Calamai: “In attacco va fatta pulizia, via Pjaca e altri tre. Rimonta di Sassuolo? Non conta, perchè…”

Calamai: “In attacco va fatta pulizia, via Pjaca e altri tre. Rimonta di Sassuolo? Non conta, perchè…”

Il parere del giornalista della Gazzetta dello Sport

di Redazione VN

Questo l’intervento di Luca Calamai oggi a Radio Blu:

Gli ultimi 15′ di Sassuolo non contano, in quel momento non c’è più la squadra ma l’orgoglio di un gruppo che dimostra di essere attaccato a Pioli. Quei 15′ mi fanno più rabbia che speranza, perchè significa che il valore dei giocatori c’è ma che quando sono chiamati ad essere squadra non rispondono. I due grandi problemi della Fiorentina sono l’aver cancellato l’ipotesi di avere un regista e l’incapacità degli attaccanti di fare gol. Pjaca? Per me il suo tempo è finito, basta. Restituirlo a gennaio sarebbe una sconfitta epocale per tutti, ma c’è anche bisogno di fare pulizia per fare spazio ad un attaccante vero, titolare. Via quindi anche Thereau, Vlahovic in prestito e Sottil in prestito.

 

vnconsiglia1-e1510555251366

Il Sassuol(in)o dalla scarpa dei tifosi. Al Mapei Stadium il cerchio non si chiude, si riapre

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Luigi Barzini - 2 anni fa

    Quando ho un po’ di tempo, come oggi, per esempio, mi diverto a vedere i nick e i discorsi che questi fanno ad ogni intervento. NON CAMBIANO MAI LINEA DI PENSIERO. E’ possibile? E’ possibile che la ragione stia sempre in un’unica considerazione?
    Gli uni ce l’hanno con i tifosi che contestano (nei modi giusti e correttamente perché non dovrebbero farlo?), gli altri ce l’hanno con i della Valle (non sanno fare calcio, hanno scelto una pippa come DS e un ragioniere come Presidente ma LA PECUNIA è la loro e se qualcuno vuol comprare la società saranno in diritto o meno di chiedere quello che ritengono giusto?).
    Insomma………. come sempre Guelfi e Ghibellini anche nel calcio e nessuno che dica “posso sbagliare”, no tutti stanno dalla parte giusta.
    Attribuisco alla società una lontananza, un distacco ingiustificato, un’assenza che pesa sul l’umore dei tifosi e una mancanza d’entusiasmo che spegne sul nascere anche qualche buona iniziativa, Attribuisco alla società una mancanza di chiarezza su quello che vogliono fare e una comunicazione a livello di squadra di terza categoria. Attribusco alla società mancanza di programazione e una scelta degli uomini come peggio non potesse starci. Insomma le responsabilità sono tante, troppe per poter sostenere che la Fiorentina ha una proprietà che lavora bene.
    Detto questo sostengo anche che né noi dalla tastiera, né quelli che scrivono gli striscioni hanno la facoltà di effettuare un cambio alla guida della Fiorentina. I Della Valle sono uomini di’affari e non cederanno perché tre di noi qui scrivono o perché ci sono striscioni che vogliono mandarli via.
    E’ nel loro diritto farlo e lo farei anche io se fossi al loro posto.
    L’unica cosa che auspico è che veramente vengano inseriti in squadra dei giovani interessanti, che sia una squadra giovane con un allenatore che li faccia giocare BENE e che possa riconciliarsi con la gente, proprio come avvenne con Montella. Per vincere …………. meglio soprassedere sarebbe un discorso troppo lungo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. nisci - 2 anni fa

    A me sembra che Pioli sia in confusione, era giusto cambiare e mettere Vlahovic ma la mossa di schierare al suo fianco Pjaca e Gerson la reputo un vero azzardo… sarebbe stato meglio lasciare Chiesa e magari spostare esterno Simeone o utilizzare qualsiasi altro giocatore a me pare evidente che nè Gerson nè Pjaca siano in grado di dare un apporto metterli entrambi significa perdere 2 giocatori se li devi recuperare mi può anche star bene ma li provi uno alla volta e se non girano li levi… in questa maniera hai messo in difficoltà anche Vlahovic che non hai potuto giudicare dato che non gli è arrivato nemmeno un pallone giocabile…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. unial5_538 - 2 anni fa

    Iniziamo a fare pulizia! Bravo, bene, bis! Iniziamo dalla testa. Scegli tu, non è che hai grandi scelte, sono solo due. Da chi vuoi iniziare? Su un po’ di coraggio, schiena dritta e inizia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Unsenepoppiu - 2 anni fa

      A proposito di pulizia , credo siano già in viaggio per Casette d’Ete le intere flotte di Bardi e Covi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Unsenepoppiu - 2 anni fa

    Buon Calamai vediamo se i Bucchioni riesce a contagiare anche te.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Gasgas - 2 anni fa

    Buongiorno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Lk - 2 anni fa

    Si può prendere anche Messi, CR7 e Suarez, nn si segna lo stesso. Siamo una squadra devota al catenaggio e palla lunga, si sta svalutando Siomeone, tra un po’ Chiesa e gli altri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. didino5_658 - 2 anni fa

    e invece Calamai DEVI SPERARE CHE QUEI 15m SIANO STATI LA SCINTILLA X UN NUOVO INIZIO…non c’e’ altro da fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Alan1971 - 2 anni fa

    * Calamai, Gazzetta 10 settembre 2018:
    “Pjaca, Federico Chiesa e Simeone possono coprire tutte e tre le posizioni. Un tridente per mettere in difficoltà gli avversari. Sulla carta un tridente da 45-50 gol. Quelli che servono alla Fiorentina per tornare in Europa.”

    * Calamai, vocegiallorossa 3 novembre 2018:
    “Simeone e Pjaca si possono sbloccare da un momento all’altro perché sono affiatatissimi con Chiesa nel tridente”

    Potrei anche citarne altre, ma mi taccio.
    Ora, io capisco che questa gente è abituata a guardar fuori e dire che tempo fa, ma se vuoi far quello che “prevede” cerca almeno di argomentare e non dire per forza quello che la gente vuol sentirsi dire (ossia che c’è sempre il sole…).

    Bastava avere gli occhi per capire già da mesi che in questo “tridente da sogno”:
    1) Chiesa è un ottimo giocatore che gioca da solo (come faceva Bernardeschi, che infatti alla Juve è stato messo subito in riga)
    2) Simeone gioca solo per il cognome che ha e vale molto meno di Caputo, Lasagna, Pavoletti e Petagna. Solo un allevatore di ulivi prestato al calcio poteva andare a prendere uno del genere, pagandolo quasi 20 milioni di euro.
    3) Pjaca è in prestito e quindi demotivato a prescindere; ripeto, solo un allevatore di ulivi prestato al calcio poteva andare a prendere uno del genere. Oltre a questo, è fuori condizione, fuori dagli schemi, fuori tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. davidebaso@gmail.com - 2 anni fa

    Ma che stai dicendo? Uno ammette il proprio errore di valutazione con umiltà e onestà e tu lo critichi di incoerenza. Se avesse difeso Pjaca sarebbe stata sfacciataggine però

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Horsenoname - 2 anni fa

    Ma come fa Calamai a dire tutto e il contrario di tutto ? Qujesta estate4 si lamentava che non chiudevano velocemente per Pjaca dicendo che con lui sarebbe stato un tridente da favola addirittura tra i più forti nella serie A , poi ha iniziato a dire che veniva da un infortunio e bisognava aspettarlo ma che ci avrebbe fatto divertire , e invece a mio modesto parere è solo Pjaca che si diverte a Firenze , adesso sta dicendo di mandarlo via (e lì son pienamente daccordo , anzi secondo me neanche doveva arrivare) , però un pò di coerenza potrebbe anche averla non si può cambiare idea come cambia il vento , e non scordiamoci che è un fans del Conno , il che la dice tutta

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy