Coni, Malagò: “Lo sport cancella la stagione, il calcio vuole continuare. Ma no allenamenti fino al 27 aprile”

Le parole del numero uno del Coni sul campionato

di Redazione VN
Malagò

Giovanni Malagò, presidente del CONI, ha rilasciato una intervista ai microfoni di Radio Radio. Le sue parole sul campionato italiano:

Io sto a casa, tranne una-due volte a settimana che per causa di forza maggiore devo andare al CONI con tutte le precauzioni possibili. Queste mie giornate le passo al telefono, collegato via skype o per chat con l’universo che ho l’onore di rappresentare a tutti i livelli. Oggi lo sport, abbastanza alla spicciolata ma in modo quasi unanime, sta andando verso la cancellazione della stagione agonistica. E’ un dato di fatto, è sotto gli occhi di tutti. Il calcio, invece, vuole andare avanti e si mette in una situazione diversa rispetto alle altre discipline. Sarei molto felice se si potesse a settembre ripartire. Anche se non al 100% già sarebbe un segnale significativo. Gli allenamenti sono stati vietati per tutti, ma bisogna fare delle distinzioni tra le attività individuali e quelle di squadra, indoor o outdoor. Il governo, a torto o a ragione, con il dpcm ha deciso di vietarli per tutti. E ora ho la sensazione che questo Dpcm verrà prorogato, o dopo il 27 aprile o ai primi di maggio.

Commisso: “Non si può continuare con stadio di 90 anni. Le macchine di quel tempo sono nei musei”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy