Firenze, attenta alla trappola Gasperini

Firenze, attenta alla trappola Gasperini

Dopo le violente polemiche seguite al match contro la Juventus, arriva al Franchi l’Atalanta di Giampiero Gasperini

di Saverio Pestuggia, @s_pestuggia

Non voglio parlare di tattica e di come sia bravo (questo è innegabile) Giampiero Gasperini ad allestire le squadre e a preparare le partite. Mi riferisco alla presenza del tecnico orobico al Franchi poche settimane dopo il pesante botta e risposta con il pubblico viola che lo aveva ‘beccato’ per tutta la partita. Gasperini in sala stampa dette fuoco alle polveri e rispose per le rime. Adesso qualche settimana è passata, il tecnico a Coverciano alla premiazione della Panchina d’oro ha ammesso di aver in quell’occasione anche lui sbagliato (LEGGI QUI). Un primo passo importante dopo tante polemiche mai ritrattate.

Adesso però il mirino della società viola e anche dei tifosi è puntato altrove, ma altrettanto sono pronte le mitragliatrici della grande stampa e delle tv che non perderanno occasione di sparare a zero su Firenze e i fiorentini se dovesse ripetersi una situazione del genere. Capisco che non è facile rinunciare a sbeffeggiare un tecnico che non è mai stato nelle grazie di Firenze, ma il mio consiglio è quello di turarsi il naso alla Montanelli e passare oltre. Ne va della reputazione dei nostri tifosi che verrebbe messa nella centrifuga mediatica e sparata a tutta birra e unita alla battaglia che sta cercando di condurre Rocco Commisso contro il sistema calcio.

Quindi che fare? L’INDIFFERENZA TOTALE sarebbe il massimo per far capire che il Franchi non è la terra del “hic sunt leones” come gli antichi romani definivano i luoghi inesplorati e inaccessibili dell’Africa nera. Firenze è da millenni la capitale della cultura e non può e non deve essere messa alla berlina con giochetti preordinati. Capisco che il tifoso che paga il biglietto per accedere allo stadio non deve per forza stare ad ascoltare il mio appello o quello di altri colleghi che certamente si esprimeranno in queste ore, ma quello che vi chiedo tramite il nostro sito, che è un punto di riferimento ormai consolidato della realtà viola, è di pensare bene alle conseguenze di una possibile contestazione sguaiata contro Gasperini. Non è proprio il caso, non è proprio il momento giusto.

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Massy73 - 3 settimane fa

    Quoto al 1000%!
    Bravo Saverio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Violentina - 3 settimane fa

    non avrebbe potuto esserci cliente peggiore dopo il battage di domenica scorsa. avremo tutto il bureau (che lui rappresenta in tutto e per tutto) con gli occhi addosso, fare attenzione è d’uopo. in ogni caso strisciate me**a.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. viola1926 - 3 settimane fa

    …Non curar di loro, ma guarda e passa…

    Dante Alighieri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. batigol222 - 3 settimane fa

    Daccordissimo, è un trappolone enorme. Questo era l’appello che ci voleva è di vitale importanza.
    E dai che ora c’è Rocco che fa la guerra ai potenti! Gli rovineremmo tutto il gioco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ViolaLuke - 3 settimane fa

    Bravissimo! Intervento puntuale e quanto mai opportuno!
    Condivido al 100%.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. dallapadella - 3 settimane fa

    Assolutamente d’accordo con l’appello, non fate il gregge e pensate per il bene della viola.
    Anche perchè, consentitemi, per offendere il singolo nascosti insieme ad altre migliaia di persone beh non ci vuol coraggio da leoni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. i'campigiano - 3 settimane fa

    Gaspe … chi? Ma chi lo conosce?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. chenco - 3 settimane fa

    Concordo. Commentai quanto successo in coppa Italia reputando meritatissimo il trattamento riservato a Gasperini.
    Tuttavia il momento è diverso e particolare.
    Se non ci fossero state le parole distensive dell’allenatore a Coverciano, avrei caldeggiato l’uso di un linguaggio ironico per “vomitare” comunque il ribrezzo verso il personaggio, ma a questo punto la cosa migliore è lasciare perdere, non porgere il fianco a chi ci aspetta al varco per una bella infangata mediatica e pensare invece solo a tifare per i nostri giocatori fino all’ultimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. - - 3 settimane fa

    VOTO 10. Sarebbe davvero il top. Speriamo ci arrivino…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Staffa - 3 settimane fa

    vedi, i bimbi minkia come te sono il male di firenze che non farà mai fare il salto di qualità a firenze e alla fiorentina…
    i bimbi minkia come te sono quelli che lo infameranno dal primo all’ultimo minuto e che ci renderà, agli occhi di tutti, recidivi e i peggio tifosi d’italia..
    i bimbi minkia come te non hanno abbastanza neuroni per capire che per “stressare” una persona non c’è bisogno di infamargli la mamma, ma probabilmente non sei abbastanza fiorentino x conoscere l’ironia di cui è capace questa città, che può essere molto piu tagliente delle infamate alle mamme..alle bestemmie ecc…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Staffa - 3 settimane fa

      era in risposta a biongborg, non so perche non sia la sotto..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ottone - 3 settimane fa

    Le riserve di fiato siano tutte rivolte ad incoraggiare la squadra dall’inizio alla fine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. AntonioViola - 3 settimane fa

    Concordo con Saverio Pestuggia al cento per cento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. biongborg - 3 settimane fa

    Ma cosa dovremmo fare? Si merita il peggio. Ha infangato Chiesa di essere di cattivo esempio per i giovani e a Bergamo lo insultano per tutta la partita. Spinse Pioli che gli porgeva la mano e buttò a terra un dirigente del Genoa una volta esulso da campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. birne - 3 settimane fa

      Commento di una stoltezza disarmante.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. antonio capo d'orlando - 3 settimane fa

      Incoraggiamo la nostra squadra e cerchiamo di vincere questa partita. Loro verranno per vincere, pensando alle scoppole di Coppa Italia. Lasciamo perdere pure Ilicic, uomo indegno e freghiamocene altamente. Insultandoli, faremmo il loro gioco!
      Gridiamo tutti insieme, Alè Viola!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. CippoViola - 3 settimane fa

      Dobbiamo solo essergli superiori, batterlo sul campo e lasciarlo stare così com’è.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Baldovic - 3 settimane fa

      “C’è un tempo per il coraggio e un tempo per la cautela, e il vero uomo sa come distinguerli” (Prof. Keating, l’attimo fuggente).

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy