E’ iniziata la rivoluzione di Commisso: serve una nuova squadra mercato, il tempo stringe

E’ iniziata la rivoluzione di Commisso: serve una nuova squadra mercato, il tempo stringe

Corvino ha salutato la Fiorentina. Adesso Commisso deve formare la nuova squadra mercato. L’immobilismo sul piano delle trattative è giustificato viste le vicende societarie, ma ora serve cambiare passo

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

L’ufficialità non è arrivata all’alba come con Antonio Conte all’Inter, ma quasi. La seconda avventura di Pantaleo Corvino alla Fiorentina è finita alle 9.30 di un torrido martedì di fine primavera (IL COMUNICATO).

L’addio dell’ex Dg viola è – a parere di chi scrive – giusto. E non solo perché l’avvento di una nuova proprietà, nelle società sportive come in tutte le aziende, determina un cambio nell’organigramma. Corvino è sempre stato l’uomo solo al comando, un modo obsoleto di fare calcio. E poi gli errori. E’ vero che nello sport vince chi sbaglia meno e non chi non sbaglia (è impossibile), ma negli ultimi anni le valutazioni errate sono state tante, troppe. Impossibile dimenticare (per dirne una) la celebre frase pronunciata alla presentazione di Maxi Olivera: “Se non lo conoscete, è un problema vostro“. Il feeling con Firenze era ai minimi termini, quindi ben venga il cambio della guardia.

La rivoluzione di Rocco Commisso è iniziata. Non c’è tempo da perdere, tra meno di un mese scatterà la stagione 2019-20. L’imprenditore italo-americano e il suo staff dovranno formare al più presto la nuova squadra mercato. “Manca un direttore sportivo, non saprei con chi confrontarmi“. Le parole di Mario Giuffredi, agente di Jordan Veretout, spiegano bene l’immobilismo (più che giustificato) che regna in casa Fiorentina.

Le novità, comunque, sono dietro l’angolo. A cominciare proprio dal direttore sportivo, ruolo che potrebbe essere ricoperto da Daniele Pradè, in attesa della Fiorentina dopo aver lasciato l’Udinese.

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-833374 - 5 mesi fa

    perché non Pierpaolo Marino?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Etrusco - 5 mesi fa

      Marino arriva dopo portandosi dietro Destro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Burlamacchi - 5 mesi fa

    Io credo che Pradè o Corvino che sia, il problema resta sempre il budget a disposizione.
    Lo “spazio di manovra” inteso come cifre a disposizione per il mercato e per il monte ingaggi.

    Pradè (e Macia, non voglio dimenticarlo) fece bene quando gli venne dato mandato di ricostruire la Fiorentina e aveva a disposizione risorse. I problemi sono sorti quando si è iniziato a stringere i cordoni della borsa, come confermato poi dal ritorno di Corvino. Obiettivi rivisti, meno risorse, minori possibilità e quindi risultati peggiori.

    Senza dubbio è necessario alzare il monte ingaggi.

    Credo che Pradè possa essere un ottimo Ds se gli verrà dato modo di lavorare. Come peraltro ha già dimostrato in passato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Lk - 5 mesi fa

    Pradè cn Gilberto, il nuovo Cafu…. Ahahahaha c’è l abbiamo ancora a libro paga mesa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Claudio - 5 mesi fa

    tutto giusto, con una nota: l’ultimo dei problemi deve essere l’agente di Veretout, sotto contratto e che pagato regolarmente; quindi la sua necessità di parlare con la società per andare dove gli pare sarà anche legittima, ma deve essere l’ultima delle priorità. Che scalpiti pure, questi stanno stanno facendo l’impossibile per allestire la squadra, che aspetti in coda senza far casino per favore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13728111 - 5 mesi fa

    Prade’ no!!!! Ci ha già rotto una volta, basta.
    È un DS per squadre di tersa fascia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Violino - 5 mesi fa

      Tersa elementare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. rudy - 5 mesi fa

    Se arrivasse Pradè è perché lo ha scelto Antonio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. bianco - 5 mesi fa

    Giuffredi ha esposto un dato di fatto ovvero che non c’è un DS a cui rivolgersi non vedo nessuna polemica la società è nuova diamo tempo di far arrivare dirigenti nuovi e poi Veretout sarà accontentato di andare a fare la riserva al Napoli o al PSG basta portare i soldini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Andrea - 5 mesi fa

    Mi piace Pradè un professionista serio e preparato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy