ACCVC dopo l’incontro con A. Della Valle: “Ora ci aspettiamo i fatti, restiamo vigili”

ACCVC dopo l’incontro con A. Della Valle: “Ora ci aspettiamo i fatti, restiamo vigili”

“ACCVC spera che l’incontro avvenuto non rimanga un atto episodico augurandosi che il confronto tra Proprietà e tifosi diventi una costante”

di Redazione VN

A seguire vi riportiamo integralmente il comunicato diffuso dall’ACCVC dopo la riunione tra i club affiliati svoltasi nella giornata di ieri:

“Mercoledì 6 febbraio si è svolta la riunione dei Viola Club affiliati all’Associazione Centro Coordinamento Viola Club. La delegazione presente all’incontro con la Proprietà ed i vertici di ACF Fiorentina, ha esposto dettagliatamente i temi affrontati durante il colloquio del 29 gennaio, a seguito dei quali si è svolto un ampio dibattito dal quale è emersa soddisfazione per la decisione di Andrea Della Valle di accettare l’incontro, dando la possibilità a tutti i presenti di esporre le proprie posizioni, e gradimento per l’affermazione del Patron che “la Fiorentina appartiene ai suoi tifosi e che loro sono solamente i temporanei gestori.

L’assemblea ha preso atto che la Fiorentina non è in vendita e che nell’ambito di una gestione in autofinanziamento, la Proprietà abbia espresso la volontà di crescita tendente ad un miglioramento dei risultati sportivi. Dopo ampia discussione l’assemblea, nella quasi totalità dei presenti, ha ritenuto l’incontro non conclusivo continuando ad esprimere le proprie preoccupazioni e perplessità sulla gestione degli ultimi anni, auspicandosi di uscire il prima possibile da posizioni anonime di classifica. Rimane vigile nel valutare se i prossimi mesi vedranno tramutarsi in atti le intenzioni espresse da Andrea Della Valle e spera che l’incontro avvenuto non rimanga un atto episodico augurandosi che il confronto tra Proprietà e tifosi diventi una costante del comportamento societario e che coinvolga tutte le espressioni del tifo”. QUESTI CONTENUTI EMERSI DURANTE L’INCONTRO

Violanews consiglia

M. Orlando: “Con Muriel è un’altra musica. Della Valle? Vittorio ci metteva amore”

Nardella sul nuovo stadio: “Ottimista, i Della Valle vogliono arrivare in fondo”

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. glomanti_2150976 - 4 mesi fa

    Ma di cosa si discute non capisco? Stare zitti e pagare è l unico modo per tifare quindi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. glomanti_2150976 - 4 mesi fa

    A me di capire di bilanci non importa ammesso che sia così difficile ma non voglio entrare nel merito e nemmeno il tifoso può decidere quali giocatori comprare ma di certo può far sentire la sua voce quando ripeto i risultati sportivi che dovrebbero essere l unico elemento per il quale si tifa una squadra non sono all altezza, poi la società ci può arrivare im mille modi, come fate a dire che i tifosi non contano nulla cavolo? Qui non si tratta di sognare qui si tratta di avere ben chiaro qualo sono i diritti ed i doveri poi non è detto che ci ascoltino ma intanto facciamo sentire la nostra voce ed i nostri diritti…. questa rassegnazione che vedo nel tifo che le cose devono andare cosi perché è cosi si chiama Dittattura del pensiero unico e purtroppo si ritrova in ogni ambito della vita… daiii forza viola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. zachini - 4 mesi fa

      Da definire quali sarebbroi risulatati all’altezza…una volta si arrivava quarti ma a quanto pare non erano all’altezza se si mandavano a cacare allo stadio…
      L’altra cosa sono i diritti…quali sarebbero i diritti, siamo andati in c2 …che diritti avevamo???
      Parlare s aprire la bocca…

      Vdz

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. zachini - 4 mesi fa

    Ahahahah
    Che risate….mi sembra il babbo che accarezza il capino al figliolo di 5 anni che dice : la macchina è mia…
    Si sì tranquillo è tua, però ora la uso io…vieni ti compro le caramelle
    Ahahah
    Per fortuna sono vigili…come se di vigili non ne avessimo abbastanza…
    E cosa farebbero questi signori vigili? Ne sanno di calcio e di bilanci societari quanto il mio gatto…

    Via, che cosa ridicola

    Vdz

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Violaceo - 4 mesi fa

    Le chiacchiere stanno a 0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. TonyManero - 4 mesi fa

    La società appartiene ai proprietari, punto.
    I tifosi non contano quasi niente, quindi avete poco da rimanere vigili.
    Se volete la Fiorentina compratela, altrimenti limitatevi ad andare allo stadio o guardare le partite su Sky.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giac - 4 mesi fa

      gobbo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. folder - 4 mesi fa

      A NOI !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. massimopr_744052 - 4 mesi fa

    Sinceramente sono perplesso sull’affermazione che “la Fiorentina appartiene ai tifosi ed i Della Valle sono solo gestori” : i Della Valle sono i proprietari della Società e non semplici gestori visto che son o quelli che ci mettono i soldi. Anche la pretesa gli incontri Società-Tifosi diventi una costante mi lascia molto dubbioso. Ognuno deve avere il proprio ruolo, la Società ha il diritto/dovere di prendere le decisioni su tutto , i tifosi hanno il diritto di fare o non fare il tifo, manifestare civilmente l’eventuale dissenso, andare o non andare allo stadio. Il tifoso non può però pretendere di entrare nel merito delle decisioni se n on per esprimere il proprio giudizio. Non credo che la Juve o l’Inter o il Milan o il Napoli abbiano incontri periodici con la tifoseria per orientare la linea societaria: ci mancherebbe altro che fosse così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. L'ironia è sprecata quando si usa sugli stupidi. - 4 mesi fa

      Chiaramente i proprietari della Fiorentina sono i Della Valle su questo non c’è dubbio e, se una volta il tifo e lo stdio con gli abbonamenti ed i biglietti erano un entrata prevalente, con il passare del tempo uesti introiti hanno avuto sempre meno importanza dal lato economico. Oggi, senza le televisioni più di metà delle squadre di Serie A sparirebbero c’è poco da fare. Dal punto di vista del sostegno alla squadra i tifosi sono importantissimi (non solo quelli della Fiesole che troppe volte si sentono autorizzati a parlare in nome di tutti) ed hanno, sotto questo aspetto voce in capitolo.
      Detto questo è bene che ognuno rimanga nel proprio ambito e sappia starci.
      Una cosa è certa, se non ci sono compratori che hanno intenzione di fare i presidenti di una volta i Della Valle, in questo momento, vanno più che bene.
      Basta vedere l’Inter, la Roma, Il Milan squadre che spendono ter volte quello che spendiamo noi per poi, sistematicamente, non vincere niente.
      Il nostro scopo è valorizzare i giovani, indovinare qualche scommessa, mantenere i buoni giocatori che abbiamo e possiamo dirci soddisfatti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy