Cari Diego e Andrea, è arrivato il momento di metterci la faccia

Cari Diego e Andrea, è arrivato il momento di metterci la faccia

Il tempo dei messaggini e dei comunicati è finito, è arrivato quello di metterci la faccia

di Stefano Fantoni, @stefanto91

Da quanto tempo Diego e/o Andrea Della Valle non rilasciano interviste per parlare esclusivamente di Fiorentina? A quando risale l’ultima conferenza stampa ufficiale di uno dei due proprietari viola? Qualche mese, massimo anni, per citare un grande pensatore dei nostri tempi. Con la bagnarola gigliata persa nella tempesta, i padroni portano avanti il più grande cortocircuito mediatico del calcio italiano attuale: presenti con la squadra, assenti con tifosi e stampa. Giusto così, dirà qualcuno.

E potrebbe anche avere ragione, se non fosse che siamo di fronte alla seconda crisi nera nell’arco di sette anni e quindi chi comanda dovrebbe metterci la faccia pubblicamente.  Condizionale d’obbligo, visto che siamo di fronte ad un numero uno che ritiene la Fiorentina un hobby e ad un numero due che alterna momenti di coinvolgimento assoluto ad altri di permalosità estrema. Risultato: vi sentiamo, a volte ci siamo, ma non parliamo.

In tutta questa baraonda l’unica voce parlante da viale Fanti è quella del povero Montella, già stanco di ripetere i soliti concetti e ad alto rischio ustione data la posizione delicatissima tra un fuocherello e un incendio che ogni giorno cresce d’intensità. Tifo, organizzato e non, ha preso posizione. Anche la politica [LEGGI QUI] lo sta facendo, così come parte della stampa.

A questo punto non resta che aspettare che Diego e/o Andrea Della Valle si mettano davanti ad un microfono per esporre chiaramente cosa intendono fare della Fiorentina, in campo e fuori. Il tempo dei messaggini e dei comunicati è finito, è arrivato quello di metterci la faccia.

Violanews consiglia

La gente vuole risposte, la società accelera i tempi. Possibile annuncio su Chiesa

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. filippo999 - 6 mesi fa

    metterci la faccia…ora , non esageriamo…non
    pretendiamo troppo da certi personaggi…in effetti ,
    forse è meglio se si nascondono

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. iG - 6 mesi fa

    la faccia?
    Questi 2 al limite ci mettono, uno la PANZA l’ altro il BRACCINO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gasgas - 6 mesi fa

    Per me è tutto chiaro. Se mandano via Corvino almeno nutro qualche speranza dal punto di vista tecnico. Con lui si sa cosa ci aspetta: mediocrità

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 6 mesi fa

      concordo al 100%

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mario - 6 mesi fa

    Oh fo’per dittelo non è proprio un problema di quest’anno andato male… sembra che ti sei perso lo splendido campionato dello scorso anno e anche quello di 2 anni fa, ma magari c’avevi da fare di meglio come i Lor patronni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Dellone68 - 6 mesi fa

    Giusto, giusto, giusto e ancora giusto. Finalmente un pezzo di un giornalista che ha tirato non le manda a dire. BRAVISSIMO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Johan Ingvarson - 6 mesi fa

    E cosa dovrebbero dire? Licenziare Corvino, gettandolo in piazza pubblicamente? Dire che sono dispiaciuti? A me questi articolo mi sanno di polemica stucchevole che non vi dico… i DV sono stati chiari ad inizio anno, anzi chiarissimi: puntavano all’Europa League, è andata male per tanti fattori e con le colpe di TUTTI (tecnico, società, squadra), ed ora bisogna solo aspettare la fine della stagione per dare il benservito a Corvino e prendere Marino. Ormai lo sanno anche i sassi, quindi a cosa servirebbe una loro conferenza stampa? Giusto per il gusto di averla? Sono anni che sono chiari: soldi non ne mettiamo, se siamo bravi arriviamo in Europa League, se non siamo bravi (come quest’anno) si vivacchia. ANNI che lo ripetono, ma siccome a giornalisti e tifosi questo modo di fare non va bene continuano a ripetere che ci vuole chiarezza. Ma più chiaro di così cosa dovrebbero fare? Dire in conferenza: ci siamo rotti i c… di Firenze, non la sopportiamo più, e fino a quando non la vendiamo, soldi non ne mettiamo. Così forse vi andrebbe bene, o vi basta quello che hanno detto e fatto negli ultimi anni per comprendere l’antifona?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo999 - 6 mesi fa

      di quale Europa League stai parlando ? Forse puoi delucidarci sull’ultima
      volta in cui siamo andati in Europa ? Come vi divertite a menare il can per
      l’aia…tra un pò , vi andrà bene anche la permanenza in serie A come obiettivo , che ci potremo permettere solo grazie a loro , sennò come si fa…
      per fortuna , il ritornello per cui coi DV siamo andati sempre o quasi
      in Europa , è stato messo in cantina…però , vedo che ne sono state
      inventate delle altre…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Barsineee - 6 mesi fa

    continuiamo a buttare benzina sul fuoco. Sicuramente è utile alla Fiorentina a tutto tondo. Cosa vogliamo sentirci dire? Siamo sicuri di voler veramente ascoltare la verità? E se vengono a dirci “la Fiorentina oggi è una squadra di metà classifica con cui noi operiamo nel campo del player transfer, unica possibilità di fare utili in una società di calcio, a prescindere dal risultato sportivo. Abbiamo provato a focalizzarci sul risultato sportivo ma siamo stati inquisiti, penalizzati (Siena-Milan) e alla fine abbiamo deciso di usare la Fiorentina come laboratorio per far crescere i giocatori che arrivano dal mondo del transfer market e fare utili sulla compra vendita, questo ripeto a prescindere dai risultati sportivi di cui non siamo interessati, visto che per noi è un’impresa e dobbiamo fare gli imprenditori, portando utile a casa”. OK. Se vi dicono una frase di questo tipo (che secondo me corrisponde molto alla verità) cosa succede? I soldi tanto oggi una squadra di calcio li fa con il transfer market e non con i tifosi, alla fine a metà classifica posizione più posizione meno ci stiamo … e la Fiorentina ha vinto quest’anno come Milan Roma Napoli Inter Sampdoria Torino … Siete veramente sicuri di VOLERE LA VERITA?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco48 - 6 mesi fa

      Hai veramente ragione. Questi ragazzi che vedono calcio da poco più di 10/20 anni, non hanno mai avuto o lavorato in aziende proprie cioè senza conoscenza di attività imprenditoriali non riescono a capire tutti questi problemi e queste situazioni. Purtroppo quando siamo in queste situazioni qualunque decisione che prenderanno non parleranno finché non hanno sicurezze in mano. Per l’interesse della Fiorentina, se decidono di restare, cambieranno sicuramente; se decidono di vendere la
      Società ugualmente la cosa sarà al buio altrimenti non andrà in porto nulla. Per cui anche noi meno si parla, meno confusione si fa e meglio è per noi tifosi e per la nostra squadra. Cerchiamo di capirlo!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. G.A unico10 - 6 mesi fa

    O

    E

    O

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. ilRegistrato - 6 mesi fa

    Annunciare che la Fiorentina e’ in vendita, realmente e non in maniera farlocca come l’anno scorso per polemizzare con Cavalli, in altre parole che hanno dato mandato a un advisor di cercare un compratore e’ l’unica cosa sensata che possano fare. Non possono certo venire in sala stampa a dire che a loro la Fiorentina non interessa piu’ e non vogliono piu’ mettere ne’ soldi ne’ tempo in quest’impresa e che stanno aspettando che i tempi maturino per una cessione o chissa’ per cosa altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 6 mesi fa

      Ad oggi Napoli, Milan, Roma, Fiorentina, Sampdoria sono in vendita (nessuna ovviamente in maniera ufficiale ma tutti i rispettivi proprietari venderebbero domani se potessero). Come mai nessuno compra? Facile. Perchè il sistema calcio è andato definitivamente al muro. Ottavo scudetto consecutivo della stessa squadra, finanze delle squadre che dipendono al 75% da televisioni che fanno il bello e cattivo tempo. Incapacità di fare innovazioni e/o arrivare comunque a delle possibilità di vittoria. Risultato? Nessuno che investe in maniera sensata nel calcio italiano!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Johan Ingvarson - 6 mesi fa

        Non per niente Toscana Aeroporti, il cui proprietario è un miliardario argentino, ha preferito comprare i Medicei di rugby a Firenze, piuttosto che la Fiorentina. E se in Italia la gente preferisce mettere soldi nel rugby piuttosto che nel calcio, è indice che il calcio in Italia non è neanche alla frutta, ma piuttosto all’ammazzacaffé.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. emilio - 6 mesi fa

    … MEGLIO CI METTANO IL LATO B…E PIU’ TELEGENICO…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy