Pres. Lecce: “Trattare una pandemia come un illecito sportivo è aberrante. Si chiuda sul campo”

Pres. Lecce: “Trattare una pandemia come un illecito sportivo è aberrante. Si chiuda sul campo”

Le opinioni del patron pugliese

di Redazione VN

Il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport, precisando che la sua società non ha economicamente bisogno di ripartire, ma che è a favore del riavvio del campionato piuttosto per un senso di responsabilità verso un’industria miliardaria. Contrario ai playoff e ai playout, definiti come qualcosa di simile ad un sorteggio, il patron dei salentini non vorrebbe intaccare la prossima stagione, esattamente come Commisso. “Fino a prova contraria le retrocessioni a tavolino – e nel caso in cui non si riprendesse a giocare sarebbero retrocessioni a tavolino – ricorrono solo nel caso in cui un club meriti di essere pesantemente punito per aver commesso un illecito sportivo. Trattare una pandemia allo stesso modo è aberrante. Retrocesso per Covid e promosso per Covid sono due concetti che si tenta di far passare per normali, ma che normali non sono”.

Castrovilli: “Sogno la 10 in viola e la Nazionale. Ribery un mago da cui imparare dei trucchi”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy