“Macchè Simeone, il rimpianto è Veretout. Montella? Non ripetiamo un Pioli bis”

“Macchè Simeone, il rimpianto è Veretout. Montella? Non ripetiamo un Pioli bis”

L’allenatore è in discussione, insieme all’atteggiamento della squadra

di Redazione VN

Il giornalista Stefano Cecchi, ospite negli studi di Radio Bruno Toscana durante A pranzo con il Pentasport, ha risposto alle domande degli ascoltatori a tema Fiorentina:

“Quella viola era una squadra costruita per il 4-3-3, ma siamo stati tutti stupiti dal 3-5-2. Montella non si fissa su uno schema senza cambiare mai, ha gli strumenti per cambiare. Ora però, il Cagliari ci ha surclassati là nel mezzo, anche il meraviglioso Castrovilli è andato in debito di ossigeno e ci sta; cosa avrebbe dovuto fare Montella a livello tattico? Non facciamo un dramma, questa è la mia paura. Questo è forse il momento di non fare processi, perché questa è una squadra che riparte. Cacciamo Montella, e poi? Faremmo l’errore fatto l’anno scorso quando pensavamo che il problema fosse Pioli

La verità è che manca Veretout. O almeno un giocatore di quel tipo: Pulgar e Badelj sono diversi, ma sono comunque due registi, da mezzala il cileno a volte va bene e a volte non c’è alternativa. Le squadre di Montella non hanno mai avuto cali fisici. Smettiamola poi di farci del male su Simeone: dava grande quantità in campo e metteva sacrificio, ma è stato un pacco l’anno scorso. E dopo Cagliari c’è chi lo rimpiange? Avrà fatto un gol di tacco, ma ne ha sbagliati due come il Simeone che abbiamo visto a Firenze. E con Vlahovic che fa doppietta lo dobbiamo rimpiangere?”

Graziani: “Vi spiego perché Chiesa è in difficoltà. Montella, perché ti vergogni?”

 

 

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. violadasempre - 4 settimane fa

    D’accordo con Cecchi su Simeone /Vlahovic ma su Veretout sono certo che Montella a farselo tenere non ci ha neanche provato perché lui è quasi più allergico ai mediani di quanto non sia allergico ai centravanti. Nella sua prima Fiorentina correva solo Borja Valero per tutti mentre Pizarro e Aquilani stavano a guardare: e ora vorrebbe fare lo stesso col povero Castrovilli… In quella squadra faceva panchina Toni che l’anno dopo ha vinto la classifica marcatori con il Verona: Montella preferiva fare il 3-5-2 con Jovetic e Ljaijc in attacco… Vi dice niente questo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Barsineee - 1 mese fa

    Caro Cecchi tu hai ragione ma voler minimizzare la partita di ieri in una occasione sfortunata mi sembra riduttivo. Udinese vinta senza merito (detto da tutti) Brescia pareggiato senza merito, Lazio persa meritando, Parma pareggiato meritando, Cagliari persa meritando. Siamo proprio sicuri che sia solo un caso o è un trend preoccupante dopo Milano? Meno male che c’è la pausa perché a Verona sarà durissima e se parliamo di stadio e centro sportivo e di mercato si prende un altro schiaffone e poi come nulla ci troviamo come l’anno scorso! Vi ricordo che tutti voi giornalisti avevate sempre detto che non era pensabile retrocedere eppure abbiamo dovuto fare il biscotto o sbaglio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. gianni69 - 1 mese fa

    Approvo il sig Cecchi ma su simeone per due stagioni non lo abbiamo mai fatto giocare con una punta vicino. Sempre solo alla batigol. Grazie pioli. Non lo rimpiango però. Il sostituto Boateng è stato un acquisto sbagliato ad ora. Speriamo in vlaovic. Perché Pedro non è pronto. Mah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mwalimu - 1 mese fa

    Sempre detto, il Veretout di due anni fa era un giocatorone e avrebbe fatto comodo a qualunque squadra di alta classifica (non a caso lo voleva il Napoli…). Che se ne volesse andare è solo l’ennesimo frutto marcio del “progetto scudetto 2011” ideato dal mago salentino e dall’accoppiata marchigiana.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 1 mese fa

      Se sono riusciti a convincere Chiesa………….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. 29agosto1926 - 1 mese fa

    C’erano tre giocatori nella Fiorentina dello scorso anno:

    Simeone che non voleva andarsene e lo abbiamo mandato via.

    Veretout che voleva andarsene e lo abbiamo dato via ad un prezzo di saldo.

    Chiesa che avrebbe voluto andare via e lo abbiamo trattenuto.

    TRE ERRORI UNO DIETRO L’ALTRO.

    Cecchi dice che l’anno scorso era un pacco ma l’anno prima? Non ci sta che un anno un giocatore abbia un calo nel rendimento?
    Altra cosa Cecchi. Simeone ha fatto 4 gol e 3 assist. Boateng invece? Chiesa invece?

    Purtroppo a Firenze siamo quelli che hanno mandato via Ilicic, che non hanno riscattato Muriel ma che hanno ripreso Badelj e, c’è mancato poco Borja Valero.

    Ora Cecchi ci dice che Simeone era un pacco. Boateng cos’è? Badelj cos’è? Ghezzal cos’è? Lirola cos’è?

    I pacchi ce li hanno presi non li abbiamo dati, caro Cecchi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. nacchero - 1 mese fa

    Ci manca solo rimpiangere Pippeone ven via già vedere il goal che ha fatto con noi fa capire come era posizionato un attaccante vero la metteva dentro di piattone in scioltezza lui come al solito si è fatto superare dalla palla ed ha avuto fortuna nel recuperarla di tacco, ha sbagliato 2 goal roba da manicomio, mille volte meglio Vlahovic

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. dallapadella - 1 mese fa

    La verità è che Veretout è teoria perchè voleva comunque andarsene. Il passaggio di proprietà nel mezzo ha complicato le cose. Per Simeone è la riprova che si integra benissmo nelle squadre che giocano ma non risolve le partite da solo. E a 16 mln l’abbiamo venduto bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. simuan - 1 mese fa

    …grande Cecchi. Sinceramentee con grande stupore vista la produzione media della classe giornalaia attuale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy