Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

il summit

Commisso: “Ho parlato con Ceferin, va risolto il problema procuratori”

Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images

Il patron della Fiorentina è stato ospite ieri al “Business of sport US Summit” promosso e organizzato dal Financial Times

Redazione VN

Il Presidente Rocco Commisso ha partecipato ieri al “Business of sport US Summit” promosso e organizzato dal Financial Times. All’evento hanno partecipato molte importanti personalità del mondo dello Sport e della Finanza. Liz Ellen (direttore e co-fondatore di Lividia Sport) e Andrea Radrizzani (Proprietario del Leeds United e Presidente e Fondatore di Eleven Sports). Tanti gli argomenti affrontati dal Presidente viola. Dai motivi che lo hanno spinto ad investire nel calcio italiano e nella Fiorentina, fino alle strategie di investimento e le tematiche relative ad agenti e procuratori.

Vi proponiamo una sintesi dell'intervento di Rocco Commisso (traduzione a cura di ACF Fiorentina):

La Fiorentina - "Ho a che fare con il calcio da 50-60 anni ormai. Ero alla ricerca di opportunità di investimento e sono felice di averlo fatto. Se avessi aspettato altri nove mesi, probabilmente avrei pagato di meno. Ho rilevato la Fiorentina a giugno 2019, il Covid è arrivato a febbraio 2020. Perché la Fiorentina e Firenze? Avevo diverse possibilità, ma mia moglie voleva che, nel caso di investimento in Italia, avrebbe dovuto essere una bella città. Per questo ho scelto Firenze".

Investimenti nel calcio - "Se guardo al panorama calcistico italiano, oggi, otto delle principali squadre del paese sono di proprietà straniera. Ci sono americani, c’è una proprietà canadese e una cinese. Otto squadre del massimo campionato sono di proprietà straniera. Anni fa ce n’era solo una. In Premier League sono undici su venti. Stiamo recuperando terreno e penso che ci siano altre persone intenzionate a investire nel calcio italiano".

Agenti e contratti - "La cosa non sostenibile è che i costi dei trasferimenti e le commissioni ai procuratori ti fanno rischiare di perdere un calciatore a zero. Come è successo al Milan con Donnarumma o come sta accadendo con altri giocatori al PSG. E potrebbe succedere anche alla Fiorentina con Vlahovic. Noi gli abbiamo dato la possibilità di mettersi in mostra in campo, giocare titolare. Ha segnato 20 gol e ora abbiamo dei problemi per quanto riguarda il rinnovo del contratto. Devono esserci delle regole chiare. Non possono esserci contratti di cinque anni, che al terzo anno viene già rinegoziato. Le commissioni sono altissime, parliamo di moltissimi soldi. Questo non esiste negli USA. Non ci sono costi di trasferimento. Non si pagano contanti. I giocatori vengono scambiati, non esistono i costi del cartellino. Questi soldi escono dal sistema. I procuratori vengono pagati di più, perché convincono i giocatori a cambiare squadra ogni tre anni. La FIFA, la UEFA, la Serie A, la Premier League devono fare qualcosa".

UEFA e regole - "Abbiamo parlato con Ceferin e mi ha promesso che la questione dei procuratori sarà trattata il prima possibile. Ho parlato anche con Gravina e anche lui mi ha detto che questa questione deve essere risolta. Perché non si può investire su un giocatore se i nostri interessi non convergono. Significa che se fa bene gioca, se fa male va in panchina. Se fa bene e vuole più soldi, la Fiorentina deve poter trarne dei benefici. Non è possibile che se un giocatore fa bene, il giorno dopo vuole andarsene".

Nuovo Franchi - "Sarà ristrutturato, ma non da me. La città sta cercando di trovare i soldi per ristrutturare lo stadio esistente. Lo farà il Comune e lo affitterà, almeno per il momento. Quindi lo stadio non sarà di proprietà della Fiorentina e io non ci spenderò dei soldi".

tutte le notizie di