Mistero sull’indisponibilità di Ilicic. I soldati, i morti, la Bergamo ferita

L’ex viola, oggi all’Atalanta, ha smesso di giocare. La pandemia ha riaperto ferite nel suo cuore, dai morti di Bergamo alla guerra nei Balcani

di Redazione VN

Sull’edizione online de Il Corriere della Sera si cerca di fare chiarezza sul giallo che sta vedendo protagonista l’ex viola Josip Ilicic. L’ultima comparsa in campo del fantasista sloveno è data 11 luglio, giorno in cui l’Atalanta ha affrontato la Juventus: un Ilicic spento, depotenziato, poi basta. Un recupero che slitta a non si sa quando, forse nemmeno all’inizio della prossima stagione. Cosa è successo? Il giocatore, dopo il permesso concesso dall’Atalanta (prossimamente impegnata in Champions League), attualmente si trova in Slovenia assieme alla famiglia. Per lui si parla di “problemi personali”, ma la presunta crisi con la compagna di vita è una bufala.

Attorno a Ilicic si è alzata una barriera di silenzio che sa di protezione. E di rispetto per un ragazzo che non si sa cosa abbia, ma che di sicuro sta soffrendo. Un ragazzo molto sensibile, solitario, con il culto della privacy. A Zingonia lo chiamano «la nonna», perché ascolta ogni malanno. «Ogni tanto lo chiamo per sapere come sta, ma adesso non mi ha risposto — racconta Antonio Sivec, che quando era a Palermo, gli faceva da interprete —. Cosa sta succedendo? Per me si è spaventato con la pandemia. Ma non per sé, per le sue bambine. Lui con loro vuole essere il padre che non ha mai avuto. Tutti quei morti gli avranno ricordato la guerra… sarà sconvolto, altra spiegazione non esiste; questa è paura, paura che ti blocca le gambe».

Certezze non ce ne sono. Nemmeno sul passato. Ilicic è nato nel 1988 a Prijedor, in Bosnia e Erzegovina, poi luogo di un terribile eccidio; suo padre è morto quando lui aveva sette mesi, pare per malattia, anche se in Slovenia girano altre ricostruzioni. «Non so cosa voglia dire la parola “papà”, sono stati i compagni di scuola a spiegarmi cos’è», ha raccontato una volta. E chissà che non sia rimasto un buco nero dentro il quale ogni tanto il ragazzo si perde.

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dallapadella - 4 mesi fa

    Paragonare Ilicic a Edmundo è roba da matti, il brasiliano era un menefreghista con poco cervello. Josip sta vivendo un problema personale che lui per primo non vorrebbe… e a Bergamo lo hanno capito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Rigansi - 4 mesi fa

    Pestuggia questa è l’ultima volta che mi loggo e che vado a vedere i commenti avete messo una quantità spropositata di pubblicità e ha ragione chi dice che nemmeno alla Nasa ci si deve identificare di più. COSI’ E’ UNA VERGOGNA fate qualcosa altrimenti perderete un lettore come ha fatto già Fiorentina.it saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. purplemax - 4 mesi fa

    l’uomo ilicic soffre dello stesso problema di cui ha sofferto anche, a suo tempo, un altro campione dello stesso livello, e forse anche superiore….
    la sindrome di edmundo…. noi a Firenze conosciamo bene il problema…. abbiamo visto l’evoluzione del problema sia nella persona da cui ha preso il nome sia nel caro josip….. ogni tanto spariscono, o tornano a casa o si estraneano totalmente che è come tornare a casa….. Spero con tutto il cuore che non sia nulla di grave come le altre volte…. spero sia solo saudade

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. mcweb - 4 mesi fa

    Esco dall’argomento per ribadire che questj sito è inconsultabile. Per non parlare se si consulta su pc, un disastro. Le pagime vengono scaricate in trequarti d’ora, la pubblicità blocca tutto in maniera pazzesca, per loggarsi occorre il permesso del ministero degli interni e avolte non si riesce neanche. Ve lo hanno detto in molti ma è sempre peggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. purplemax - 4 mesi fa

    questi potevano fare il botto quest’anno…. se l’atalanta avesse partecipato ad un campionato di un paese normale diverso dall’italia avrebbe potuto tranquillamente vincere lo scudetto…. ma siamo in italia…. in champions league la cosa è ben diversa…. non ci sono squadre con cui la dea non possa giocarsela…. e questo che fa sparisce…… lo ha sempre fatto tutti gli anni… al palermo, alla fiorentina, sparisce, gli urtano la sensibilità e lui sparisce… l’ha sempre fatta sta pantomima sia per cose importanti che per cose meno….. Ma questa è l’atalanta più forte di sempre e questo torna a casa….. Mha!!!!!…… Io se fossi stato in lui avrei stretto i denti e mi sarei immerso nel sogno chiamato dea 2020 e insieme ai miei compagni sarei stato ancora più convinto….. invece caro josip hai fatto un altro passo….. come al solito CHE PECCATO!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. batigol222 - 4 mesi fa

      Molto duro, ma è vero. E’ un giocatore molto fragile di testa. Non si sa come hanno fatto all’altalanta a convincerlo a giocare forte ogni partita, altro miracolo che hanno compiuto (e come con lui lo hanno fatto con tanti mezzi giocatori, tutti scarti di altre squadre)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Antonino - 4 mesi fa

    Sempre rispetto per chi soffre…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. gio viola - 4 mesi fa

    Redazione perché tutti queste pubblicità? Se clicco sui commenti mi riportano a loro..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 4 mesi fa

      Guarda….. Lascia perdere

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Labaroviola72 - 4 mesi fa

      C’e’ anche Gesu’ adesso.
      E’ svincolato anche lui?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. BVLGARO - 4 mesi fa

    un grande uomo, sensibile, un campione. dispiace non vederlo in campo.ma è la tua scelta. Ilicic è l’ esempio di calciatore-uomo. semplice, non attaccato al denaro ma ai valori della famiglia. un semplice pescatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele72 - 4 mesi fa

      Molto romantico , dispiace se se la passa male , ma lascia perde , i grandi uomini sono altri……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BVLGARO - 4 mesi fa

        tu probabilmente fai parte dei cinici quindi vattiaffareunbagno

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Daniele72 - 4 mesi fa

          Non sono un cinico, sono realista e non vivo nel paese di Alice , questo pianta un certificato perche ha paura , cosa ci sarebbe di grande in tutto questo ? Gli altri giocatori sono tutti insensibili e non voglian bene ai propri figli? Per non parlare della gente comune che per una paga da miseria rischia la vita tutti i giorni…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. alesquart_3563070 - 4 mesi fa

            Forse è il caso che tu legga l’articolo se non l’hai fatto, Ilicic ha un passato molto complicato, se tu sei convinto che guadagnare più soldi sia sufficiente per farti azzerare le emozioni e farti diventare un supereroe mi sa che di reale hai solo la foto sulla carta di identità

            Mi piace Non mi piace
    2. purplemax - 4 mesi fa

      una certa somiglianza con sampei ce la vedo pure io…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy