Mauro: “Spero in un Franchi pieno per la Nazionale come il giorno dello scudetto”

Mauro: “Spero in un Franchi pieno per la Nazionale come il giorno dello scudetto”

Le parole della giocatrice della Fiorentina Women’s dal centro tecnico di Coverciano

di Federico Gennarelli, @F_Genna88

La calciatrice della Fiorentina Women’s Ilaria Mauro è intervenuta alla conferenza stampa presso il Centro tecnico di Coverciano per quanto riguarda la Nazionale Femminile, impegnata il prossimo 8 giugno nel match qualificazione contro il Portogallo al Franchi di Firenze:

“La partita con il Portogallo ci darà sicuramente tanta emozione perchè è una partita importante visto che ci permetterebbe di andare ai Mondiali. In più ci sarà l’emozione di giocare la gara al Franchi. Quando calchi quel campo li’ rimani sempre senza parole.

Non mi aspettavo di arrivare a giocarci il match-ball con due gare ancora disponibili. Da quando è arrivata il ct Bertolini sono cambiate un pò di cose: ha apportato una mentalità positiva e ci ha fatto capire fin da subito che siamo tutte sullo stesso piano, senza titolari o riserve.

Sono felice che questa annata sia andata cosi perchè tutte e tre le squadre hanno dimostrato di vincere un trofeo. Noi abbiamo avuto qualche problemino in partenza con risultati altalenanti, qualche sconfitta di troppo e un brutto gioco. Poi da Febbraio scorso qualcosina è cambiato ed è rinata la Fiorentina dello scorso anno con cui abbiamo vinto campionato e Coppa Italia. Mi hanno fatto un pò rabbia certi discorsi che ci attribuivano l’etichetta di giocatrici già sazie di vittoria. Siamo state brave a smentire tali affermazioni.

La possibile entrata di club come Milan, Inter e Roma nella Serie A Femminile renderebbe sicuramente il campionato più ostico e difficile per noi ma di certo ne guadagnerebbe in termini di bellezza e probabilmente alzerebbe anche il tasso tecnico.

La gara con il Portogallo? L’andata fu particolare, vincemmo la gara a fatica perchè avevamo 5 giocatrici disponibili del tutto su 23. Eravamo tutte colpite da un virus gastro-intestinale ma riuscimmo a vincere lo stesso.

Il Franchi pieno con il Portogallo come contro il Tavagnacco il giorno dello scudetto? Lo spero veramente, quella fu una giornata meravigliosa con oltre diecimila persone. Con il Portogallo però, essendo la Nazionale, spero ce ne possano essere ancora di più.

Italia competitiva a livello nazionale? Penso che l’Italia possa raggiungere questo obbiettivo tra qualche anno. L’importante è alzare il livello tecnico del nostro campionato italiano”.

 

Violanews consiglia

 

Guagni e Mauro: “Emozionante giocare a Firenze”. Capitan Gama: “Andiamo al Mondiale”

 

VIDEO VN – Guagni: “La perdita di Astori ha unito tutta la Fiorentina e Firenze

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy