Calamai: “Milenkovic, inizio a preoccuparmi. Chiesa? Rocco non subisce pressioni”

Calamai: “Milenkovic, inizio a preoccuparmi. Chiesa? Rocco non subisce pressioni”

L’opinione del noto giornalista firma de La Gazzetta dello Sport

di Redazione VN
Calamai

Luca Calamai, noto giornalista, ha parlato delle questioni più calde in casa Fiorentina al Pentasport di Radio Bruno:

Continuo ad aspettarmi l’acquisto di un attaccante, ma forte. E’ indispensabile e questo credo sia anche il pensiero di Iachini. La Fiorentina non essendo la prima scelta, deve aspettare, ma sono sicuro che prima o poi arriverà. Milenkovic? Mi era stata assicurata la sua incedibilità, ma ad oggi non vedo nessun tipo di spiraglio per il rinnovo del contratto. Le continue voci sul suo futuro mi preoccupano. Queste sono alimentate dal suo procuratore, e stanno a significare che la pista che lo porta al Milan non sia del tutto chiusa. La mia sensazione è comunque che i viola stiano aspettando Commisso per compiere manovre importanti. Chiesa? Se arriva una valutazione complessiva (comprese le contropartite) idonea alle richieste della Fiorentina, Federico se ne va. Credo che la società abbia già metabolizzato la sua possibile cessione. Rocco è un presidente forte, può correre il rischio di portare i suoi top player ad un anno di scadenza. Ha la forza economica per non subire pressioni e ricatti.

->Clicca qui per tutte le notizie di calciomercato della Fiorentina

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. andrea - 1 settimana fa

    Lavorare per la gazzetta comporta fastidioso obblighi. Tipo tirare la volata alle milanesi, con la consapevolezza che non sia proprio un bel lavoro pulito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rudy - 1 settimana fa

    Tutti parlano di centravanti forti da 20 gol, ma nessuno fa il nome. Chi forse: Higuain, Suarez, Cavani, Dzeko, Piatek, Belotti, Immobile, ecc. ? Alcuni non ci filano nemmeno di striscio, altri costano decine di milioni di cartellino, altri hanno ingaggi stellari fuori dalla nostra portata, alcuni valgono quelli che già abbiamo in casa. Se si seguita a portare avanti questo mantra alla fine si creerà solo malumore nei tifosi. E’ evidente che occorrano i campioni, ma prima di tutto occorre un Gruppo e un gioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. simuan - 1 settimana fa

    …io non ho dubbi che Commisso si possa permettere di tenere il punto sui contratti, nessun dubbio, ma non e’ questo il problema. Il problema e’ quanto Commiso puo’/vuole ancora spendere…veniamo da due mercati impegnativi finanziariamente ma deludenti dal punto di vista dei risultati…veniamo da un centro sportivo in costruzione, che non e’ proprio nulla…e poi c’e’ lo FPF. A me dispiace per tutti quelli che per anni hanno ignorato, criticato e sbeffeggiato ma il problema si ripresenta. Ci sono dei limiti a quello che si puo’ fare dati da un regolamento e dalle idee di chi investe. C’e da chidersi come siamo messi rispetto a quei limiti? Perche’ quello fa’ la differenza. Troppi quattrini spesi male, in ogni caso troppi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. folder - 1 settimana fa

    Mi sa che Rocco un ha ancora capito bene come funziona in Europa.Se aspetta di venire lui per definire le operazioni di mercato fa,come si dice dalle mie parti:”se erano fichi palloni tene toccava parecchi”.Le cose le disse giuste il mio ex vicino di casa(io stavo in via Collodi e lui in P.za Salgari)
    e piombinese come me Claudio Nassi a Mario Tenerani durante una trasmissione televisiva del Salotto dello sport.Nassi disse:”Se uno è bravo vai e lo prendi;
    se ti chiedono 13 Milioni ma sai che è bravo,gliene dai anche 15 ma lo porti a casa e non cincischi tanto;se no passa un altro e te lo sfila di sotto il naso”.Così lui costruì quella Sampdoria che,poi,vinse lo scudetto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio.viola - 1 settimana fa

      Ma non ci sarà mica qualcuno che pensa davvero che Rocco venga qui a decidere chi comprare? Queste sono novelle da giornalisti. Come quando si aspettano che un presidente venga a raccontare chi vuole prendere prima di iniziare una trattativa… Via su, svegliamoci.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Giglioviola - 1 settimana fa

    Non ci sono più molte squadre disposte a spendere cifre ragguardevoli in questo momento, per cui credo che le prospettive del mercato dovranno cambiare: ci saranno sempre più calciatori che verranno portati a fine contratto senza rinnovo, pur sapendo di perderli a parametro zero. Ma la sfida sarà quella di trovarne altri da prendere a parametro zero, come è avvenuto con Bonaventura…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy