Basile: “Commisso più pacato ma non meno entusiasta. Non ci sono più offerte inglesi per Chiesa”

Basile: “Commisso più pacato ma non meno entusiasta. Non ci sono più offerte inglesi per Chiesa”

Massimo Basile ha parlato al Pentasport

di Redazione VN
Basile

Massimo Basile, giornalista del Corriere dello Sport e corrispondente in America, ha parlato al Pentasport:

“Ho notato una nuova prudenza nelle parole di Commisso, come se cominciasse a capire come funziona il sistema, sia per la parte calcistica, che politica. Non è meno entusiasta, ma solo più pacato e ragionato. Bisogna capire qual’è il valore reale della Fiorentina, per capire se è stato Iachini a compiere un miracolo ad arrivare decimo e il mercato era sbagliato, oppure se quella è la giusta posizione della squadra. Mi hanno colpito due frasi di Commisso di ieri, la prima è quando ha detto che ha confermato Montella per i numeri, che sappiamo vogliono dire poco. La seconda è quando ha parlato dei suoi dirigenti, facendo capire che è lui che prende le decisioni e nessun altro. Anche nella scelta di Iachini, è chiaro che è stata sua, e ha deciso di farla quando stavano uscendo altre voci, perchè la dirigenza stava lavorando anche su altri profili. Credo però sia giusto non fare grandi promesse, ma crescere in maniera solida. Io dal mercato mi aspetto, per esempio, che la difesa non venga toccata. Budget? Credo che dipenderà dalle cessioni, Chiesa è la chiave. La Fiorentina aveva trovato acquirenti in Premier League, ma queste offerte ora non ci sono più, lui vuole rimanere in Italia, ma le cifre sono più basse. La dirigenza vorrebbe vendere lui, e con quei soldi comprare due profili di alto livello. La Fiorentina cercherà tre profili di alto livello, uno per reparto, che possono giocare in ogni sistema”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ilRegistrato - 1 mese fa

    Ciò che riporta Basile è confortante, avevo auspicato che Commisso misurasse meglio le parole quando era andato lungo con l’intervista e mi fa piacere che mi abbia ascoltato. Commisso fa bene a essere duro con Milenkovic e Chiesa, se vogliono partire debbono portare i soldi giusti. Bene inoltre consolidare quanto fatto quest’anno con acquisti mirati per arrivare almeno a ridosso della zona Europa. L’anno prossimo anche la situazione delle infrastrutture si sarà chiarita e negli anni successivi la Fiorentina si potrà inserire stabilmente nelle prime posizioni di classifica. Un percorso tipo Laxio o Atalanta richiede qualche anno e una politica societaria consistente senza disfare un anno quanto fatto l’anno prima come soesso accadeva coi DV e Corvino. Avanti Rocco!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy