Sousa: “Napoli costruito per vincere lo scudetto, dovremo superarci”

Sousa: “Napoli costruito per vincere lo scudetto, dovremo superarci”

Rileggi le parole del tecnico gigliato alla vigilia di Napoli-Fiorentina nella conferenza stampa tenutasi quest’oggi alle 13

di Redazione VN

Nella sala stampa “Manuela Righini” dello stadio “Artemio Franchi” si tiene la conferenza stampa di mister Paulo Sousa.

“In questa settimana abbiamo avuto più tempo per lavorare insieme, le nazionali ci hanno privato di alcuni giocatori, nel fare la formazione partono in vantaggio quelli che hanno lavorato più tempo con me. La sosta spesso è importante,  ma in questo caso ci ha creato qualche problema per lavorare perché tanti giocatori, soprattutto in difesa erano assenti.

Sarri? È un grande collega, troveremo un Napoli molto in forma in questo periodo.

Sono un “ipnotizzatore”? Credo che la convinzione sia fondamentale, devi essere sempre convinto di ciò che fai. Noi dobbiamo sostenere la creatività del singolo per arrivare ad un’identità comune sul campo. Le vittoria ovviamente portano ancora più fiducia e convinzione.

Assenti per le nazionali? Si sono allenati tutti abbastanza bene, anche i sudamericani che per rientrare hanno dovuto fare un giorno di viaggio. Kalinic ha preso una botta alla coscia in nazionale, ma abbiamo visto con i medici che non è un problema.

Napoli messo più in risalto della Fiorentina? È normale, il Napoli degli ultimi 2-3 anni è una squadra costruita per vincere lo scudetto, per questo è “più credibile”. Anche noi dobbiamo lavorare per arrivare a questo. Noi dobbiamo riconoscere le nostre capacità e i nostri limiti e per affrontare il Napoli dobbiamo superare i nostri limiti.

Rossi? Continua a lavorare sia in squadra che individualmente. Il minutaggio in partita fa parte del suo recupero, ma non ho dubbi che Giuseppe (Rossi) tornerà ai suoi livelli per aiutare noi e la Nazionale.

Napoli-Fiorentina? Credo che la vincerà chi dominerà nel possesso palla, entrambe le squadre sono capaci in questo, speriamo di riuscire ad essere noi a controllare il gioco.

Mario Suarez? È un giocatore che vale come tutti gli altri.

Roma-Fiorentina di  settimana prossima non influenza le decisioni nella formazione di domani.

La mia squadra è matura? Credo che le partite si vincano più con la qualità che con la maturità. Essere primi non ci deve creare problemi o responsabilità, ma la gioia di essere là davanti.

Il Napoli ha molta qualità, specialmente in attacco, ma che la qualità deve essere affiancata anche alla professionalità e i miei ragazzi ce l’hanno.

Settore ospiti esaurito? Grazie a tutti i tifosi, sia quelli che finora sono venuti finora a vederci, grazie ai sacrifici dei tifosi che nonostante le difficoltà economiche o lavorative riescono a venire allo stadio. Sarà nostro dovere rendere orgogliosi questi tifosi che domani saranno presenti nel settore ospiti a Napoli.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. GianBurrasca - 5 anni fa

    ogni sua intervista e risposta mi sembra una supercazzola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mario Gomez - 5 anni fa

      ma è quello il bello 😀

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Luismi - 5 anni fa

    Noi siamo primi perché la meritiamo domani la partita è aperta per le due squadre vediamo come finirà io ho fiducia daiii ragazzi che vinciamo…FORZA VIOLA TUTTA LA VITA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. uomoscanner - 5 anni fa

    Ma cosa vai dicendo Paulo Sousa tiene al primo posto una squadra squassata questa estate dalla Munifica…e non ti piace? Probabilmente cerchi solo la provocazione…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bamba - 5 anni fa

    Ha perso un’occasione per stare zitto. Sousa mi ricorda il Garcia dell’anno passato che se ne usciva dicendo che avrebbe senza dubbio vinto lo scudetto. Peccato, caro Paulo, che l’unica cosa che tu abbia vinto nella tua carriera da allenatore è un campionato degli orologiai svizzeri, un campionato israeliano e due coppe ungheresi. Anche io se mi mettessi a fare la formazione a casaccio vincerei il campionato israeliano. Dopo però non ne trarrei alcuna convinzione personale. Continuerei a sapere dentro di me di non aver vinto nulla di serio nella mia ben poco scintillante carriera. “Le partite si vincono con la qualità non con la maturità” ma che considerazione poco lucida è? Le partite si vincono con la fortuna e una buona dose di fisicità. Noi in questo inizio di campionato abbiamo avuto fortuna che ha sopperito ad un’indecente condizione atletica. Solo con quest’ultima avremmo potuto sperare… E invece domani ne becchiamo 4.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Jpolemica - 5 anni fa

      Nomen Omen,il Sert ti accoglierà volentieri, curati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Massidamassa - 5 anni fa

      Poveraccio. Domani si perderà! Ma se non dovesse succedere???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. spigoo_709 - 5 anni fa

      Ma fatti vedere….da retta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Valter Pellegrini - 5 anni fa

      Ti sento pimpante Bamba, significa che la raccolta dei cartoni, questa settimana è andata bene. Dai, fatti coraggio prima o poi perderemo ed allora te ed i tuoi assistenti potrete riprendere fiato e dite che “lo sapevate”.
      Certo che la vostra vita deve essere veramente grama. Tutta la settimana a raccogliere cartoni e la domenica a tifare contro.
      Sayonara

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. negri._911 - 5 anni fa

      Ma falla finita! Sempre a criticare. Dovevamo perdere con Inter e Atalanta. Non ne hai mai azzeccata una che una. Fatti un favore non commentare più su questo sito.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. il contabile por el pueblo - 5 anni fa

      Finiscila di provocare.In Israele erano 9 anni che il Maccabi non vinceva il campionato.In Ungheria ha vinto 3 e non 2 coppe.Questa squadra corre e pressa.Le guardi le partite?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy