Sarri: “Noi penalizzati, chi fa l’Europa League dovrebbe essere tutelato”

Le parole del tecnico del Napoli

di Redazione VN
Sarri

Le congratulazioni di De Laurentiis sul telefonino dopo la vittoria di Verona sul Chievo non convincono Maurizio Sarri a sbilanciarsi: “Lo scudetto resta una ‘bestemmia’ – dice a fine match -. Dovreste parlarne con la Roma che è prima in classifica. Il gruppo davanti è compatto, andiamo avanti gara per gara. Essere tosti per un mese riesce a tutti, per sei mesi a pochi e per dieci mesi a pochissimi. Dobbiamo avere continuità”. Poi, però, smette di sorridere e inizia una polemica destinata a far discutere. “Noi abbiamo fatto 7 partite in 21 giorni, abbiamo 72 ore da qui alla sfida col Palermo, che ha giocato sabato – spiega Sarri -. Questo poteva tranquillamente essere evitato, perché troveremo di fronte una squadra che ha molto riposo in più di noi. Un altro esempio? Chi fa l’Europa League dovrebbe essere tutelato e aver diritto al posticipo, a noi non capita quasi mai, allora è stata sbagliata la compilazione del calendario. Poi non lamentiamoci del ranking Uefa, se le condizioni sono queste”. (gazzetta.it)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy