Cecchi Gori: “Bisogna imparare a fare i presidenti. La mia Fiorentina aveva i campioni”

Cecchi Gori: “Bisogna imparare a fare i presidenti. La mia Fiorentina aveva i campioni”

L’ex patron della Fiorentina ha parlato a Radio Sportiva

di Redazione VN

Intervistato da Radio Sportiva, Vittorio Cecchi Gori ha parlato brevemente anche della Fiorentina di oggi. Questo il suo pensiero: “La Coppa Italia vinta nel ’96? Quella Fiorentina aveva Batistuta e l’Atalanta non aveva l’Ilicic di oggi, alla fine sono i campioni che fanno la differenza. Non è vero che la Fiorentina di oggi non vale niente, ci sono Chiesa e altri buoni giocatori, Firenze è un simbolo e poi c’è una grande piazza dietro. Non bisogna farsi trascinare dal momento negativo. Contano molto anche i presidenti, bisognerebbe allevare presidenti professionisti del calcio”. LA LETTERA DI DIEGO DELLA VALLE

 

vnconsiglia1-e1510555251366

TABELLA – Fiorentina, le spese dei Della Valle: 221 mln dal loro arrivo a Firenze

 

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Violanellevene - 4 mesi fa

    Ha fatto fallire la Fiorentina con una gestione dissennata e il signor Cecchi Gori e ancora ha il coraggio di parlare e dare consigli su come fare il presidente della Viola. Evidentemente ha la memoria corta ma all’epoca la gente non voleva nemmeno che si avvicinasse a Firenze perché, non dimentichiamocelo, ha rischiato seriamente di far sparire il calcio dalla città.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fornamas63 - 4 mesi fa

    Qui non c’entrano i DV, improponibile un paragone con il cotonato era un altro calcio, le televisioni e la legge Bosman entravano da poco nel mondo del calcio e gli effetti nefasti erano ancora da venire.
    Ma prendere lezioni da uno che ci ha condannato all’inferno per la sua scelleratezza e giustificarlo dicendo l’hanno fatto fallire è un’offesa al buon senso e all’intelligenza.
    Solo il fatto che si sia messo in tasca i soldi delle cessioni di Toldo Rui e Bati la dice lunga sull’amore per la Fiorentina e poi che si sappia lui da giovane era romanista, poche balle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ottone - 4 mesi fa

    Il passato è passato, inutile rimpiangere o maledire.
    Vittorio Cecchi Gori ha avuto la “sfortuna” di trovarsi “orfano” troppo presto, con Marione avrebbe potuto lui “imparare” a fare il presidente, sfrondando egocentrismo ed eccentricità. Rimasto solo al volante è stato impulsivo ed avventato, ma anche passionale e fiorentino, per quanto mi riguarda. Capitolo chiuso, ma è una bella lotta stare a scegliere tra la “follia” di Vittorio e questi “lontani” ed ammosciati dei DV …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Capitano Ferrucci - 4 mesi fa

    Roba da pazzi,a sottratto soldi dalle casse per trasferirli alle sue aziende consegnandoci al baratro…
    In piena contestazione esclamò se vado all’ inferno la Fiorentina va giù con me…
    È poi chiedete alle persone a lui legate, era profondamente tifoso giallorosso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Dellone68 - 4 mesi fa

    Io lo rimpiango o meglio, lo rimpiango provocatoriamente, ma la persona, in ogni caso, va rivalutata. La persona pubblica Vittorio Cecchi Gori è sideralmente migliore della persona pubblica Diego Della Valle. Non ci sono paragoni. Vittorio, nella tragedia che ha vissuto perché il fallimento è comunque una tragedia, non ha sputato addosso alla città, quella certa città che l’ha fatto fallire, non lo dimentichi nessuno. Il fallimento della Fiorentina nasce a Firenze. E nonostante questo non ha mai offeso Firenze ed i fiorentini. SIDERALMENTE migliore rispetto al signor Diego Della Valle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 4 mesi fa

      Questo signore HA PRESO I SOLDI DELLA FIORENTINA PWR LE SUE AZIENDE.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. 29agosto1926 - 4 mesi fa

    Infatti I buoni Presidenti dilapidanouna una fortuna, ti fanno andare in C2 e poi vanno a soggiornate in galera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13990118 - 4 mesi fa

    C’è chi ti rimpiange a Firenze nonostante tu ci abbia fatto cancellare dal mondo del calcio……noi fiorentini siamo incomprensibili ed accontentarci è impossibile.
    Poi ci dovrebbe spiegare nel dettaglio cosa intende dire quando dice: “bisognerebbe allevare i presidenti del mondo del calcio”
    prioprio lui che è stato raggirato per non dire peggio, con il pagamento delle azioni Seat pagine gialle….
    Ma per favore dai non scherziamo, se penso al fallimento mi rimetto a piangere di nuovo e ripeto a Firenze c’è chi ti rimpiange forse perché salivi sulla balaustra????
    poerannoi

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy