Commisso-Della Valle, accordo vicino… Aspettando la conferma della Serie A

Commisso-Della Valle, accordo vicino… Aspettando la conferma della Serie A

La trattativa è caldissima ma per la sua definizione si aspetta l’esito della partita contro il Genoa: in caso di retrocessione salterebbe tutto

di Redazione VN

Quello tra Rocco Commisso e la Fiorentina è un matrimonio che s’ha da fare… solo in caso di Serie A. In caso di una malaugurata retrocessione, infatti, l’operazione salterebbe in toto. E’ quanto riportato poco fa da tuttomercatoweb.com. Ma andiamo con ordine. Quella formulata dall’imprenditore italo-americano tramite l’advisor JP Morgan è una proposta solida, forte, concreta, che la famiglia Della Valle avrebbe già accettato. Ma ancora niente è stato messo nero su bianco: Commisso, infatti, prima vuol capire l’esito di questo drammatico campionato giocato dai viola. Se la Fiorentina domani sera dovesse compiere un autogol clamoroso e salutare la Serie A la trattativa non verrebbe conclusa. Ecco perchè la fase calda tra Commisso e i Della Valle inizierà da lunedì in poi. Genoa (ed Empoli) permettendo.

Violanews consiglia

Fiorentina, i dettagli della trattativa. Punto interrogativo sull’esposizione debitoria di Commisso

NY Times: Fiorentina ceduta a Commisso per 135 milioni, lunedì l’annuncio

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. 29agosto1926 - 4 mesi fa

    Cerchiamo di ragionare. Domani c’è una partita determinante ai fini della permanenza in serie A. Commisso e Della Valle si trovano d’accordo per la cessione della Fiorentina e lo sbandierano ai quattro venti in modo che il NYT lo faccia sapere al mondo intero preoccupandosi di far trapelare una cifra senza dare altri dettagli. Tutti gli organi di stampa si buttano a capofitto sul fatto e danno la loro interpretazione personale sull’accordo. Allo stesso tempo la marea dei tifosi esultano o si preoccupano a seconda delle posizioni senza porsi due semplici questioni.
    1- Se le cifre sono vere è presumibile che dei big saranno ceduti per compensare il vero valore della Fiorentina con il prezzo d’acquisto.
    2 – Se il punto uno è condivisibile che tipo di rilancio si auspica se un compratore accetta una squadra senza i suoi migliori giocatori?
    La ragione impone di aspettare pensare alla partita di domani, a salvezza (speriamo) avvenuta cominciare a ragionare su. Quello che saranno i dettagli. Troppi discorsi e troppe distrazioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rudy - 4 mesi fa

      Magari a quella cifra cedono solo il 60% delle quote, con l’opzione per la cessione del restante fra un anno o due ad una cifra da quantificare in seguito o già predefinita, per mere ragioni di liquidità del compratore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mauro65 - 4 mesi fa

      Non sono esperto di finanza, ma se Chiesa e altri vengono venduti vanno a bilancio e i DV non li possono mettere in tasca. Se il bilancio adesso fosse pari, con la loro vendita andrebbe, diciamo, a +100. Al momento che vendono chi acquista, rileva una società con +100 mln e la pagherà come tale. Non è possibile portare via l’utile, pertanto se viene valutata 150, dovrebbe essere una certa percentuale del valore e con tutti i big al loro posto.
      Speriamo bene per domani e per i giorni a seguire. SFV

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13889043 - 4 mesi fa

    Appunto, Genoa Empoli permettendo.
    Ora capiamo perché Pioli ecc., la squadra non giocava e la società si svalutava, la Viola non segnava e ai DV il dollaro non entrava.
    Soldi solo soldi, speriamo che questo ci metta almeno la passione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. el_sup - 4 mesi fa

      eh?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy