Bigica: “Vogliamo portare 2-3 ragazzi a stagione in prima squadra”. Su Duncan…

Bigica: “Vogliamo portare 2-3 ragazzi a stagione in prima squadra”. Su Duncan…

Il tecnico della Primavera viola: “I nuovi? Si sono integrati bene, ad esempio Lovisa che ha fatto il ritiro con noi. Chiti ha voglia di apprendere”

di Redazione VN

Il tecnico della Primavera viola, Emiliano Bigica, ha parlato a violachannel all’antivigilia dell’esordio in campionato contro il Bologna in programma alle 17:00 al Bozzi (CLICCA QUI PER DATA E ORARI DELLA 3ª, 4ª E 5ª GIORNATA): “La stagione è iniziata molto presto, già il 12 luglio a Moena, ed ora inizia il campionato. La squadra si è rinnovata molto, con l’obiettivo raggiunto di tanti giovani in Prima squadra o in prestito. Alcuni giocatori di quest’anno erano già con noi, hanno fatto parte delle finali perciò sono curioso di vedere a che punto siamo. I nuovi? Si sono integrati bene, ad esempio Lovisa che ha fatto il ritiro con noi. Duncan è arrivato ora ma si vede che è sveglio. Poi c’è Chiti dell’Aglianese che si vede ha voglia di apprendere perciò questi giocatori che hanno voglia ci mettono poco ad inserirsi in una squadra consolidata.

Il Bologna sta cavalcando l’onda dello scorso anno, hanno vinto il loro campionato e Viareggio, hanno inserito due elementi importanti e quindi sarà una partita che ci farà vedere subito di che pasta siamo. Questo campionato sarà più difficile degli altri. La visita della proprietà? E’ stata una bella sorpresa vederli tutti lì come se dovessero allenarsi con noi e i ragazzi ne erano colpiti. Significa che sono attenti alle dinamiche anche del settore giovanile che con Vergine ha dato grandi risultati. L’obiettivo è oltre a quello sportivo portare sempre due-tre ragazzi in pianta stabile in prima squadra come sta avvenendo in questa stagione. Inoltre ci sarà un trofeo da giocare, la supercoppa”. SEGUI IN DIRETTA IL PRIMO TURNO DEL CAMPIONATO DI PRIMAVERA 1!

Laura Barriales a VN: “Ronaldo-Ribery? Non c’è partita! Fiorentina, occhio a Higuain”. Su Chiesa…

Croce e delizia, ma anche tanta qualità: quando Ribery incontra la Juventus…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy