Il magic moment di Simeone: “Esperienza e psicologo. Ora corro meglio e segno”

La filosofia del Cholito alla base del suo rilancio: “Penso a vivere oggi, devi dare tutto nel presente. Lo applico in campo e nella vita”

di Redazione VN
Cholito Simeone

Sei reti in sei partite giocate. È un inizio di stagione super per l’ex viola Giovanni Simeone, tra i primi beneficiari della cura Di Francesco a Cagliari. Il Cholito è stato intervistato dal Corriere dello Sport: “Mi trovo in un posto meraviglioso dove il mare, la gente e la città ti aiutano a vivere con grande serenità. Forse questo è il miglior Simeone di sempre. Credo che l’esperienza maturata e le partite giocate ti facciano migliorare. All’inizio correvo tanto ma ora sto correndo meglio. Futuro? Non mi sono posto obiettivi. Mi concentro su una cosa per volta e di questo parlo anche con il mio psicologo: pensare a vivere oggi. Devi dare tutto nel presente. Lo applico in campo e nella vita”.

REGGIO NELL’EMILIA, ITALY – SEPTEMBER 20: Giovanni Simeone of Cagliari Calcio celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between US Sassuolo and Cagliari Calcio at Mapei Stadium – Città del Tricolore on September 20, 2020 in Reggio nell’Emilia, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)
9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CippoViola - 2 settimane fa

    “All’inizio correvo tanto ma ora sto correndo meglio.” Allora avevamo ragione a dire che correva con un pazzo inutilmente, poi arrivava sul pezzo lesso.
    “…parlo anche con il mio psicologo” anche su questo ci s’aveva ragione tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 2 settimane fa

      Noi e s’ha sempre ragione su tutti. Ilicic, Simeone, Muriel e wyakcun altro. Siamo bravi, noi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. CippoViola - 2 settimane fa

        Il problema è che non ci ascolta mai nessuno, ricordo bene che tutti si stava li a dire che Simeone correva come un dannato in lungo e largo, alla fine era il più sudato di tutti, poi palla al piede lo ripigliavano o incespicava.
        Che avesse un problema poi sull’atteggiamento, il ditino alla bocca ce lo ricordiamo tutti.
        ..non ci vuole molto ad aver ragione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gerrone - 2 settimane fa

    che serva di lezioni si fischia tori della domenica vlahovic d il prossimo come simeone ilicic e tanti altri …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Violapersempre - 2 settimane fa

    Per quanto visto a Firenze non lo rimpiango, l’unica cosa che rimpiango è che dopo le 13 reti del primo anno ci offrirono una palata di sterline, se non ricordo 55 milioni dal Tottenham e corvino rifiuto l’offerta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gerrone - 2 settimane fa

      fanta mercato 55 milioni mai offerti ….,corvino lo avrebbe venduto ….non inventatevi le cose siete ridicoli!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. 29agosto1926 - 2 settimane fa

    Tanto tempo fa scrissi che lo avremmo rimpianto e ricevetti una marea di pareri contrari fino a qualcuno che definì la mia opinione, perché di opinione si trattava, da profondo analfabeta del calcio. Non ci voleva molto a capire che è un ragazzo che ha dei limiti tecnici, come tanti giovani, ma che ha delle doti marcate di grande volontà, sacrificio e tempismo. Non è un fenomeno ma adesso ci avrebbe fatto veramente comodo in una squadra dove mancano proprio le caratteristiche che lui mette a disposizione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. N_q - 2 settimane fa

    Era chiaro che il suo problema maggiore a Firenze era un’assenza di serenità che gli impediva di esprimersi al meglio.
    Son contento che l’abbia ritrovata, un po’ meno che lo abbia fatto da un’altra parte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mediacom Corporation - 2 settimane fa

    Bravo simeone, Non c’è nulla di male ad andare dallo psicologo o dal personal coach, sono figure in ascesa e dovrebbero cadere i pregiudizi da strizzacervelli di fine secolo. Alcuni problemi non si possono risolvere, altri si possono aggirare grazie all’aiuto esterno. Per noi tifosi fiorentini però altro che psicologo ci vorrebbe l’esorcista …mai una gioia

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy