il Rossi abbia segnato una tripletta. E’ notoriamente noto che in Spagna segnano anche i cani.
    Quela del Gomez è invece una ferita ancora aperta. Egli segna gol a grappoli, ma a firenze gli si è preferito il Kalifisici. Non a caso uno è campione del mondo e l’altro campione nauseabondo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy