Basile: “Non è lo stadio a rendere grande la società. Commisso non deve dimenticare gli aspetti tecnici”

Il commento del giornalista vicino a Commisso e Barone

di Redazione VN
Basile

Di seguito un estratto dell’intervento del giornalista Massimo Basile ai microfoni del Pentasport di Radio Bruno:

L’articolo del New York Times, non è stato per mandare un messaggio sotto banco. E’ una narrazione fredda dei fatti, senza commenti. L’aspetto più evidente di questa storia, è che quelli che vogliono decidere non vanno allo stadio. Ma nonostante questo vogliono mettere i piedi in testa rispetto a chi le ha l’interesse più concreto come i tifosi e la società viola. Intervengono tutti quelli che allo stadio non ci vanno mai. Commisso? Credo molto in questa proprietà, ma ho notato un cambiamento nell’ultimo anno. Mi sono sorte una serie di perplessità. Capisco il discorso dello stadio, ma legare tutto il suo progetto su questa questione…. Commisso ha messo tanti soldi, ma sono investimenti. Quelli che bruciano dal punto di vista finanziario sono gli ingaggi. E il fatto di essere il settimo monte ingaggio d’Italia brucia alla proprietà. Visti i risultati che stanno arrivando. Non dobbiamo perdere di vista l’aspetto tecnico. Lo stadio non rende grande la società, ma è la società che rende grande uno stadio. Le ultime volte che Rocco ha parlato, l’argomento toccato è stato solo di Stadio, ma nel frattempo la Fiorentina non vince dal 25 ottobre.

Flachi: “Fiorentina impaurita, mancano i leader. Vlahovic? Lo vedo cambiato”

Commisso
FLORENCE, ITALY – OCTOBER 07: President Rocco Commisso of ACF Fiorentina during the international friendly match between Italy and Moldova at Artemio Franchi on October 7, 2020 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Violapersempre - 1 mese fa

    Spiace che Commisso sta spendendo un mucchio di soldi ma i risultati non si vedono questo significa amministrazione 0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fornamas63 - 1 mese fa

    Lo stadio come il centro sportivo sono le basi su cui costruisci è chiaro che questi elementi non vanno in campo, ma le società più forti hanno tutte lo stadio di proprietà e un mega centro sportivo, sarà un caso?
    Solo i bambinetti come certi che commentano qua sotto pensano che si parli di stadio per vincere automaticamente la CL, ci sia attrezza meglio casomai, poi devi avere una buona organizzazione societaria, gente che di calcio ci capisce, ma le due cose non si escludono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ghibellino viola - 1 mese fa

    Bravo. Finalmente un giornalista che lo dice chiaramente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Eziogòl - 1 mese fa

    Mah. In questi 5 anni ci è mancato tantissimo. Guardate l’Atalanta che anno scorso è uscita subito dalla Champions perchè giocava in uno stadio vecchio e da 4 anni retrocede sempre! Per un parlare della Lazio, dèr Nàpoli, der Liverpool, der Real Madrid, der Barcellona, tutti club vincenti nell’anni 70/80 ma ora in piena grisi da 25 anni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Violaviola - 1 mese fa

    Parole sante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Eziogòl - 1 mese fa

    Dìnniene al popolo bòve

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. dottgerardobregli_13904243 - 1 mese fa

    Nessun problema per gli ingaggi. A gennaio mandiamo via Cutrone, Pradé, Antognoni, Dainelli e qualcun’altro e rientriamo di circa 30 milioni !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy